Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
TAR Campania: no recupero straordinari per servizio scorta, vanno pagati. Per analogia vale anche per le traduzioni ?


Polizia Penitenziaria - TAR Campania: no recupero straordinari per servizio scorta, vanno pagati. Per analogia vale anche per le traduzioni ?

Notizia del 09/09/2013

in Sappeinforma

(Letto 4004 volte)

Scritto da: Daniele Papi

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Non è legittima la decisione dell’Amministrazione, che stabilisce un tetto orario mensile di 40/60 ore, con la conseguenza che le ore di lavoro straordinario in eccesso, fatte oltre tale limite, debbano obbligatoriamente essere messe a recupero.

T.A.R. Campania Napoli, Sez. VI, 31 luglio 2012, n. 3707 N. 03707/2012 REG.SEN. N. 03122/2011 REG.RIC. Il Tribunale Amministrativo Regionale della Campania (Sezione Sesta).

Le ore di lavoro straordinario non programmato portate a termine vanno retribuite senza la possibilità di stabilire un tetto massimo, oltre il quale non è possibile procedere alla liquidazione.

 

In tema di servizi di scorta, la remunerazione del lavoro straordinario sfugge alla necessità della preventiva autorizzazione al lavoro, dovendosi ritenere connaturata al particolare tipo di attività richiesta all’opposto, di “scorta e sicurezza”.

Il servizio di scorta (da parte, nel caso di specie, della Polizia di Stato ed estendibile a tutte le altre Forze dell’Ordine), infatti, è attribuito sulla base di un procedimento di rigorosa indagine sulla necessità della stessa “sine die” e, una volta concesso, sfugge ‘ex se’ a qualsivoglia disciplina oraria, dovendo la scorta seguire la persona protetta in tutti i suoi spostamenti di carattere funzionale o privato.

Il servizio scorta, esula quindi dai parametri usuali del lavoro straordinario in quanto tale e, pertanto, ove concessa, rende implicito il pagamento del monte ore effettivamente prestato (v. Sent. nn. 2044, 2046 e 2048 del 2011 di questa Sezione nonché, nello stesso senso, T.A.R. Sicilia Palermo, sez. I, 15 novembre 2010 , n. 14062).

La peculiarità del servizio scorte, impone l’applicazione dell’art. 63 L. n. 121/1981 secondo cui «quando le esigenze lo richiedano gli ufficiali, gli agenti di pubblica sicurezza e il personale che svolge la propria attività nell'ambito dell'Amministrazione della pubblica sicurezza sono tenuti a prestare servizio anche in eccedenza all'orario normale, con diritto a compenso per il lavoro straordinario senza le limitazioni previste dal decreto del Presidente della Repubblica 22 luglio 1977, n. 422…».

Chiaro è, quindi, il riferimento della legge alla obbligatorietà della prestazione del servizio in eccedenza e dell'altrettanto inderogabile diritto alla retribuzione: «pertanto non appaiono in alcun modo giustificabili limitazioni del compenso per le ore di straordinario imposte da obiettive esigenze di servizio (aspetto quest'ultimo che è disvelato dalla incontestata esistenza di specifica autorizzazione in sede locale) per motivi di pianificazione "centrale" della spesa e la conseguente dissociazione tra capacità del Dirigente locale ad ordinare la prestazione, ma ai soli fini di servizio e senza conseguenze sul piano contrattuale» (T.A.R. Reggio Calabria sez. I, 25 maggio 2011,n. 445; cfr., anche, T.A.R. Abruzzo Pescara, sez. I, 12 maggio 2010 , n. 313). 3.

Quanto al riposo compensativo, l’art. 15 co. 4 dell’A.N.Q. (Accordo Nazionale Quadro), in base al qual è consentito all’Amministrazione di commutare le ore di straordinario in ore di riposo compensativo, è riferito al solo straordinario programmato e non retribuito; non è, quindi, applicabile allo straordinario svolto nell’ambito del servizio scorte che, per la sua stessa natura, sfugge a qualsivoglia programmazione determinandosi in ragione d’esigenze mutevoli e contingenti direttamente legate alle necessità di protezione sottese al servizio in questione.

Lo straordinario, effettuato nell’ambito del servizio scorte, reso obbligatorio da superiori esigenze di servizio, è insolito rispetto a quello riconducibile ad altre esigenze di servizio e sfugge a qualsivoglia programmazione.

Al riguardo, analoga determinazione deve essere assunta per i servizi di scorta direttamente collegati alle traduzioni, i quali comportano medesime peculiarità, e nelle attività di polizia giudiziaria, le quali implicano l’inderogabile necessità di dover protrarre l’orario di servizio, quando questo è svolto per indifferibili necessità, in attività investigativa esterna.

 
 
 
 

Scritto da: Daniele Papi
(Leggi tutti gli articoli di Daniele Papi)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Ipotesi sezione 41-bis nel carcere di Modena: Stefano Vaccari della Commissione antimafia si oppone
Detenuto prende a sprangate due Poliziotti Penitenziari
Carcere di Alba riaprirà: comunicato del DAP smentisce voci di un possibile cambio d''uso
Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate
Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso
Sfollamento del carcere di Teramo: Sappe chiede di prolungare l''aiuto degli Agenti arrivati dagli altri Istituti
Graziati trecentotrenta detenuti: l''amnistia più numerosa dell''era Obama a poche ore dalla scadenza del suo mandato
Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 1


Caro Daniele,
credo che hai ben fatto a mettere l'accento sulla questione straordinari e condivido a pieno tutto quello che hai scritto unico argomento che non condivido è la distinzione che si vuol fare fra straordinario effettuato da chi svolge tutela e scorta e straordinario effettuato da chi questo compito non svolge. Ovviamente sempre nell'ambito dei compiti istituzionali. Mi spiego meglio l'orario di servizio è, e deve essere di 6 giornalieri su 6 giorni tutto quello che si effettua oltre le 6 ore è straordinario ma come dice la parola "straordinario" e da intendersi ciò che è fuori dall'ordinario di conseguenza non puoi parlare di "straordinario programmato" perchè se è fuori dall'ordinario e quindi non programmato comunque deve essere retribuito a prescindere se si effettui un servizio di tutela-scorta, traduzione,piantonamento, sezione, portineria ecc. Tutti quei compiti istituzionali dove per esigenza di servizio si ha necessità di fruire di un cambio e se si è obbligati ad effettuare straordinario và PAGATO.

Di  Francesco Maselli  (inviato il 04/11/2013 @ 18:48:31)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

184.73.25.126


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Corruzione a Rebibbia: NIC Polizia Penitenziaria e Squadra Mobile Polizia di Stato arrestano due agenti e un detenuto

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

9 Gli Uffici per l’Esecuzione Penale Esterna (UEPE)

10 Il Giornale: analisi di contesto del NIC rivelano istigazione all''odio contro la Polizia Penitenziaria di alcuni Imam detenuti





Tutti gli Articoli
1 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

2 Dopo 32 anni la pistola Beretta va in pensione: gli USA firmano contratto con la Sig Sauer

3 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

4 Tentano di fare sesso nella sala colloqui del carcere di Pisa: denunciati dalla Polizia Penitenziaria

5 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

6 Cinofili Polizia Penitenziaria trovano droga all''interno del carcere modello di Milano Bollate

7 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

8 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

9 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

10 Agente penitenziario libero dal servizio blocca detenuto che stava per evadere dal permesso


  Cerca per Regione