Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
“Tendi una mano al telefono... e afferra la vita”: ecco la soluzione del DAP ai suicidi nella Polizia Penitenziaria!


Polizia Penitenziaria - “Tendi una mano al telefono... e afferra la vita”: ecco la soluzione del DAP ai suicidi nella Polizia Penitenziaria!

Notizia del 08/08/2012

in Anche le Formiche nel loro piccolo si incazzano

(Letto 5048 volte)

Scritto da: Enzima

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Secondo me il nocciolo della questione sta tutta nell'ultima parola dell'ultima riga del comunicato che il DAP ha diramato qualche giorno fa per pubblicizzare gli esiti della “riunione ad oltranza” (durata mezza mattinata), convocata da Giovanni Tamburino e che aveva come scopo quello di confrontarsi con i Sindacati della Polizia Penitenziaria per concordare le soluzioni da adottare al contrasto del “disagio” (suicidi) dei Poliziotti Penitenziari. Leggi la convocazione DAP - Tamburino: sgomento e cordoglio per i suicidi dei poliziotti, tavolo sindacale ad oltranza

Riunione DAP suicidi Polizia Penitenziaria
Riunione DAP da sx a dx: Simonetta Matone, Giovanni Tamburino, Riccardo Turrini Vita, Assunta Borzacchiello

Eccola la parola del DAP: “Le misure e sollecitazioni fin qui descritte vanno intese come un “work in progress” non potendo esaurire l’azione di un’Amministrazione che opera con la consapevolezza della necessità del cambiamento, aperta al confronto con ogni articolazione del Dipartimento e a un confronto senza pregiudizi con le OO.SS. di cui riconosce il ruolo fondamentale in questo irrinunciabile processo di EVOLUZIONE.”

Sta tutto qua il senso del DAP e di come agisce nei confronti della Polizia Penitenziaria e cioè del 90% del Personale dell'Amministrazione penitenziaria; opera in termini di evoluzione, con i tempi dell'evoluzione (umana).

Quindi è chiaro che a sbagliare e in mala fede sono i Poliziotti che chiedono soluzioni immediate, certe, facili. Qui si parla di EVOLUZIONE, bisogna attendere che i Dirigenti evolvano (o si estinguano).

Peccato però che il tasso di suicidi nella Polizia Penitenziaria sia cinque volte superiore del tasso di suicidi (e tentativi di suicidi) in Italia, calcolati dall'ISTAT nell'ultimo rilevamento del 2010 diffuso nel marzo del 2012.

I dati dell'ISTAT parlano di 5,1 suicidi ogni 100.000 abitanti in Italia: bisogna considerare però che il dato comprende anche i suicidi e tentativi di suicidio degli stessi agenti di Polizia Penitenziaria e delle persone detenute e quindi sarebbe molto più basso se fosse “scremato” di questi numeri... Nella Polizia Penitenziaria invece, calcolando una media di 10 suicidi all'anno, si arriva allo sconvolgente numero di circa 26,31 ogni centomila Poliziotti Penitenziari (100.000/38.000*10).

Per il DAP però è tutto ok, perfettamente in linea con i suicidi nella altre Forze di Polizia! Come se questo potesse giustificare la propria mancanza di iniziative! Si suicidano anche i Carabinieri, la Polizia di Stato, i Finanzieri e i Forestali: di cosa ci vogliamo lamentare?

E poi il DAP ha detto che le soluzioni le ha trovate e qualcuna l'ha anche messa in atto... Su tutte, citiamo quella riferita probabilmente ai 76.000 mila euro per il corso dei Comandanti: “Sul versante della formazione, l’Istituto Superiore di Studi Penitenziari ha predisposto un progetto a favore del personale di Polizia Penitenziaria finalizzato all’analisi delle fonti di stress” e quella più importante che è stata comunicata così: “Il numero verde - numero verde individuato quale soluzione dall'ultima Commissione disagio del Personale, Ndr - sarà adeguatamente pubblicizzato attraverso una campagna di sensibilizzazione tra il personale che prevede anche la distribuzione di una brochure informativa intitolata Tendi una mano al telefono e… afferra la vita!!!

Ecco le dichiarazioni del comunicato: leggi il comunicato DAP sull'esito della riunione disagio del personale.

Per favore, chiunque abbia la forza di leggere fino in fondo il comunicato mantenendo la calma, lasci un commento su questo articolo, magari indicando quali sono state le proprie esperienze dirette sull'impatto che queste fantomatiche iniziative abbiano avuto sul miglioramento del proprio benesere lavorativo e/o personale e i miglioramenti di cui sia venuto a conoscenza che hanno riguardato i propri colleghi. Grazie.

 

Leggi anche: 
 
 
 
 
 
 
 

Scritto da: Enzima
(Leggi tutti gli articoli di Enzima)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 23


....Ma!!... mi sa che i primi a non stare bene sono loroi al DAP.....non si può spiegare.. diversamente....

Di  risolutore  (inviato il 22/08/2012 @ 14:24:26)


n. 22


al punto 21, il commento va bene, ma e' il nome che ti sei dato che non va bene, mica sei un guardiano ??? poi, educatori, assistenti sociali, ecc ecc che te frega te sei un poliziotto li' dentro loro fanno il loro dovere !!!

Di  Giovanni  (inviato il 12/08/2012 @ 21:58:32)


n. 21


..tutti al c.m.o....tutti riformati...se la vedessero gli educatori gli assistenti sociali e tutti i volontari che a casa loro sarei curioso di sapere chi ci "conza"la tavola visto che sono sempre buttati dentro le galere...ci pensassero loro ai poveri utenti vittime di errori giudiziari..dopo una settimana diventerebbero buoni solo x la pressa..

Di  guardia carceriera  (inviato il 12/08/2012 @ 01:28:56)


n. 20


che ne pensate di una commissione ,composta dal personale operante negli istituti " solo dal servizio operante nelle sezioni" per far si che diano nozioni reali di vita giornaliera degli istituti ,in modo che suggerimenti arrivano dalla linea operativa per migliorare il sistema ?
ass.c. di periferia

Di  Anonimo  (inviato il 11/08/2012 @ 15:05:09)


n. 19


E tempo di cambiare, prima che si arriva all'estremo. Il corpo di polizia penitenziaria ha bisogno di rinnovarsi, cercando personale da affidare loro compiti di comando e dirigenziali, ma per capire qualcosa su questo lavoro, molto atipico, bisogna che lo facciano personale che viene dal carcere, solo chi viene dal carcere puo' capire e gestire un personale ormai divenuto drasticamente poco e sofferente.
Solo chi ha lavorato per decenni nelle sezioni con centinaia di detenuti da sorvegliare e gestire con mille difficolta,' potra' capire cosa è il carcere. L'augurio che tutti gli appartenenti della polizia penitenziaria sperano di poter festeggiare e quello di vedere al Ministero Gente che ha fatto 20/30 anni di esperienza di istituti penitenziari, prima di intraprendere qualsiasi decisione volta ad effettuare cambiamenti che penalizzano sempre piu' i polizziotti.

Di  cutonegm@tiscali .it  (inviato il 11/08/2012 @ 12:12:35)


n. 18


P.S.
"le due città" la paghiamo noi.

Di  cairo 74°  (inviato il 10/08/2012 @ 00:02:43)


n. 17


un tempo ricordo che tra cilleghi ci si aiutava, come in famiglia, c'era sempre un collega di notte che ti confidava i suoi disagi sia del lavoro sia quelli personali; ragazzi che si sfogavano in pianti liberatori, storie di tradimenti, di figli, di genitori, ma alla fine - bene o male - tutto si superava. anche io un giorno approfittai della spalla del collega in un periodo triste della mia vita, ma oggi, si monta in sezione e si resta soli fino al mattino, con chi si confida il povero collega? spero ritorni lo spirito di corpo vissuto un tempo, che di sicuro aiutava tanti bravi ed innocenti ragazzi.

Di  TopoGigio  (inviato il 09/08/2012 @ 20:57:00)


n. 16


fino a quando abbiamo persone che si fanno appellare ciccio week end , oppure peppe cinque giorni, oppure approfittare per altro aspetta e spera di avere considerazione del nostro disagio. siamo seri, e rispettosi di chi veramente soffre e che a bisogno di aiuto vero.

Di  Anonimo  (inviato il 09/08/2012 @ 20:15:53)


n. 15


--- Siamo a quota 22, dico 22 anni dalla riforma. Non voglio entrare nel merito della normativa tipo art. 40 per i nostri dirigenti di bottega, di giornali, di televisioni ecc..... ultrattamentali , bistrattando noi della polizia penitenziaria........; tanto gli schiaffi, gli affronti, gli sputi, le aggressioni con prognosi riservate, le orecchie staccate le subiscono le " divise " mica i signorotti che sulle nostre spalle fanno carriere???
Quindi , quali sarebbero le motivazioni di sostenere e far evolvere la Polizia Penitenziaria??? anzi per molti siamo guardie carcerarie..............!!!!
Parliamo di dirigenza in divisa ma quando ?? a quando sta favola ?? queste chiacchiere di bottega, di proselitismo a che servono?
Non ci sono soldi, dobbiamo fare sacrifici ( ma solo quelli in miniera) tanto quelli del Palazzo centrale e dei Prap continuano a fare i loro comodi................., siamo sindacalizzati ognuno con una , due , tre e quattro tessere ...................
Considerazioni : serve tutto ciò?? personalmente sono solo chiacchere e nessun vuol fare un passo indietro o vuole portare avanti un discorso di evoluzione del Corpo, degli agenti, dei sottufficiali, dei funzionari e del ruolo dirigenziale.................!!!
Rivisistare la subordinazione gerarchica nei confronti di un civile ancora permane..............e vogliamo esser eun corpo di Polizia................., ma per favore.........., la politica, il governo, il ministro, i sindacati , le istituzioni tutte dove sono????
Ai posteri l'ardua sentenza.................

Di  il cinico  (inviato il 09/08/2012 @ 20:07:32)


n. 14


E' davvero paradossale tutto cio' , si parla di vite umane , forse inascoltate incomprese emarginate , stressate da un logorio senza paragoni , non basta un telefono o un colloquio formale per individuare un malessere che ha mille sfaccettature .
Ma e' anche vero che la maggior parte di chi sta' scrivendo qui ha ragione , ci vuole un dirigente in divisa , che comprenda le reali problematiche della Polizia Penitenziaria , ci vuole un comandante che qualche volta dica: i miei uomini nessuno li tocchi , comprendendo a vole i problemi giornalieri che ci attanagliano , ci vuole uno stato di emergenza , una protesta del sindacato nazionale , ci vuole un capo del dap che sia della Polizia Penitenziaria .
Certo la differenza la fa il sindacato che ogni giorno si batte per i nostri diritti e gli immancabili soprusi , ma bisogna fare di piu' .

Di  stancodisubire  (inviato il 09/08/2012 @ 18:02:10)


n. 13


E' un momento difficle amici e colleghi...bisogna tenere duro nei momenti di sconforto trovare in sè stessi la forza di reagire, altro che il telefono afferra la vita...chi risponde ? Boh chissa'... e'vero che il ns.lavoro e'usurante e, non toccate le pensioni a noi poliziotti penitenziari che dopo 20 anni di carcere gia'uno ha dato.Di sicuro e'piu'facile l'ufficio amministrativo che il poliziotto in sezione...non me ne vogliano gli amici della matricola,della segreteria etc.etc. C'è tanta disperazione,. cattivita', ne'lavoro e ne'fondi per i detenuti che riversano su di noi la loro rabbia e, noi dobbiamo fronteggiare parlo del turno...Gli uffici quando fanno finta di venire in aiuto sembrano caduti dalle nuvole.Chissaì come si finira'?

Di  Gianni  (inviato il 09/08/2012 @ 15:04:07)


n. 12


Buongiorno questo posso solo dire,sono esterefatto ho letto attentamente il manoscritto dell'esito della riunione.A me pare un boomerang vero e proprio ,poniamo il caso che Io mi lamenti a questo fantomatico numero verde dovendo lasciare i miei estremi la segnalazione arriverebbe alla mia direzione con conseguenza che mi mandetebbero subito al cmo per il contentino , ho timore pure al fatto del passaggio dove si dice che direttore e comandante devono avete piu' ascolto dai loro sottoposti , UNA p*****aTA rimarra' tutto come prima lo sapete perche' Facile si continuera' a ignorate le direttive comr sempre hanno fatto ,in ultimo ancora con questa favoletta della vigilanza dinamica BALLE e' solo un camuffamento per dire "controlla lo stesso" ma avendo cura di sorvegliare 2-3 sezioni , tanto poi se succede qualcosa la colpa e' sempre tua, non lo sanno che per cambiare o riformare in parte l'art.357 c.p. si deve avere l'approvazione di unaparte della camera non prima di essere passato in commissione giustizia ,eh allora campa cavallo che ti passa .Soluzioni? Per adesso nessuna lascio affondare la barca , una raccomandazione "caro collega che ti stai perdendo parlo a te come in amico -fratello confidati con uno di noi vedrai c' e' sempre una soluzione, ma ti prego lascia stare quella pistola lavita e' una vivila affrontala e se puoi rialzati "

Di  Marcoarianese  (inviato il 09/08/2012 @ 14:29:12)


n. 11


carissimi colleghi, le cose potranno cambiare quando il nostro capo sarà in divisa e anche i suoi vice, il magistrato deve fare magistrato, l'avvocato deve fare l'avvocato, ad ognuno il suo compito, per quanto riguarda i suicidi nessuno fino ad oggi ha fatto niente, i sindacati danno una botta al cerchio e una alla botte, ci sono sindacati che fanno le riunioni e non sono entrati mai in un carcere, in sicilia hanno perfino fatto levare la festa del corpo, questi sono i nostri sindacati, bisogna cambire le situazione negli istituti, ci sono colleghi che si trovano di 16/24 con 2 o 3 sezioni da gestire da soli, ancora esistono i tavolinetti nelle sezioni con gli sgabelli per i colleghi per potersi sedere, è una grande vergogna, vengono a comandare il dap con stipendi da capo giro, e ci dicono a noi di non fare straordinari, limitarsi per le missioni ecc.
ma facciamola finita una volta per tutti DATECI UN CAPO DELLA POLIZIA PENITENZIARIA IN DIVISA DIVISA DIVISA.

Di  sandro  (inviato il 09/08/2012 @ 12:00:04)


n. 10


Ma secondo voi questi 4 signori nella foto sanno quale siano i compiti della pol. pen all'interno di un carcere? Veramente credete che siano seriamente interessati ai nostri problemi? Per favore, siamo grandi e vaccinati, finiamola di far finta di credere che loro ci pensino. Lor signori sono in tutt'altre faccende affacendati, vedi " patti " con i detenuti o "porta a porta". La galera quella dove si vive tra puzza di soffritto di cipolla alle 8 del matino, scabbia, detenuti ubriachi, metadone a go go, direttori che si occupano di spettacoli con i loro giullari dell'area educativa e trattamentale, medici che non concedono il nulla osta all'ìisolamento disciplinare, è tuttal'tra cosa. Quella è fatta per i cani da guardia, che siamo noi, il lavoro sporco è nostro compito, le copertine appartengono ad altri, basta vedere "le due città": si mettono in risalto i successi del trattamento , della verità carceraria non ne parla nessuno. Noi continuiamo a farci male, continuiamo a subire e stare zitti, assistiamo indifferenti alla lotta tra sindacati che si occupano di campagne tesseramenti e continuiamo a prendere schiaffi dai detenuti.
P.S. ma perchè paghiamo la quota sindacale? per assistere inermi a guerre che non abbiamo mai dichiarato? Il sindacato non dovrebbe fare i nostri interessi anzichè fare la guerra agli altri sindacati? Non sarebbe opportuno indire una manifestazione nazionale dove far spavenare questa gente? Ma cosa stiamo aspettando che i detenuti ci prendano a schiaffi ogni volta che ci vedono sapendo di poterlo fare impunemente? Se questo è il futuro penso veramente che al peggio non ci sia limite.

Di  cairo 74°  (inviato il 09/08/2012 @ 00:30:44)


n. 9


se fossimo un Corpo di polizia unito, cosa che no è, avremmo intasato la linea telefonica del DAP dicendogli che siamo tutti sull'orlo del suicidio e vedrette che casino

Di  sanna  (inviato il 09/08/2012 @ 00:07:18)


n. 8


dei 4 nessuno appartiene al corpo di polizia penitenziaria , nessuno di loro ha mai preso le chiavi in mano e pertanto cari colleghi non aspettatevi che questa gente capisca quali veramente sono le problematiche del corpo!!! lasciate perdere la benzina dei mezzi , le jaguar e quant'altro. sapete qual'è un verò problema???? vi dice niente la parola TRASFERIMENTO??? è mai possibile che neanke dopo 20 anni di servizio sia possibile ritornare a casa?????

Di  assistente capo  (inviato il 08/08/2012 @ 23:04:30)


n. 7


cari collleghi il nostro mestiere e un mestiere di merrrrr super usurante ti sfiacca fisicamente spisicologimente ecc ecc per cui gli altri che lavorano fuori non possono capire

Di  luigi  (inviato il 08/08/2012 @ 21:17:25)


n. 6


Invece di cancellarsi, provate a sceglierlo sul serio un sindacato e soprattutto a verificare cosa fa e per cosa si batte. Certo, non è facile conoscere cosa fanno e dicono gli altri sindacati: la trasparenza e la chiarezza (soprattutto sul web) non sono il loro forte... Cancellarsi dai sindacati è come non andare a votare alle elezioni politiche e poi lamentarsi dei parlamentari...

Di  Enzima  (inviato il 08/08/2012 @ 20:41:22)


n. 5


Cancellarsi sopratutto dal sindacato più rappresentativo,che è capace solo di scrivere e riscrivere sempre le stesse cose;Quali doglianze del personale
per il mancato pagamento missioni,straordinari,vestiario,riposi,ferie,ecc.ecc.
Invece di battere i pugni sui tavoli,per quanto personale manca,e quante scorte costrette ad uscire sotto scorta e con mezzi scassati e senza benzina.
E loro i vertici viaggiano in jaguar,maserati e Land Rover alla faccia dei poveri colleghi.

Di  Francesco  (inviato il 08/08/2012 @ 20:32:23)


n. 4


Torno a ripetermi ma quando ci cancelliamo tutti e 37 mila poliziotti penitenziari dai sindacati? Che sicuramente ci tutelano ma non svolgono fino in fondo quello che spetta veramente ai poveri colleghi, e che non riguarda tamburino pingo pallino ed altro ma i sindacalisti devono minacciare il dap dicendo faremo fermare l intero corpo di poliziotti penitenziari se non otteremo risultati sai cosa vuol dire l' intero corpo nord sud e isolette? pensaci il dap si cacherebbe a dosso e sicuramente si procederebbe a qualsiasi tavolo di miglioramento per il corpo cioè i colleghi, ma purtroppo certi sindacati vanno a pari passo con il dap io ti faccio questo e tu mi dai questo capito caro collega? una mano lava l'altra e tutte e due si lavan la faccia quindi cancellatevi tutti che poi i sindacati vedrai come sbattono il pugno sui tavoli del dap altro che suicidi dei colleghi i sindacati uccidono i vertici del dap se queste cose accadrebbero veramente quindi ce poco da fare una rivoluzione pacifica serena si ottengono tante cose visto che per il dap la pol. pen. siamo un corpo di ignoranti so che io con queste parole che scrivo non contano nulla ma se vi cancellate dai sindacati vari vedrai come contano le mie parole vedrai i sindacati che impazziscono nel vedere tante tessere bruciate allora vedrai come corrono ai ripari tanti sindacati vedendo svanire tanti soldini di tanti poveri colleghi indifesi. salve da un collega indifeso e abbandonato da chi mi dovrebbe proteggere.

Di  saimon  (inviato il 08/08/2012 @ 17:10:31)


n. 3


caro enzima, leggendo l'articolo pensavo a come poter rispondere. Ricordi i vecchi flipper che nei bar sfidavamo?. Ebbene,noi bella Polizia Penitenziaria siamo la pallina, i dirigenti del dap ( con la lettera minuscola ) sono il flipper. Proprio così, quella pallina che lanciata all'interno del "campo da gioco" (le carceri) urta elestici e diabolici marchingegni che le sparano a velocità assurde da una parte all'altra senza farti capire dove sta andando a finire. Dobbiamo riprendere le sorti del gioco, quanto meno per capire come ci estingueremo. E' arrivato il momento di lottare; a Roma, davanti e nei palazzi del potere. Resistere, resistere, resistere!!!!!!!!. L'alternativa saranno solo parole, parole, parole..................

Di  antonio  (inviato il 08/08/2012 @ 17:08:44)


n. 2


CIAO COLLEGHI, SAPETE DIRMI CHI DEI 4 NELLA FOTO E' DELLA POLIZIA PENITENZIARIA ????
GRAZIE
:------->

Di  ag. giovanni  (inviato il 08/08/2012 @ 16:38:15)


n. 1


Tendi una mano al telefono e… afferra la vita”!!! " afferriamo questi c....o di dirigenti del c.....o, il telefono...... in testa.... mister tamburino torna a fare il tuo mestiere..... FAI PIU' BELLA FIGURA.. dimettiti e lascia le funzioni di capo della della Polizia pentinziaria .... alla Polizia Penitenziaria....... Ma quando usciamo da questa amministrazione di m.....a!!!!!
spero e confido in una celere uscita dal dap.... piuttosto al dipartimento delle politiche sociali... visto che svolgiamo.... anche compiti di rieduzione/reinserimento sociale!!!!
Cari colleghi... SVEGLIA!!!!!!!!

Di  luigi  (inviato il 08/08/2012 @ 16:20:29)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.168.87


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

6 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

7 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

8 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

9 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

10 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico


  Cerca per Regione