Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Trasferimenti legge 104: due interrogazioni parlamentari contro gestione Ufficio Trasferimenti Polizia Penitenziaria


Polizia Penitenziaria - Trasferimenti legge 104: due interrogazioni parlamentari contro gestione Ufficio Trasferimenti Polizia Penitenziaria

Notizia del 17/07/2013

in Interrogazioni parlamentari

(Letto 7340 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Interrogazione a risposta scritta 4-01218 presentato da LOREFICE Marialucia

testo di Mercoledì 10 luglio 2013, seduta n. 50 LOREFICE, GRILLO, MANTERO, DALL'OSSO, DI VITA, BARONI, LOMBARDI, DADONE, COZZOLINO, SPESSOTTO, CARINELLI, COLONNESE, DEL GROSSO, GRANDE, SPADONI, SILVIA GIORDANO, VACCA, FRUSONE, MARZANA, D'UVA, CANCELLERI, BATTELLI, LUIGI GALLO, ARTINI e RIZZO.

Al Ministro della giustizia, al Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, al Ministro del lavoro e delle politiche sociali.

Per sapere premesso che: l'articolo 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992 riconosce al familiare lavoratore che assiste con continuità un parente o affine portatore di handicap il diritto di scegliere, ove possibile, la sede di lavoro più vicina al proprio domicilio e di non essere trasferito senza il suo consenso;

la legge n.183 del 4 novembre 2010, cosiddetto collegato lavoro, ha reso non più necessario il requisito della continuità e in alcuni casi della esclusività della assistenza; la suddetta norma ha inoltre rivisto l'ambito applicativo riducendo la platea dei soggetti legittimati a fruire dei benefici previsti dalla legge; l'articolo 42-bis del decreto legislativo n. 151 del 2001, aggiunto dalla legge n. 350 del 2003, dispone il ricongiungimento di un genitore all'altro in presenza di figli minori fino a tre anni di età;

presso l'Ufficio II del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria del Ministero della giustizia è fin troppo frequente il diniego dei trasferimenti ex articolo 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992 nonché dei ricongiungimenti familiari ex articolo 42-bis del decreto legislativo n. 151 del 2001 in spregio della normativa vigente, generando di fatto un diniego di tutela di diritti garantiti dalla legge in favore dei disabili, dei loro familiari e dell'unità familiare;

tali numerosi dinieghi dell'amministrazione costringono gli interessati ad agire giudizialmente per la salvaguardia dei loro diritti, con la conseguenza che spesso vengono emesse sentenze dai giudici di merito che, oltre a disporre i trasferimenti e/o i distacchi, condannano altresì la pubblica amministrazione a rifondere le spese di giudizio, con grave danno per le casse erariali:

se il Governo sia a conoscenza di quanto riportato in premessa in merito alle vicende descritte e se intenda assumere iniziative volte a garantire la concreta applicazione della legge n. 104 del 1992 nonché del decreto legislativo n. 151 del 2001. (4-01218)

 

Interrogazione a risposta scritta 4-01156 presentato da MIGLIORE Gennaro

testo di Giovedì 4 luglio 2013, seduta n. 46 MIGLIORE, DANIELE FARINA e NICCHI.

Al Ministro della giustizia, al Ministro per la pubblica amministrazione e la semplificazione, al Ministro per le pari opportunità, lo sport e le politiche giovanili.

Per sapere premesso che: da notizie apprese dagli interroganti, sembrerebbe che, presso l'ufficio secondo del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria del Ministero della giustizia, sia sistematico il diniego dei trasferimenti previsti all'articolo 33, comma 5, della legge n. 104 del 1992 in difformità alla normativa vigente, aggiornata – da ultimo – dall'articolo 24 della legge n. 183 del 2010, nonché dei distacchi per ricongiungimenti familiari, ai sensi di quanto previsto dall'articolo 42-bis del decreto legislativo n. 151 del 2001, introdotto dalla legge n. 350 del 2003;

tale situazione, laddove fosse fondata la notizia, si tradurrebbe in una ingiustificata ed inaccettabile violazione di fondamentali diritti, quale quelli garantiti dalla normativa in questione, in attuazione di principi stabiliti a livello costituzionale, nei confronti dei disabili e dei loro familiari, con gravi ripercussioni anche sull'unità familiare;

tali sistematici dinieghi da parte della citata amministrazione metterebbero dunque gli aventi diritto nella condizione di dover procedere legalmente per vedere salvaguardati i loro diritti, con notevole dispendio di risorse economiche, sia per i privati, sia (soprattutto) per la pubblica amministrazione in quanto, una volta adite le vie legali, essa si vede sistematicamente condannata dai giudici di merito a disporre i trasferimenti e/o i distacchi, nonché a ristorare le spese di giudizio, sottraendo risorse economiche alle casse erariali –:
di quali informazioni dispongano dei Ministri interrogati su quanto riferito in premessa;

in caso di fondatezza della questione, quali siano le motivazioni del sistematico diniego dei trasferimenti e distacchi per ricongiungimenti familiari dell'ufficio secondo del dipartimento dell'amministrazione penitenziaria del Ministero della giustizia e quali iniziative, per quanto di competenza, si ritengano di adottare.  (4-01156)

 Franco Ionta e Giovanni Tamburino si ritengono al di sopra della Legge ed ignorano le ordinanze del TAR Lazio

 

Fermare l'immunità dei Dirigenti del DAP. Cosa può fare la Polizia Penitenziaria?Fermare l'immunitá dei Dirigenti del DAP. Cosa può fare la Polizia Penitenziaria? 
 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata
Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma
Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni
Indagini nel carcere di Padova per capire chi ne ha disposto il declassamento da detenuti alta sicurezza a detenuti comuni
La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 2


la solita schifenzia e molto altro ancora. una volta mettevono la polvere sotto il tappeto................. oppiure la testa nella sabbia , ma la puzza si sente e si vede sempre.............. tante belle cose e riposiamoci , poichè la medalgia nessuno ce la da; anzi è propio sulla nostra pelle che questi signorotti si imbavagliano a nozze e si fregiano della nostra produttività................

Di  pikkolo minatore campano.  (inviato il 18/07/2013 @ 17:11:07)


n. 1


Finalmente qualcuno se n'è accorto.
Da quando a capo del Personale del DAP c'è un certo signore molto distinto, chiamato (Turrini Vita), che come molti sanno è anche un assiduo frequentatore della chiesa romana, le violazioni sui distacchi e sui trasferimenti in applicazione alle legge 104/92 sono centinaia se non migliaia. Questo signore che è il responsabile di queste e tante altre violazioni, sta ancora nella sua comoda poltrona, così come continuano a starci comodamente molti altri. Il DAP (dipartimento amministratori parcheggiati), è un dicastero dove ci vanno a finire i peggiori dirigenti, gente che non potrebbero ricoprire altri incarichi dirigenziali in altre amministrazioni. Questa è' la nostra maledizione, e una vita che funziona così e non si è fatto mai nulla per migliorare le cose. Anche i politici hanno la loro ragione e c'è da capirli, ce li mettono al DAP perche non saprebbero proprio dove metterli, ecco spiegato il motivo del perche pur producendo danni continuano a stare sempre li. Rassegniamoci!

Di  Poliziotto penitenziario  (inviato il 17/07/2013 @ 22:40:11)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.128.52


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

3 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

6 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

9 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

10 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali


  Cerca per Regione