Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Trasferimento detenuto, trasferimento poliziotto penitenziario: scopri le differenze di trattamento del DAP


Polizia Penitenziaria - Trasferimento detenuto, trasferimento poliziotto penitenziario: scopri le differenze di trattamento del DAP

Notizia del 25/06/2013

in Houston abbiamo un problema

(Letto 4174 volte)

Scritto da: Agente Furioso

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Saranno pure casi limite, ma sono anche esempi eclatanti di come la Polizia Penitenziaria si debba difendere principalmente dal “fuoco amico” poveniente dal DAP.

Nel giro di poche ora sono arrivate in Redazione due notizie o meglio, una notizia di un trasferimento di un detenuto e un’accorata denuncia da parte di un nostro collega.

Grazie DAP...

TRASFERIMENTO DETENUTO
Natalia Cristina, la bambina calabrese di 10 anni costretta su una sedia a rotelle ha di nuovo accanto il padre detenuto che non vedeva da oltre quattro mesi. A darne notizia è Franco Corbelli, del Movimento Diritti Civili, che si è occupato del caso assieme all’avvocato Enzo Paolini. L’uomo, Pietro D., che era detenuto dall’inizio di febbraio nel carcere di Lanciano in Abruzzo, dopo essere rimasto per cinque anni nella casa circondariale di Rossano, è stato trasferito nella casa circondariale di Cosenza dove si trova da ieri sera. La bambina, che soffriva per l’allontanamento del padre, aveva chiesto un intervento per consentire il riavvicinamento del genitore in Calabria. Pietro D. aveva già scontato cinque anni di detenzione a Rossano e gli resta un anno di detenzione. “Mi ha telefonato la signora Tamara, mamma della bambina e moglie del detenuto - afferma Corbelli - per darmi la bella notizia e per ringraziarmi. Sono felice e commosso per essere riuscito ad aiutare la piccola Natalia Cristina a vedere esaudito il suo desiderio: riavere vicino e accanto il suo papà. Sono queste le cose importanti della vita per cui vale la pena continuare a combattere ogni giorno”. ANSA

TRASFERIMENTO POLIZIOTTO PENITENZIARIO
salve,sono un (omissis) della Polizia Pen. e vorrei sapere perchè per stare vicino a mia figlia di dieci anni affetta da grave patologia (omissis) ho dovuto spendere oltre 6mila euro in ricorsi, e solo da (omissis) sono riuscito ad essere distaccato vicino casa. Perché il DAP continua a perseguitarmi facendo anche richiesta di ricorso di appello al Consiglio di Stato facendomi spendere altre centinaia di euro... soldi che devo sottrarre dallo stipendio e che dovrei spendere per il bene di mia figlia? A mia figlia, oltre a dieci anni di felicità tolta per la mia lontananza, il DAP sta togliendo anche la forza economica per andare avanti a me, mia figlia e tutta la famiglia. VERGOGNA...

(nell'immagine San Michele Arcangelo che pesa le anime e uccide Satana)

 


Scritto da: Agente Furioso
(Leggi tutti gli articoli di Agente Furioso)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Altri 26 telefonini trovati nel carcere di Padova, 20 dei quali occultati da un Poliziotto penitenziario nella suo alloggio di servizio
Skype per i 41-bis in carcere? Il Ministro Orlando: non riguarderà i capi mafia
Uno degli accusati dell''omicidio di Emanuele Morganti era stato arrestato la sera prima con più di 1000 dosi di droga ma subito rilasciato
Sequestrati telefoni e coltelli nel carcere di Cassino: operazione di Carabinieri e Polizia Penitenziaria
Epatite C, il contagio passa dalle carceri e arriva nelle città per i pochi controlli
Continui problemi nel carcere di Airola: protesta della Polizia Penitenziaria
Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 9


Sono 16 Anni che ogni anno riempio quei fottuti moduli per trasferimento , e anziché scalare vado indietro per raggiungere casa , poi si presentano neo agenti con appena 3 /6mesi di servizio e vengono distaccati ad personam presso gom / nic / ecc ... per non tornare più alle sedi di appartenenza assegnati , a discapito di coloro che dopo anni e anni aspettano inutilmente .... non voglio continuare perché veramente c'è da innescare una guerra...!!!!!!!!!!!!!!!!!!

Di  peppe indignato  (inviato il 08/07/2013 @ 12:32:12)


n. 8


Caro, Carissimo (omissis) della Polizia Pen.ai tutta la mia stima, forza non mollare, non darla vinta all DAP, siamo tutti vicino a Te e alla tua bimba, se hai bisogno del nostro aiuto usa questo sito, penso saranno lieti di darti una mano.
I signori deo DAP penso si renderanno conto, il rimorso li avvolgerà!!
Ciao e auguri

Di  LUI  (inviato il 03/07/2013 @ 15:34:19)


n. 7


grandioso il paragone tra detenuti e personale...strumentale e capzioso....e poi vogliamo chiamarci Polizia Penitenziaria.......

Di  baahhh  (inviato il 28/06/2013 @ 16:16:08)


n. 6


Sono un Ass.capo in servizio a Milano, ho tre figli e grazie a dio stanno tutti bene. Quando sento di colleghi che combattono per un trasferimento per stare vicino ai figli mi piange il cuore e non posso consigliare altro che andare a Roma e ribaltare qualche scrivania...si ottengono piu risultati, perché se si controllano gli armadi del dipartimento non escono gli scheletri ma interi cimiteri. Di tutta questa situazione bisogna ringraziare i vertici del Dap che hanno trasferito colleghi per stare vicino a nonni, bisnonni, cani e gatti,. Poi chi ha veramente problemi deve combattere solo perché non ha conoscenze a Roma. Chi scrive e un o che come tanti deficienti riempie un modulino per il trasferimento e tutti gli anni anziché avanzare si vede sempre indietro.

Di  Zar69  (inviato il 27/06/2013 @ 13:28:38)


n. 5


Sono un Ass. C. della Pol. Pen., anch'io penso che non bisogna fare dei paragoni fra il personale che rappresenta un Corpo e dei detenuti, però è pur vero che anch'io aspetto il trasferimento da circa 23 anni e i nostri Dirigenti continuano a trasferire solamente chi ha a suo favore leggi come la 104. Non considerando minimamente chi come me ha due figli in tenera età, che vedono il papà ogni due o tre giorni, perché lavora a circa 150 Km di distanza. Loro non hanno diritto di poter stare vicino al padre!!!!!!!

Di  Ass. C. della Pol. Pen  (inviato il 26/06/2013 @ 19:56:52)


n. 4


l'argomento è abbastanza delicato e complesso ,da un lato va tutta la solidarietà e comprensione per chi ha una situazione famigliare particolare specialmente quando ci sono dei bambini di mezzo, dall'altro lato c'è chi non riesce ad avere un trasferimento per potersi avvicinare alle proprie origini .

Di  Anonimo  (inviato il 25/06/2013 @ 21:13:58)


n. 3


mi dispiace dirlo ma come paragoni non reggono proprio.

Di  Anonimo  (inviato il 25/06/2013 @ 18:25:05)


n. 2


hai tutta la mia solidarieta'.e' 20 anni che cerco di farmi trasferire a casa ma purtroppo tra 104 e distacchi "ad personam" questa opportunita' non mi viene data!solo per chi ha santi in paradiso e purtroppo a volte i sindacati pur essendo a conoscenza di alcune situazioni alquanto strane girano la testa dall'altra parte!!!!!!!!!!!!!

Di  ass c pol pen  (inviato il 25/06/2013 @ 18:11:55)


n. 1


Perché come al solito se fanno due pesi e due misure....

Di  Harlock  (inviato il 25/06/2013 @ 09:41:38)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.138.15


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale

9 Riordino: chi non vuole i vice questori della Polizia Penitenziaria?

10 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?





Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione