Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Trattativa Stato-mafia: la storia dell’Italia è passata dalle carceri


Polizia Penitenziaria - Trattativa Stato-mafia: la storia dell’Italia è passata dalle carceri

Notizia del 06/03/2012

in Accadde al penitenziario

(Letto 3972 volte)

Scritto da: Uomo Qualunque

 Stampa questo articolo


Che la figura del Capo DAP sia una carica politica è ormai chiaro a tutti. Non è un caso che dopo Nicolò Amato i Capi DAP sono rimasti non più di tre anni: prima di tutto c’è da spartirsi un bel bottino (543.954,42 euro l’anno quale compenso da Capo DAP e Capo Polizia Penitenziaria) che evidentemente fa gola a molti e poi…

Polizia Penitenziaria? Sovraffollamento? Trattamento teso al recupero del condannato? Argomenti da sindacalisti o al massimo da politici romantici. Al DAP ci sono ben altre storie da seguire e di cui occuparsi. Altro che articolo 27 della Costituzione!

Al DAP, ma in generale nelle carceri italiane e soprattutto in alcune di esse, è passata la storia d’Italia, ma non quella che si legge sui libri di scuola. Si tratta di una storia che forse non conosceremo mai perché i protagonisti “sono passati a miglior vita” oppure perché verrà opposto il segreto di Stato.

E’ una storia che si può solo intravedere dalle dichiarazioni dei testimoni che stanno parlando in un’aula di Palermo dove si sta svolgendo il processo agli ufficiali del Ros Mario Mori e Mauro Obinu, accusati di favoreggiamento alla mafia per la mancata cattura del boss Bernardo Provenzano.

Tra le ultime testimonianze spicca quella di monsignor Fabio Fabbri, ex vice-capo dei cappellani delle carceri, e testimone della gestione, ai più alti livelli, del 41 bis negli anni della trattativa mafia-Stato. Fabio Fabbri è stato il “vice” dello storico Ispettore generale dei cappellani, Cesare Curioni (che nel frattempo è deceduto), buon amico dell’ex presidente della Repubblica, Oscar Luigi Scalfaro (che aveva la sua abitazione privata a 200 metri dalla sede del DAP). Guarda il video in fondo a questo articolo

Monsignor Cesare Curioni, una sorta di eminenza grigia del mondo carcerario, è  l’uomo a cui il capo dello Stato Oscar Luigi Scalfaro, nel giugno del ’93, chiese consiglio per scegliere il successore di Nicolò Amato, silurato dalla guida del DAP per far spazio (così hanno dichiarato altri testimoni) a Francesco Di Maggio un dirigente che alcuni hanno definito più ‘’morbido’’ sulla questione del carcere duro.

Secondo il teste “Curioni aveva in mano la politica nazionale, ha fatto e disfatto governi”. Parlando dei rapporti fra l’ex Ispettore generale dei cappellani delle carceri e Scafaro, Fabbri ha sostenuto che i due si conoscevano da tempo“da quando il presidente era magistrato a Voghera e lui era cappellano a San Vittore”.

E il carcere di San Vittore è proprio una di quelle carceri in cui è passata la storia d’Italia… soprattutto quella degli ultimi venti anni. Ma ce ne sono altri e a spiegarcelo è sempre Fabio Fabbri in una dichiarazione rilasciata al Fatto Quotidiano subito dopo l’udienza del processo: Mike Bongiorno? ‘’Cominciò grazie al nostro aiuto. Nel dopoguerra, fu Curioni a chiamarlo a fare i primi spettacolini nel carcere di San Vittore’’. Dario Fo? ‘’Chiedetegli quanto deve a monsignor Curioni’’. ‘’Dovete sapere che il carcere milanese di San Vittore, insieme a Rebibbia, l’Ucciardone e Secondigliano, è uno dei principali istituti di pena italiani, frequentato dai più famosi magistrati, e da numerosi deputati in visita. E’ insomma, un centro di potere’’. E un centro di potere, a quanto emerge dal suo racconto, sarebbe stato l’intero mondo delle tonache nere in servizio pastorale all’interno delle prigioni. “Curioni – ha detto senza peli sulla lingua in aula – che per quarant’anni è stato cappellano di San Vittore, ha fatto e sfatto governi’’.

E noi poliziotti a preoccuparci delle circolari del DAP, di come deve essere suddiviso il FESI, di quando sarà bandito il prossimo interpello di trasferimento…

Nelle carceri è passata la storia dell’Italia. Alcuni aspetti noti, meno noti.

Se si vorrà davvero fare luce su questa Storia degli ultimi decenni, non si potrà prescindere dal conoscere e capire cosa è successo e forse succede ancora, in quelle stanze e in quei corridoi del DAP e in alcune carceri gestite dell’Amministrazione penitenziaria e suoi dirigenti.


 

Leggi anche:  

 

Monsignor Fabbri al processo Mori: il capo DAP lo scegliemmo noi su delega Scalfaro

Nicolò Amato: venni cacciato dalla mafia e Conso "commissariato" da Mancino

Trattativa e 41 bis, i verbali di Conso: "Scelsi Di Maggio al Dap perché andava in tv" 

L'ex dirigente del Dap Ardita al processo Mori: "Così son caduti oltre trecento 41 bis" 

Capriotti: “Revocarono il carcere duro e io non ne sapevo niente”. Quando Di Maggio aggredì Conso

 


Scritto da: Uomo Qualunque
(Leggi tutti gli articoli di Uomo Qualunque)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata
Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni
Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso
Tre Poliziotti penitenziari feriti da un detenuto con forbici affilate appositamente
Carceri italiane ed edilizia penitenziaria: al massimo si da una ritinteggiata
Nuovo carcere a Nola: in scadenza il bando per la realizzazione
Chiso l''OPG di Montelupo Fiorentino: consiglieri comunali accusano sprechi e disagi
Furgone della Polizia Penitenziaria con ergastolano a bordo si blocca per guasto al motore: interviene la Polstrada


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

174.129.108.207


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Celebrazioni 200 anni di storia del Corpo di Polizia Penitenziaria: autorizzata l’emissione della moneta d’argento da 5 euro

2 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

3 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

4 A chi danno fastidio i servizi di polizia stradale della Polizia Penitenziaria?

5 Riordino, organici dirigenziali: tra eccessi e sottodimensionamenti dei dirigenti della Polizia Penitenziaria

6 Foibe, il martirio degli Agenti di Custodia

7 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

8 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

9 Rapporto Eurispes: la Polizia Penitenziaria sgradita a un italiano su due

10 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono





Tutti gli Articoli
1 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

2 Blitz della Polizia Penitenziaria: tre arresti per spaccio di droga a Napoli nelle prime ore della mattinata

3 Detenuto cinese violenta la figlia: compagno di cella marocchino lo sodomizza per un mese nel carcere di Prato

4 Poliziotto penitenziario travolto da auto mentre era in moto: è ricoverato in gravi condizioni

5 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Ex scuola della Polizia Penitenziaria di Moastir pronta ad accogliere i migranti: quasi ultimati i lavori

8 Detenuto sorpreso ad aggiornare il proprio profilo Facebook dal carcere di Marassi

9 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

10 Bidognetti, il capoclan dei Casalesi, comunicava dal 41-bis con messaggi nascosti


  Cerca per Regione