Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Troppi casi di suicidio nella Polizia Penitenziaria. Cosa aspetta lo Stato ad intervenire?


Polizia Penitenziaria - Troppi casi di suicidio nella Polizia Penitenziaria. Cosa aspetta lo Stato ad intervenire?

Notizia del 16/09/2017

in Interventi Ricevuti

(Letto 2625 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Sono tanti, troppi, i casi di suicidio tra la Polizia Penitenziaria.

Talmente tanti che credo sia del tutto paradossale la mancanza di un intervento preventivo da parte delle più alte cariche dello Stato. Non parlo dell’Amministrazione in senso stretto che, a torto o a ragione, ha fatto scelte gestionali rivelatesi inefficaci ed inefficienti, ma dello Stato in generale, intendendo per Stato l’intero apparato istituzionale che necessariamente dovrebbe intervenire in casi particolari come questi dove l’autorità politica/amministrativa ha dimostrato, nei fatti, di non avere quella giusta attenzione e sensibilità verso la sua forza di polizia, abbandonata a se stessa, e privata di ogni supporto e sostegno.

Il senso di abbandono, la poca riconoscenza sociale della professione, la totale assenza di una vera catena di comando nella quale tutti gli appartenenti al Corpo si riconoscano (a differenza delle altre Forze di Polizia che hanno un vero Capo o Comandante Generale) sono i veri problemi che, se uniti a disagi personali e/o familiari, scatenano nella mente umana quel tracollo e senso di abbandono che solo con la morte il poliziotto spera di vedere superato, glorificandosi solamente con il grande impatto emotivo e mediatico che il gesto estremo riesce ad avere.

 

Mario Novani

 

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Saranno processati due medici intervenuti sulla Poliziotta penitenziaria Angela Valeria Lepore, deceduta in ospedale dopo il ricovero a Bari
Giuseppe Salvatore Riina organizzava festini con cocaina: relazione della Squadra Mobile sul tavolo del Tribunale di Sorveglianza
Droni per consegnare droga e altre merci in carcere: da gennaio bloccati 120 dispositivi nei penitenziari britannici
Così entrano i telefonini e la droga nel carcere minorile di Airola
Carcere di Alba esempio lampante di mala amministrazione: Deputato Rabino critica la risposta di Orlando sulla riapertura del carcere
Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo
Cibo biologico per i detenuti: il TAR Piemonte sospende il bando di gara del DAP
Nuovo carcere di Nola. Aggiudicata la gara di appalto per la realizzazione del penitenziario da 1200 posti


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 5


Concordo pienamente con Novani Mario. È ora che chi di dovere prenda dei provvedimenti.

Di  Anonimo  (inviato il 16/09/2017 @ 14:37:36)


n. 4


L'attenzione e valutazione di ogni cosa e situazione sono da sempre due fattori indispensabili.

Di  Anonimo  (inviato il 16/09/2017 @ 12:44:15)


n. 3


Dove nasce il disagio,cosa puo'averlo causato,questo e' molto importante.
Chiedersi ed esaminare chi ha causato il disagio esaminando le situazioni.
Lo stress ,l'ansia,con gli anni di servizio aumentano,poi ora ti vedi negata anche la causa di servizio.
Certo non e' il momento di parlare di questo argomento ma bisogna che qualcuno si impegni per esaminare bene le cause di servizio richieste .
Questo e' un lavoro usurante sei sempre sotto pressione che aspettano ad inserirlo nei lavori usuranti specialmente per chi lavora in reparto.

Di  Anonimo  (inviato il 16/09/2017 @ 09:11:41)


n. 2


Lo stato dovrebbe intervenire certamente,sarebbe la cosa piu' giusta.
Si dovrebbe creare un ufficio per studiare e risolvere il disagio dei colleghi,oltre un organo di controllo per verificare ogni situazione che viene segnalata da qualsiasi persona e anche dai comunicati sindacali.
Negli ultimi anni il disagio e' aumentato sara' un mio pensiero .
Tornando al discorso iniziale io fossi per lo stato farei un controllo ed accertamenti profondi sui gli ultimi 10 anni esaminando tutto quello che possa aver creato disagio non tralasciando nulla.


Di  Contano i fatti non le parole  (inviato il 16/09/2017 @ 08:52:58)


n. 1


Il senso di abbandono lo sento anche da pensionato , dopo 34 anni di onorato servizio vedersi i diritti cancellati e come se alla fine si viene dimenticati .
Uno pensa che dopo 34 anni di servizio finalmente si possa vivere serenamente da pensionato e invece non è così, assegni funzionali maturati e non goduti , decorrenza sola giuridica dei sovrintendenti del 2002 , pensioni contributiva e mista , tfs tassato e ridotto, blocchi stipendiali che si riversano sulla pensione riducendone la pensione.
Purtroppo neanche da pensionato si è sereni , aggiungo cause di servizio tutte negate e non riconosciute dal comitato di verifica.
Comunque spero sempre in miglioramenti per chi in servizio e non .
Che qualcuno spero si renda conto che la legge Fornero massacra i pensionati che non rientra nel retributivo .
Un caro sincero saluto e un abbraccio per tutti

Di  Pensionato abbandonato  (inviato il 16/09/2017 @ 08:39:40)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.198.210.67


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente di Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza. Sposato, con tre figli, era in servizio nel carcere di Padova

2 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

3 Il Messaggero: stanziati fondi per rinnovo contratto polizia, dovrebbero essere circa 100 euro a regime

4 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

5 Congedo programmato e malattia

6 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

7 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

8 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

9 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

10 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale





Tutti gli Articoli
1 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

2 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

3 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

4 Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo

5 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

6 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione