Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Ucciardone mon amour.


Polizia Penitenziaria - Ucciardone mon amour.

Notizia del 26/07/2010

in Accadde al penitenziario

(Letto 3727 volte)

Scritto da: Nuvola Rossa

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


 

Il mio amico commissario Ultimo (in graduatoria) mi raccontò un giorno che dopo aver lavorato all’Ucciardone, di aver subito, quella sensazione che si prova di ritorno dall’Africa, meglio conosciuta come “mal d’Africa”; in questo caso “mal dell’Ucciardone”, una sensazione che è un misto di malinconia, affetto, ricordi indelebili, insomma una sorta di saudade in salsa siciliana.
Si, l’Ucciardone di Palermo, il carcere per antonomasia gli aveva fatto questo effetto; la mattina quando lui arrivava a Palermo e incrociava quel maestoso muro di cinta carico di storia ed intriso di sofferenza umana, provava rispetto per quel luogo storico dal quale, nel tempo, erano transitati migliaia di detenuti, molti oppositori del regime borbonico, briganti, banditi, mafiosi e che custodiva segreti mai svelati come l’omicidio Pisciotta. Un luogo sicuramente affascinante. Attraversare quei viali, ammirare quelle poderose mura o i secolari ficus del piazzale grande era uno spettacolo che si rinnovava ogni giorno, per il quale il mio amico Commissario si sentiva un privilegiato solo per il fatto d’esserci.
E quanta sofferenza ancora pervade il mio amico Commissario quando si parla dell’Ucciardone in termini negativi, da parte dei radicali o del garante dei diritti dei detenuti….. ma bisogna fare i conti con la realtà e cioè: cosa nel tempo è diventato l’Ucciardone? Un carcere invivibile dal punto di vista dei detenuti, stipati in 10 – 12 detenuti per stanza, dove d’estate la temperatura delle celle e delle sezioni detentive sono degne di una sala macchine di una petroliera; dove il caldo fa proliferare migliaia di scarafaggi e dove i ratti delle fogne fanno capolino nei passeggi sbucando fuori dai tombini, attirati da pezzi di pane o formaggio lanciati apposta dai detenuti che per passatempo poi, riempiono bottiglie d’acqua di due litri e dopo aver preso la mira, le lanciano come bombe sui topo spiaccicandoli sull’asfalto.
Dove la zona detentiva di transito dei detenuti che vengono arrestati, denominata da decenni con ironico cinismo, “canile” , oggi fa discutere e crea scandalo tra i benpensanti come i radicali sempre attenti ai diritti dei detenuti.  Ma è un carcere invivibile anche per gli agenti (ma già, a loro non pensa nessuno – carne da macello – costretti dal pendolarismo a bivaccare in due caserme (una ex sezione detentiva e l’altra c.d. La Rotonda) spesso alle prese con la mancanza d’acqua, con problemi di docce, con il caldo terribile. Costretti dall’alto numero di assenze dal servizio ad accorpamenti plurimi di posti di servizio e spesso ad operare con uno o due agenti per sezione (in una sezione in media vi sono ristretti 300 detenuti!), costretti a fronteggiare le legittime proteste dei detenuti, da soli, senza sottufficiali e fronteggiando situazioni calde solo grazie al loro altissimo senso del dovere e una grande professionalità. Eppure il DAP sembra aver dimenticato i glorfiosi agenti dell’Ucciardone, abbandonandoli a se stessi, con una mancanza di personale di 180 unità, che ha del surreale, tra distaccati, ammalati, sindacalisti, legge 104 ecc.
Il mio amico Commissario Ultimo diceva a questi ragazzi che, solo per il fatto di trovarsi all’Ucciardone e recarsi ogni mattina in sezione, solo per quello avrebbero meritato almeno 50 euro al giorno in più come gratifica; e non scherzava, parlava sul serio il mio amico……
Cos’è diventato oggi l’Ucciardone? Un carcere decadente dove si è riusciti, nel tempo, perfino a distruggere la 9^ sezione, quella un tempo riservata ai mafiosi e dove gli stessi scontavano la pena in un clima di estrema severità – gestita da una squadra di agenti preparati e indomiti – tanto che i detenuti mafiosi spesso lamentandosi con il Comandante chiedevano: Ma chi ssemu n’ta na sezioni 41 bis? - Oggi la 9^ sezione, dove un tempo vi lavorò anche l’indimenticato Giuseppe Montalto, è una sezione detentiva come le altre. E’ un carcere che non potrà mai essere ripristinato con le prescrizioni dettate dall’Ordinamento Penitenziario, non si capisce pertanto l’ostinazione con la quale si sono portati avanti i lavori dell’8^ sezione. Il mio amico Commissario “Ultimo” dice con amarezza e con una lacrima che gli scende sul viso, che l’Ucciardone è un carcere da chiudere e da consegnare ai cittadini palermitani come monumento; che ne facciano un museo o un centro congressi poco ci importa. E’ un carcere che calpesta la dignità di detenuti e poliziotti penitenziari, la pena scontata all’Ucciardone è una pena doppia; lavorare all’Ucciardone per un poliziotto penitenziario oggi è una sofferenza sia per il carico di lavoro che per quella sensazione di sgradevole abbandono da parte del vertice del DAP, che li pervade quando, di sera montano da soli, in sezioni di 300 detenuti.
 
Nuvola Rossa

Scritto da: Nuvola Rossa
(Leggi tutti gli articoli di Nuvola Rossa)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario assolto definitivamente: era accusato di associazione mafiosa ad una cosca di Lamezia Terme
Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere
Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage
Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa
Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza
Il carcere di Sala Consilina rimarrà chiuso: il Consiglio di Stato ha accolto provvisoriamente il ricorso del Ministero contro il TAR
Condannato per aver aggredito Poliziotti penitenziari nel carcere di Sanremo. Arrestato e riportato in carcere
Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 15


Quo usque tandem Catilina abutere patientia nostra?
(Per quanto ancora Catilina abuserai della pazienza nostra?)
Frase detta da Cicerone all'interno del Senato di Roma.
LA DEDICHIAMO A CHI SE NE STA FREGANDO E SAPPIAMO CHI SONO !

Di  massimodecimomeridio  (inviato il 01/09/2010 @ 15:51:35)


n. 14


i politici sono in apprenzione però cosa hanno fatto dopo la visita all'ucciardone, niente, sono andati al mare, l'ipocrisia regna sovrana.

Di  giorgio  (inviato il 20/08/2010 @ 13:15:31)


n. 13


con la visita in istituto dei politici a ferragosto cosa cambierà ? vedremo ! come ogni anno niente !

Di  peppe  (inviato il 16/08/2010 @ 20:43:21)


n. 12


mi rammarica notare che tutti i commenti dei colleghi sian concentrati sulla notizia della scorta all'assessore !

Di  attila  (inviato il 10/08/2010 @ 12:30:22)


n. 11


sei veramente ingamba complimenti nuvola rossa
Io lavoro all'ucciardone da 13 anni e mi accorgo che sta diventando davvero dura.

Di  attila  (inviato il 06/08/2010 @ 23:15:34)


n. 10


io all'ucciardone mi trovo bene, però la cosa che fà rabbia è che siamo abbandonati a noi stessi.

Di  carmelo  (inviato il 03/08/2010 @ 21:37:23)


n. 9


alberto se farebberole cose giuste verresti trasferito, visto che hanno completato un padiglione, ma per mancanza di uomini è chiuso.

Di  davide  (inviato il 02/08/2010 @ 09:34:37)


n. 8


Sono un appartente al glorioso corpo di Poliza pen. Sono 12 anni che presto servizio in un istituo del nord (emilia romagna) e vi assicuro da PALERMITANO che darei non so che cosa per poter essere effettivo ALL'UCCIARDONE. Praticamente ci sono cresciuto accanto, abito nella stessa via. Da soldato che fa sezione a palla vi dico che sicuramente si sta meglio che un istituto "modello" del nord, fatto a misura di detenuto ma non mai di agente. LO so perche ci sono stato "distaccato per 60 gg" per il parto di mia moglie. Il mio è solo uno sfogo. Miauguro che possa andare in pensione uscendo dall'ucciardone. w la pol peen

Di  ALBERTO  (inviato il 30/07/2010 @ 14:54:58)


n. 7


qualcuno e/o tanti deve leggere e riflettere, perchè se l'ucciardone oggi è in questa situazione è colpa sua, adesso si deve dare un segnale ai poliziotti penitenziari che vi lavorano, e sono daccordo sul fatto che è grazie a loro che va avanti la struttura...un suggerimento viene dato da matteo ed io lo condivido in pieno.

Di  giuseppe  (inviato il 29/07/2010 @ 21:53:19)


n. 6


CC PALERMO UCCIARDONE, GRAVI CRITICITA'. NOTA AL CAPO DAP

http://www.sappe.it/file_pubblici/pa%20ucc%20dap%20lugl2010.pdf

Di  paolo  (inviato il 28/07/2010 @ 10:54:47)


n. 5


in queste condizioni critiche l'istituto và avanti solamente grazie alla "grande professionalità" dei Poliziotti Penitenziari, del Direttore, e del Comandante di Reparto.


Di  aldo calì  (inviato il 26/07/2010 @ 23:21:35)


n. 4


Sono a favore del bonus da 50 euro per il solo fatto di lavorare all'Ucciardone, integrato dal ceck up medico totalmente gratuito. In attesa che questo avvenga passo il tempo a dare i nomi alle zanzare che mi vengono a trovare tutte le volte che vado al lavoro, a topi e scarafaggi metto solo nomiglioli da sfottò perchè mi stanno troppo antipatici.

Di  Nino  (inviato il 26/07/2010 @ 17:53:18)


n. 3


IL SAPPE E "FORSE" ALTRI SINDACATI (HO LETTO SOLO LE NOTE DEL SAPPE) SICURO HANNO SEGNALATO CON NOTE SINDACALI LE CRITICITA ...MA DOVE SONO I RISULTATI ?
TANTA GENTE E' STATA DISTACCATA QUANDO VI ERO ORGANICO IN ESUBERO "ADESSO MANCANO PIU' DI 160 UNITA'" FACCIANO RIENTRARE A TUTTI, ED A LORO POSTO CI VADA PERSONALE CHE FA' SERVIZIO IN CARCERI SICILIANE DOVE IL PERSONALE E' IN ABBONDANZA "LO SANNO TUTTI DOVE C'E' ESUBERO"

Di  MATTEO  (inviato il 26/07/2010 @ 13:28:42)


n. 2


NUVOLA RUSSA HA FATTO UN'OTTIMA ANALISI, NON SI MUOVE MAI NIENTE A PALERMO ! NESSUNO DAP E PRAP SICILIA FA RIENTRARE I DISTACCATI "NON PER GRAVI MOTIVI " E QUELLI CHE LAVORANO SONO DA ELOGIARE SPERANDO CHE VENGANO PREMIATI CON LE CLASSIFICHE DI FINE ANNO ......!

Di  MATTEO  (inviato il 26/07/2010 @ 13:20:18)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.161.241.199


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

4 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

5 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

6 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

7 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!

10 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP





Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

7 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

8 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

9 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni

10 Detenuto in alta sicurezza aggredisce Poliziotto penitenziario dopo colloquio con i familiari nel carcere di Siracusa


  Cerca per Regione