Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Ultima fermata per il carcere: usciamo dalle Sezioni prima che sia troppo tardi


Polizia Penitenziaria - Ultima fermata per il carcere: usciamo dalle Sezioni prima che sia troppo tardi

Notizia del 11/01/2013

in Anche le Formiche nel loro piccolo si incazzano

(Letto 24742 volte)

Scritto da: Agente Furioso

 Stampa questo articolo


Propongo fin da ora a tutti i sindacati di creare le condizioni necessarie per “uscire dalle sezioni” così da non permettere ai politici di sfruttare ancora una vota la Polizia Penitenziaria come cuscinetto di contenimento della prossima feroce protesta dei detenuti.

Da quasi quattro anni, cioè da dopo che le carceri hanno iniziato a riempirsi di nuovo dopo l'indulto del 2006 e che si è superata di nuovo la soglia legale delle presenze di detenuti in carcere, i sindacati di Polizia Penitenziaria hanno denunciato l'imminente collasso del sistema penitenziario italiano.

Il SAPPE l'aveva già previsto ancora prima dell'entrata in vigore dell'indulto e aveva lanciato il monito che, senza riforme strutturali, l'indulto sarebbe stato solo una boccata d'aria. Forse lo sapevano anche i politici che l'indulto l'hanno proposto e approvato e forse (dico forse) l'indulto non era nemmeno rivolto alla massa dei detenuti effettivamente usciti, ma solo a qualche caso eccellente che in carcere non c'era ancora nemmeno entrato.

Fatto sta che il “pianeta carcere” ad oggi non è ancora crollato. Le denunce dei sindacati di Polizia Penitenziaria sono state affrettate, probabilmente esagerate dall'enfasi necessaria per cercare di far voltare lo sguardo dalla nostra parte. Inutilmente.

Anche i Radicali, con l'On.le Rita Bernardini in testa (che lo si accetti o meno) hanno lanciato i medesimi avvertimenti. Ma a parte le aggressioni quotidiane ai danni dei poliziotti penitenziari che non interessano a nessuno, nemmeno al Capo della Polizia Penitenziaria (che della Polizia piace prendere l'indennità in Euro sonanti, ma non le responsabilità), il sistema nel complesso ha tenuto. Rivolte non ce ne sono state, manifestazioni di protesta degne di tale nome dei poliziotti non ce ne sono state. Il sistema tiene.

Fino a quando?

Auguriamoci di essere quelli che gridavano “al lupo, al lupo” e così vogliamo essere considerati, ma di certo le difficoltà ci sono, le soluzioni non arriveranno a breve e nemmeno si sta seminando per raccogliere fra qualche anno (non penserete mica che potete ancora darci a bere il fantomatico piano carceri?!?).

Ma una cosa è certa. Gli strani movimenti dei politici, le parole dette e non dette di qualche esponente di Governo, lo stesso atteggiamento del Ministro della Giustizia che prima non si sbilancia più di tanto in tutto il suo mandato e poi piange lacrime che sembrano di coccodrillo, hanno generato grosse aspettative nella popolazione detenuta. La sentenza della Corte di Strasburgo che condanna ancora una volta l'Italia per il sovraffollamento patito da sette detenuti è l'ennesimo aspetto da prendere in considerazione che ha finito di legittimare l'esasperazione delle persone detenute.

La prossima composizione parlamentare e il prossimo Governo si ritroveranno direttamente all'ultima fermata del “pianeta carcere”. O daranno un segnale forte e concreto, oppure i primi a farne le spese, come al solito saranno i poliziotti penitenziari che si troveranno fisicamente davanti a tutta la sofferenza e la rabbia repressa fino ad ora.

E allora ripeto: usciamo dalle sezioni detentive. Mandiamoci tutti quelli che si riempiono la bocca dei patti con i detenuti. Rendiamola effettivamente dinamica questa sorveglianza, talmente dinamica che da rimanere fuori le sezioni a sorvegliare quel “carcere di vetro” che tanti dicono di sognare.

Togliamoci di mezzo prima che il peggio accada.

 

 


Scritto da: Agente Furioso
(Leggi tutti gli articoli di Agente Furioso)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone
Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti
Giornata della legalità: nel carcere di Arienzo i detenuti leggono i nomi di tutte le vittime di mafia e minuto di raccoglimento per Don Peppino Diana
Detenuto girava video dal carcere: arrestato con arsenale in casa, torna ai domiciliari con il braccialetto elettronico
Delega al Governo per dare Skype anche ai mafiosi? Insorge l''Associazione Vittime del Dovere
Tentata evasione dal carcere di Ivrea: detenuto fermato prima che arrivasse al muro di cinta
Detenuto ricoverato, esponente di spicco di un clan di Messina, libero di girare per l''ospedale di Parma
Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori
Nessun commento trovato.



Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.183.188


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente della Polizia Penitenziaria si suicida con la pistola d''ordinanza in casa davanti ai familiari

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

4 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

5 Riordino vuol dire mettere ordine

6 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

7 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

8 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

9 Cos''è e come funziona la Banca dati nazionale del Dna

10 Il ruolo della Polizia Penitenziaria tra la scommessa delle misure alternative e la banca dati DNA





Tutti gli Articoli
1 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

2 Agente penitenziario suicida: non riusciva a mantenere i tre figli disoccupati

3 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

4 Consiglio dei Ministri: Santi consolo NON confermato nel ruolo di Capo DAP?

5 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

6 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

7 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

8 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

9 Evasione da Sollicciano: probabile rimozione Direttore e Comandante, ma il Sappe chiama in causa il DAP e Gennaro Migliore

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione