Gennaio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2017  
  Archivio riviste    
Un collega assolto al processo Cucchi: condannare a tutti i costi anche un innocente, è questa la giustizia che cercate?


Polizia Penitenziaria - Un collega assolto al processo Cucchi: condannare a tutti i costi anche un innocente, è questa la giustizia che cercate?

Notizia del 04/11/2014

in Il caso.

(Letto 2145 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


E’ la prima volta che intervengo pubblicamente su questo processo. E' l'aula di Giustizia il posto per affrontare i processi, e lo è in primo luogo per chi è imputato di un grave fatto. E io all'interno del processo mi sono sempre difeso con forza, a fianco del mio avvocato Diego Perugini, da accuse che erano assolutamente infondate.

Io non ho picchiato Stefano Cucchi né ho visto qualcuno farlo. Lo ho detto, lo ribadisco. Sono innocente e da innocente ho dovuto sopportare 5 anni di processo scanditi da una insopportabile clima mediatico. Il processo non è fatto per condannare innocenti, ma per stabilire se delle persone hanno commesso un reato sulla base di prove al di la di ogni ragionevole dubbio.

Leggo che la Giustizia ha fallito perché ha assolto tutti gli imputati. Ma se mi avessero condannato ingiustamente avreste avuto Giustizia?

E’ questa la Giustizia che cercate?

Mi hanno giudicato due Corti: 4 Giudici togati. Magistrati seri, preparati, di lunga esperienza; ben 12 Giudici popolari. Persone "normali", di varia estrazione culturale e sociale. Un Magistrato fa solo il suo lavoro. Ed è  un lavoro difficile. Condanna se deve, assolve in caso contrario.

Lo ho detto nel processo, lo ribadisco. Ho visto quel ragazzo solo dopo le 13,30 quel maledetto giorno. Vedendo che non stava bene, ho chiamato un medico. Se avessi visto qualcuno anche solo tentare di fare qualcosa a quel ragazzo, lo avrei impedito. Non ho mai ammesso la violenza. Mai e contro nessuno: figuriamoci contro un debole.

Quante volgarità ho letto, quante ne sto vedendo. Mi hanno dipinto come un carnefice, un aguzzino. Persone codarde e vili che non mi conoscono. Ho letto di giudizi che non mi appartengono. Nessuno è autorizzato a parlare per me. Chi sfrutta la morte di un ragazzo per un minuto di popolarità non merita considerazione. Come padre ho condiviso totalmente il dolore dei familiari di Stefano Cucchi. E' giusto cercare verità. Ma io sono Nicola Minichini e sono in nocente. Rispettate anche questo.  

Nicola Minichini, Assistente Capo Polizia Penitenziaria

 

fonte Il Tempo

 

 


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Agenti penitenziari perquisiscono la sua cella e il detenuto rompe lo sgabello e ferisce due Poliziotti del carcere di Udine
Sospesi dal servizio i tre Carabinieri accusati della morte di Stefano Cucchi
Va a trovare il marito nel carcere di Torino con droga di ogni tipo nelle zone intime
Alberto Savi della Uno Bianca esce dal carcere in permesso premio per la prima volta
La RAI pagherà 8mila euro al boss mafioso Graviano per le riprese tv: le fece senza il suo consenso
Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere
Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria
Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 1


LA GIUSTIZIA ITALIANA E' TUTTA UNA BARZELLETTA.
SONO DA ARRESTARE TUTTI I POLITICI.

Di  Anonimo  (inviato il 12/11/2014 @ 19:05:41)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.163.164.67


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Le foto dei tre detenuti evasi dal carcere di Firenze Sollicciano

2 Circolare del GOM: togliete le foto da Facebook, è in atto una schedatura dei Poliziotti

3 Catturato dalla Polizia Penitenziaria uno degli evasi dal carcere di Rebibbia: indagini in corso sui complici della latitanza

4 Ufficiali medici nel Corpo di Polizia Penitenziaria?

5 La sospensione delle ordinarie regole di trattamento penitenziario (art. 41-bis)

6 Diventa anche tu Capo del DAP!

7 Clamorosa evasione dall''istituto … dal carcere ... insomma quello lì, come si chiama?

8 Il Ministro Orlando dichiara cessata l''emergenza sovraffollamento delle carceri, ma i dati lo smentiscono

9 C’era una volta la sentinella

10 Orlando e Consolo: pubblicate i dati reali del sovraffollamento





Tutti gli Articoli
1 Il Consiglio dei Ministri approva il Decreto Legislativo del Riordino delle Carriere

2 Decreto Milleproroghe, Sappe: Buona notizia via libera a 887 assunzioni nella Polizia Penitenziaria

3 Caso Cucchi: Poliziotti penitenziari chiederanno risarcimenti milionari ai Carabinieri

4 Detenuti di Poggioreale rifiutano le celle aperte: vissute come una minaccia alla propria incolumità

5 Tre detenuti evadono dal carcere di Firenze Sollicciano, Sappe: la responsabilità è dei colletti bianchi, evasione annunciata

6 Agente Penitenziario sorprende i ladri in casa che lo aggrediscono: ricoverato al pronto soccorso

7 Bonus 80 euro: quando e come saranno stanziati dopo ennesimo slittamento

8 La latitanza dorata del detenuto evaso da Rebibbia catturato dal NIC della Polizia Penitenziaria

9 Poliziotti e detenuti ripareranno insieme le auto della Polizia Penitenziaria

10 Due Poliziotti feriti nel carcere di Regina Coeli: aggrediti da detenuti magrebini infastiditi dalle perquisizioni


  Cerca per Regione