Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Unità sindacale: piccoli ma importanti segnali di speranza


Polizia Penitenziaria - Unità sindacale: piccoli ma importanti segnali di speranza

Notizia del 19/05/2012

in Dal buco della serratura

(Letto 3296 volte)

Scritto da: Enzima

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Molte volte leggo appelli rivolti ai sindacati di Polizia Penitenziaria per unirsi sulle battaglie importanti per il Corpo: la fantomatica unità sindacale. Difficile che ciò avvenga nel breve periodo perché nella Polizia Penitenziaria non ci sono veri e propri sindacati, ma tante ditte individuali o a conduzione familiare

Come se non bastasse, la crisi economica peggiora di giorno in giorno e anche l’intero sistema penitenziario ne risente: niente assunzioni, niente mezzi, niente regole, nessun Dirigente capace di prendere in mano la situazione. Anche dal vertice del Corpo, dai Commissari di Polizia Penitenziaria, non arriva nessun segnale

Ma è proprio in questi momenti bui che bisogna sforzarsi di riconoscere le cose positivi e i segnali di ripresa. Il primo che mi è capitato di leggere da tanto tempo è la solidarietà che la Segreteria Regionale UIL-PA Penitenziari Basilicata ha voluto mostrare al Segretario del Sappe Giuseppe Manniello che si è visto bersaglio di un attacco sindacale proveniente dal Provveditore Regionale dell’Amministrazione penitenziaria. Quello del Segretario regionale della UIL è stato un bel gesto di onestà intellettuale e di fierezza sindacale. Sicuramente avranno contato anche amicizie personali tra i due, ma quel che conta è che quel gesto è stato fatto e che è "pubblicizzato" anche dal Sappe che ha ringraziato.

Il secondo che mi fa ben sperare è l’intervento che ha fatto il Segretario Generale del Sindacato CNPP, Giuseppe Di Carlo, durante l’assemblea sindacale che il Sappe ha effettuato presso la sede del DAP nei giorni scorsi. Il primo motivo è la sua partecipazione fisica ad un’assemblea di un altro Sindacato, spesso in disaccordo con le sue scelte e su questo ci sarebbe già tanto da imparare. Ma il gesto più importante secondo me è la sua pubblica dichiarazione di entrare a far parte dell’Associazione Nazionale di Polizia Penitenziaria l’ANPPE, quell’Associazione che è stata tanto osteggiata dall’Amministrazione penitenziaria prima e vista come il fumo negli occhi poi da tanti poliziotti penitenziari, per il semplice motivo che a tenerla a battesimo è stato il SAPPE.

La lettera della UIL della Basilicata è già online, ma presto spero che sarà anche possibile ascoltare le parole di Giuseppe Di Carlo, di cui quasi mai ho apprezzato l’attività sindacale, ma da cui c’è da apprezzare sicuramente dell'altro.

Mai come ora è necessario che le persone alla guida dei Sindacati di Polizia Penitenziaria riescano ad accorgersi che l’avversario non è il Sindacato della porta accanto. Oggi gli sforzi devono essere indirizzati contro questa amministrazione che è incapace di autogovernarsi e che è gestita da persone incapaci di riconoscere i propri errori: segno della loro inettitudine e miseria umana.


Scritto da: Enzima
(Leggi tutti gli articoli di Enzima)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Uno degli accusati dell''omicidio di Emanuele Morganti era stato arrestato la sera prima con più di 1000 dosi di droga ma subito rilasciato
Sequestrati telefoni e coltelli nel carcere di Cassino: operazione di Carabinieri e Polizia Penitenziaria
Epatite C, il contagio passa dalle carceri e arriva nelle città per i pochi controlli
Continui problemi nel carcere di Airola: protesta della Polizia Penitenziaria
Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento
Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana
Riordino Polizia Penitenziaria: nuove qualifiche e nuovi errori
Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 6


Aspettiamo sviluppi sulla vicenda......probabile nuova alleanza in vista?

Di  Professore  (inviato il 24/05/2012 @ 20:35:50)


n. 5


Io penso solo che Di Carlo stia facendo questo solo per un tornaconto e non certamente per il bene del personale. Ma Cristo è morto di freddo sulla croce?

Di  libero pensiero  (inviato il 22/05/2012 @ 20:44:03)


n. 4


Bravo Peppe Di Carlo. Per me sei sempre stato un grande. Oggi ti confermo pubblicamente la mia amicizia. Commissario Giuseppe Romano

Di  Giuseppe Romano  (inviato il 19/05/2012 @ 20:38:57)


n. 3


Ora ci aspettiamo che questa pax sindacale si trasformi in attività a favore del Personale portata avanti in modo unanime, come molto spesso anzi quasi sempre avviene per gli altri Corpi di Polizia sidacalizzati, solo in questo modo si può combattere contro un'Amministrazione sorda ed immobile. Quando vedremo una vera battaglia per far entrare a pieno titolo anche la Polizia Penitenziaria nelle sezioni di Polizia Giudiziaria? Voi sindacalisti non sapete quanto è brutto incontrarsi con colleghi di altre forze di Polizia (tutte hanno le sezioni di Poliza Giudiziaria tranne la Penitenziaria, compresa la Municipale e la Provinciale), e sentirli parlare delle attività svolte, ed essere detti "ma come mai solo Voi non avete le sezioni di Poliza Giudiziaria? ma i Vostri sindacati che fanno?" E noi aspettiamo.

Di  Il Deluso  (inviato il 19/05/2012 @ 19:31:46)


n. 2


E quanto noi poliziotti di prima linea diciamo da sempre: basta beghe sindacali uniamoci contro il nemico comune che è il dap.

Di  marco 63  (inviato il 19/05/2012 @ 17:52:35)


n. 1


--- PICCOLI GESTI DI PAX ---

Nel ritenere che l'unità sindacale deve prescindere dalle idee e dal percorso sindacale nel vero significato del termine , apprezzo molto la nota della segreteria regionale UIL-Basilicata a sostegno dell'intimidazione perpetrata dal provveditore della Basilicata .
Oltre a riscontrare sostanzialmente l'illegittimità dell'inibizione all'esercizio dell'attivitò sindacale del Signor Manniello , si evidenziano palese comportamento antisindacale ai sensi della Legge sullo statuto dei Lavoratori.
Se l'intimidazione verso i rappresentanti sindacali dovesse essere secondo alcuni Dirigenti dell'Amministrazione motivo di esclusività nell'amministrare la P.A. , allora è molto facile percepire il perchè di tanta incapacità ed atavico esercizio di Funzioni...................!!
Nella speranza che tale critica sortisce un effetto ricognitivo ed il rientro di distorsioni non suffragata da nessuna normativa a favore di qualche Dirigente , il Corpo di Polizia Penitenziaria e i sindacati tutti traggono le giuste considerazioni , evidenziando peraltro che un giorno possa riguardare altro rappresentante del Comparto Sicurezza.........!!
La coerenza istituzionale , unitamente all'equilibrio di coscienza e di funzione , secondo un mio modesto pensiero, dovrebbe essere il collante necessario al fine di interagire insieme; ciò si rende necessario affinchè non venga mai meno la condivisione , l'interdisciplinarietà degli attori atta alla ricerca di soluzioni possibili al sistema penitenziario sempre più complesso e stressante.

Grazie di esistere ENZIMA...........

Di  IL CINICO  (inviato il 19/05/2012 @ 15:58:24)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.211.127.89


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

6 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Riordino carriere: risultati di un sondaggio rivolto al personale

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Riordino: chi non vuole i vice questori della Polizia Penitenziaria?





Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione