Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato


Polizia Penitenziaria - Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

Notizia del 09/08/2017

in Il Riordino

(Letto 3237 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Il MInistero dell'Interno ha inziato a diramare le prime indicazioni sulle procedure applicative del riordino.

Questa una delle prime direttive.

 

SCHEDA DI RIEPILOGO DEI PRINCIPALI CONTENUTI DEGLI SCHEMI DI DECRETO

 

A) Modalità di accesso alla qualifica di vice commissario del ruolo direttivo ad esaurimento:

- primo concorso per 1.500 posti da bandire entro il 30 settembre 2017 e successivo concorso per 300 unità da bandire entro il 30 marzo 2019, in attuazione dei criteri direttivi del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95;

- sostanziale riproduzione dei requisiti già previsti per il ruolo direttivo speciale mai istituito, con il mantenimento dei motivi ostativi già previsti per l'accesso al medesimo ruolo, anche fino alla conclusione della procedura concorsuale;

- introduzione del requisito dell'anzianità nella qualifica di sostituto commissario, compresa quella maturata nella denominazione di "sostituto commissario";

- riduzione del punteggio per i rapporti informativi;

- aggiornamento della generale categoria degli "speciali riconoscimenti", finalizzato alla valorizzazione delle ricompense previste dal Regolamento di servizio dell’amministrazione della pubblica sicurezza;

- previsione di una Commissione esaminatrice, presieduta da un dirigente superiore o generale della Polizia di Stato, anche in quiescenza da non più di un quinquennio, impiegata esclusivamente per i lavori della Commissione medesima per il concorso;

- previsione di cinque corsi di formazione di tre mesi (per-i vincitori del concorso per 1.500 posti), articolati in un periodo applicativo di un mese e in un periodo formativo di due mesi, in modalità e-learning, comprensivo di una settimana residenziale presso la Scuola Superiore di Polizia per gli esami finali e per la cerimonia di fine corso;

- svolgimento del periodo applicativo, fatte salve le esigenze di servizio e di funzionalità degli uffici, presso l'Ufficio o il Reparto di appartenenza al ·quale è preposto un funzionario con qualifica non inferiore a commissario capo o qualifiche equiparate. In caso contrario i vice commissari svolgono il periodo applicativo presso altro Ufficio o Reparto della stessa sede di servizio, ovvero di altra sede limitrofa cui è preposto un funzionario con qualifica non inferiore a commissario capo o qualifiche equiparate;

- frequenza del periodo formativo, in modalità e-learning, presso gli Uffici e Reparti di appartenenza;

- durante il periodo di sospensione del corso di formazione, svolgimento da parte dei vice commissari delle funzioni di cui· all'articolo 2, commi l e 2, del decreto legislativo 5 ottobre 2000, n 334, presso I’Ufficio o  Reparto ove hanno svolto il periodo applicativo, ovvero in altro Ufficio o Reparto situato nella stessa sede o in sede limitrofa al quale è preposto un funzionario della Polizia di Stato, secondo le esigenze di servizio dell'Amministrazione in relazione alla possibilità di impiego del personale interessato;

- dimissioni dal corso dei vice commissari che non superano l'esame finale o che sono stati per qualsiasi motivo-assenti per un periodo superiore a quello prescritto;

- possibilità di ripetere, per una volta, la parte di corso non frequentata e l'esame finale;

- assegnazione dopo il superamento del corso e la nomina a commissario, sulla base della graduatoria di ammissione al corso, tenendo conto delle esigenze di servizio e della possibilità di impiego.

 

B) Modalità di accesso alla qualifica di vice direttore tecnico del ruolo direttivo tecnico ad esaurimento:

- concorso per 80 posti, di cui 40 per i periti superiori del settore sanitario, da bandire entro il 30 dicembre 2017, in attuazione dei criteri direttivi del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95;

- sostanziale riproduzione dei requisiti già previsti per il ruolo speciale ad esaurimento dei direttori tecnici, mai istituito, con il mantenimento dei motivi ostativi già previsti per l'accesso al medesimo ruolo, anche fino alla conclusione della procedura concorsuale;

- introduzione del requisito dell'anzianità nella qualifica di sostituto direttore tecnico, compresa quella maturata nella denominazione di "sostituto direttore tecnico";

- riduzione del punteggio per i rapporti informativi;

- aggiornamento della generale categoria degli "speciali riconoscimenti", finalizzato alla valorizzazione delle ricompense previste dal Regolamento di servizio dell'Amministrazione della pubblica sicurezza;

- allineamento dei titoli di servizio e di cultura, e dei relativi _punteggi a quelli del ruolo del personale che espleta funzioni di polizia;

- previsione di un corso di formazione di tre mesi, articolato in un periodo applicativo di un mese e in un periodo formativo di due mesi, in modalità e-learning comprensivo di una settimana residenziale presso la Scuola Superiore di Polizia per gli esami finali e per la cerimonia di fine corso;

- svolgimento del periodo applicativo, fatte salve le esigenze di servizio e di funzionalità degli uffici, presso l 'Ufficio o il Reparto di appartenenza al quale è preposto un funzionario con qualifica non inferiore a commissario capo o qualifiche equiparate. In caso contrario i vice direttori tecnici svolgono il periodo applicativo presso altro Ufficio o Reparto della stessa sede di servizio, ovvero di altra sede limitrofa cui è preposto un " funzionario con qualifica non inferiore a commissario capo o qualifiche equiparate;

- frequenza del periodo formativo, in modalità e-learning, presso gli Uffici e Reparti di appartenenza;

- assegnazione dopo il superamento del corso con la nomina a direttore tecnico del ruolo direttivo tecnico ad esaurimento, sulla base della graduatoria del concorso, tenendo conto delle esigenze di servizio e della possibilità di impiego;

- applicazione, in quanto compatibili, delle disposizioni previste per lo svolgimento del corso di formazione dei vice commissari.

 

C) Modalità attuative dei concorsi interni per l'accesso alla qualifica di vice ispettore:

Primo concorso interno per titoli e per titoli ed esami, da bandire entro il 30 settembre 2017 e successivi sei concorsi da bandire entro il 30 settembre di ciascun anno, fino al 2023, in attuazione dei criteri direttivi del decreto legislativo 29 maggio 2017, n. 95;

- sostanziale riproduzione dei requisiti già previsti per l'accesso al ruolo degli ispettori attraverso concorso interno, con il mantenimento dei motivi ostativi già previsti per l'accesso al medesimo ruolo, anche fino alla conclusione della procedura concorsuale;

- introduzione del requisito dell’anzianità nel ruolo dei sovrintendenti e nella qualifica di sovrintendente capo;

- riduzione del punteggio per i rapporti informativi;

- aggiornamento della generale categoria degli "speciali riconoscimenti" finalizzata alla valorizzazione delle sole ricompense previste dal Regolamento di servizio dell’amministrazione della pubblica sicurezza;

- previsione di una Commissione esaminatrice, presieduta sa un dirigente superiore o generale della Polizia di Stato, anche in quiescenza da non più di un quinquennio, impiegata esclusivamente per i lavori della Commissione medesima ·per i sette concorsi interni per titoli e per titoli ed esami;

- svolgimento del corso di formazione di sei mesi, articolato in periodo applicativo di due mesi, in un periodo formativo di due mesi, in modalità e-learning e di un periodo residenziale di due mesi presso l'Istituto per ispettori di Nettuno, ovvero, per esigenze organizzative e logistiche, anche presso altri istituti di istruzione, anche per gli esami finali;

- svolgimento del periodo applicativo e del periodo, in modalità e-learning, presso la sede di servizio o di assegnazione.


Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino
Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano
Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande
Fastweb dimezza i costi e vince la gara d''appalto per i braccialetti elettronici
Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi
Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute
Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto
Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 12


SIAMO ARRIVATI ALL'ASSURDO PER IL RIORDINO SE NON HAI LA CLASSIFICA DI OTTIMO, NON PASSI ASS. CAPO COORDINATORE , A QUESTO PUNTO NON PASSERA' NESSUNO PERO GLI ASSISTENTI CAPO CONTINUANO A FARE LE SORVEGLIANZE GENERALI NEI CARCERI BOOOOOO E CHI CI CAPISCE NIENTE E UN RIORDINO E PER ANZIANITA SI PASSA, CHE VUOLE DIRE CHE bUFFA HA DETTO CHE SE IL PERSONALE HA RAPPORTI DISCIPLINARI NON PASSA CHE PRESA IN GIRO E IL SAPPE SI STA IN SILENZIO COME SEMPRE

Di  simone  (inviato il 18/08/2017 @ 11:17:05)


n. 11


Commento 10 anche se non sanno fare una mazza comunque ci sono sempre gli assistenti capo

Di  Anonimo  (inviato il 17/08/2017 @ 20:41:43)


n. 10


VOI PENSATE TUTTI GLI ASS. CAPO DELLA BANDA DELLA POLIZIA PENITENZIARIA SI SONO RITROVATI COL GRADO DI ISP CAPO SENZA FARE UN CORSO, E POI SE VENGONO MESSI IN UN CARCERE A FARE LA SORVEGLIANZA GENERALE E NON CAPISCONO UNA MAZZA! E CON IL RIORDINO VIA AL PASSAGGIO DI VICE SOVRINTENDENTE PER ANZIANITA , PER TUTTI GLI ASS CAPI CON 8 ANNI NEL GRADO , SI PERCHE LA LEGGE DEVE ESSERE UGUALE PER TUTTI , QUESTA E UNA DISCRIMINAZIONE, QUALCUNO DICE MA QUELLI SONO PROFESSIONISTI SUONANO, E CHE VUOL DIRE E NOI SIAMO STUPIDI ALLORA CHE ORMAI FACENDO LA SORVEGLIANZA GENERALE TUTTI I GIORNI CI SPETTEREBBE ANCHE IL GETTONE DI PRESENZA, ALLORA COME E STATO FATTO CON LA BANDA, CHE NON HA FATTO UN
CORSO E OGGI SI TROVANO COL GRADO DI ISPETTORE E NON SANNO NEANCHE FARE UN ELEZIONE DI DOMICILIO PER DENUNCIARE UNA PERSONA , ALLORA CON IL RIORDINO TUTTI PASSANO COL GRADO DI VICE SOVRINTENDENTE PER ANZIANITA' DI SERVIZIO QUESTO E UN RIORDINO ALLA DIRIGENZA SAPPE

Di  simone  (inviato il 17/08/2017 @ 11:09:39)


n. 9


Ridateci i nostri diritti , i nostri arretrati del mancato rinnovo contrattuale con tutti l'interesse di legge .
Questo riordino e una farloccata

Di  Anonimo  (inviato il 16/08/2017 @ 17:50:15)


n. 8


AL SOVRINTENDENTE IN PENSIONE FORSE NON HAI CAPITO, IL DISCORSO E DIRETTO AL PASSAGGIO DI ASS CAPO, A QUELLO DI ASS CAPO COORDINATORE, L'INGIUSTIZIA E QUELLA CHE NONOSTANTE ORA GLI ASS CAPO FANNO LA SORVEGLIANZA GENERALE , NEL RIORDINO ALCUNI ASS CAPO DA COME DICONO NON FRUIRANNO DEL RIORDINO PER I RAPPORTI O LA CLASSIFICA BASSA E CHE RIORDINO EEE IO SONO ARRIVATO NEL BENE E NEL MALE AI MIEI 26 ANNI DI SERVIZIO CON 11 NEL GRADO DI ASS CAPO ORA PER I RAPPORTI NON CI PASSO

Di  simone  (inviato il 16/08/2017 @ 11:28:58)


n. 7


Caro Simone ti sarei grato se leggi bene il mio commento , io elogio il ruolo assistenti e assistenti capo .
Cordiali saluti Simone

Di  Sovrintendente in pensione  (inviato il 15/08/2017 @ 23:55:22)


n. 6


AL SOVRITENDENTE PENZIONATO QUESTO RIORDINO DEVE ESSERE FATTO AL FINE DI UN PREMIO A TUTTI GLI ASS. CAPO CHE OGNI GIORNO FANNO GIA DA ANNI LA SORVEGLIANZA GENERALE E NON POSSONO FARLO PERCHE NON SONO SOTTUFFICIALI, QUESTA E UNA DISCRIMINAZIONE VERSO CHI PER ANZIANITA' ACQUISITA NEGLI ANNI E PER I RAPPORTI DISCIPLINARI PRESI SPESSO PER INGIUSTIZIE SUBITE, MA A NESSUNO IMPORTA E PER QUESTO CHIEDIAMO CHE IN QUESTO MESSAGGIO, VENGA RIVERSO ALLA CONOSCENZA DEL DOTT CAPECE E GIANNI DE BLASIS, PER ANZIANITA' DI SERVIZIO TUTTI DEVONO PASSARE AL RUOLO DI ASS. CAPO COORDINATORE, PER I RUOLI DI SOVRINTENDENTE E LI CHE SI DEVE VEDERE LE SANZIONI DISCIPLINARI , LA CLASSIFICA E TUTTO QUELLO CHE VOLETE MA CBLOCCARE IL PASSAGGIO AL RIORDINO SIGNIFICHEREBBE QUESTO CHE ASS. CAPO FANNO I COORDINATORI SU ASS. CAPO ANZIANI LITI RAPPORTI DISCIPLINARI CHE SFIOCCANO SARA UN CAOS VI PREGHIAMO DI INTERVENIRE NEL SENSO CHE LA CARRIERA DEL ASS. CAPO SI CONCLUDE AD ASS CAPO COORDINATORE PER TUTTI ANCHE PER CHI HA PRESO RAPPORTI DISCIPLINARI E CLASSIFICHE BASSE

Di  simone  (inviato il 15/08/2017 @ 18:52:26)


n. 5


😀😁👮👍🖐 Hai ragione commento 4 condivido!

Di  Anonimo  (inviato il 10/08/2017 @ 16:19:40)


n. 4


Sono da promuovere tutti gli assistenti capo che con grande competenza tiravano avanti la carretta, naturalmente oltre i sovrintendenti del 2002 .
Assistenti capo che oggi sostituisco ispettori e sovrintendenti , assistenti capo che da anni svolgono mansioni di ruolo superiore nei turni di servizio pomeridiani serali notturni e soprattutto festivi , assistenti capo impiegati da sorveglianza generale non occasionalmente ma già da programmazione in turni .
Lo dico io pensionato che il ruolo assistenti capo merita attenzione e non sola attenzione ma anche promozioni avanzamento al grado da ispettori .
Questo riordino e un riordino solo per pochi eletti che già sono stati riordinato dal precedente riordino e nonostante già baciati dalla dea bendata del precedente riordino lamentano lamentosamente

Di  Sovrintendente pensionato 2015  (inviato il 10/08/2017 @ 13:15:48)


n. 3


Della serie tutti vogliono diventare Generali.
I giovani di oggi diceva un vecchio SAGGIO collega.
Ormai nessuno vuole più farsi le ossa con la gavetta,arrivano sembrano che vogliono spaccare il mondo,ora cambiamo tutto in meglio? e poi si siedono anche loro ad aspettare il 27,tanto ci pensa la truppa ,questa è la realtà.
Ed è per questo che andava premiata più la truppa.
Sarà un mio pensiero ? io l'ho sempre pensata cosi.
La truppa ?
Chi manda avanti il lavoro?
Ovviamente la truppa.
W la truppa.

Di  Un mio pensiero  (inviato il 10/08/2017 @ 11:49:36)


n. 2


Questo doveva essere un riordino per dare a chi non ha mai ricevuto nulla,un premio meritato agli Assistenti Capo, quelli che hanno sempre tirato avanti la carretta oltre ai Sovrintendenti del 2002 .
Invece il 1995 Ringrazia...

Di  Anonimo  (inviato il 10/08/2017 @ 11:39:51)


n. 1


E si solo commissari e ispettori e per tutto il rimanente personale agenti assistenti sovrintendenti che ne sarà.
E per i sovrintendenti della polizia penitenziaria del 2000 che ne sarà

Di  Anonimo  (inviato il 09/08/2017 @ 22:55:02)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.196.74.153


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 Terrorismo islamico: Polizia Penitenziaria armata anche fuori dal servizio. Emanata circolare DAP

3 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

4 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

5 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

6 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

7 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

8 Noi, vittime della Torreggiani

9 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

10 Le proteste pretestuose





Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

3 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

4 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

8 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

9 Poliziotto penitenziario trasportato d''urgenza in ospedale dopo aggressione da parte di un detenuto del carcere di Ariano Irpino

10 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi


  Cerca per Regione