Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Vice Capo DAP Luigi Pagano: cosa sta facendo per tutelare l'immagine della Polizia Penitenziaria?


Polizia Penitenziaria - Vice Capo DAP Luigi Pagano: cosa sta facendo per tutelare l'immagine della Polizia Penitenziaria?

Notizia del 24/08/2012

in Orgoglio della Polizia Penitenziaria

(Letto 4900 volte)

Scritto da: Redazione

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


“Non sempre un buon Provveditore Regionale è anche un buon Vice Capo Dipartimento. Luigi Pagano ne è la conferma più evidente: dinamico ed attivo quando era responsabile regionale penitenziario della Lombardia, non lo è altrettanto nell’incarico di responsabile della Comunicazione dell’Amministrazione Penitenziaria.
 
E’ infatti disarmante l’indifferenza istituzionale del DAP che non ha preso a tutt’oggi alcuna posizione e iniziativa circa la notizia che in una prossima fiction di Rai1 nel quale è prevista una puntata sul tema delle violenze in carcere che, a detta stessa degli autori, altera la realtà della vita quotidiana penitenziaria. Cosa ha fatto di concreto il vice Capo DAP Luigi Pagano, responsabile della comunicazione istituzionale dell’amministrazione penitenziaria, nel merito di questa fiction? Che provvedimenti ha ritenuto opportuno assumere? Ha chiesto di vedere cosa c’è scritto nel copione di quella puntata che, a detta stessa degli ideatori, vuole creare la falsa immagine del carcere quale luogo di sistematiche violenze in danno dei detenuti? Ma la Polizia Penitenziaria non può pagare le diffuse e colpevoli incapacità del DAP a tutelare l’immagine e l’onorabilità del Corpo: per questo ci appelliamo alla Ministro della Giustizia Paola Severino ”
 
“Pagano si è impegnato pubblicamente per stemperare il caldo nelle carceri e per non far trasferire un detenuto da Pisa a Milano, chiestogli da una Associazione per i detenuti. Ma ai poliziotti ci pensa?” prosegue Capece. “Gli italiani non conoscono bene la Polizia Penitenziaria perché l’Amministrazione penitenziaria non vuole e non è capace di far conoscere il duro lavoro degli agenti penitenziari che garantiscono la sicurezza delle carceri in Italia 24 ore su 24 per 365 giorni all’anno. Gli italiani non ci conoscono perché il DAP, segnatamente l’Ufficio stampa e relazioni esterne ed il Vice Capo DAP Luigi Pagano, non è evidentemente capace di svolgere il proprio lavoro di comunicazione.
 
E questo non ci stupisce considerato il fatto che la Polizia Penitenziaria non ha nessuna voce in capitolo nel settore della comunicazione pubblica all’interno della propria amministrazione. Continuiamo a denunciare da anni che l’Amministrazione Penitenziaria ha del tutto disatteso il proprio mandato istituzionale di informare i cittadini e far conoscere la realtà penitenziaria e il duro lavoro della Polizia Penitenziaria. Le nostre dichiarazioni sono anche confermate da uno studio sulla percezione d’immagine della Polizia Penitenziaria da parte dei cittadini che più un anno fa il DAP aveva commissionato ad una società di sondaggi.
 
Lo studio dimostrava che la Polizia Penitenziaria era all’ultimo posto di preferenza tra le Forze di Polizia italiane, ma arrivava in assoluto al primo posto tra le persone che avevano avuto modo di conoscere il nostro lavoro e la nostra professionalità. Siamo anche stufi di assistere all’immobilismo e all’insufficienza dell’Ufficio Stampa del DAP che si rifiuta di intervenire quando i media e le produzioni televisive ci appellano con i termini denigratori di “secondini” o “guardie carcerarie”, quando dovrebbe essere noto a tutti, e a maggior ragione a chi si occupa di comunicazione, che la Polizia Penitenziaria è una risorsa e una realtà del Paese da più di venti anni.
 
Se i cittadini non conoscono bene la Polizia Penitenziaria dipende dal fatto che il DAP sulle carceri e in particolar modo sul ruolo della Polizia Penitenziaria continua a mantenere quella cortina fumogena che non è in grado e non vuole diradare. E diffondere attraverso la Rai una fiction sulle presunte sistematiche violenze in carcere vorrebbe dire dare un colpo mortale all’immagine dei Baschi Azzurri”.
 
Donato Capece - Sappe Informa
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 
 

Scritto da: Redazione
(Leggi tutti gli articoli di Redazione)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Ripetute proteste nella stessa giornata nel carcere minorile Beccaria di Milano
Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone
Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria
Mafiosi convertiti all''islam durante la permanenza in carcere: il caso del boss che vuole convertire anche il figlio
Carcere di Orvieto di nuovo casa di reclusione? La protesta dei Poliziotti: a rischio la chiusura del carcere
Il DAP affida in esclusiva all''Ucoii la scelta degli imam nelle carceri: pericolo di predominanza salafita
Motovedetta della Polizia Penitenziaria in soccorso di otto ricercatori bloccati sull''isola di Pianosa
Nuovo carcere di Brescia? Pronto non prima di sei o sette anni


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 14


Non ce ne voglia il Dott Pagano ma, della sua presenza(o assenza), sinceramente ancora non si è avuta prova tangibile. Lui che era arrivato, penso giustamente, con una bella nomea alle spalle.

Di  pino  (inviato il 04/09/2012 @ 08:49:44)


n. 13


in 28 anni di servizio non ho mai conosciuto il Dott. Pagano personalmente. tuttavia sul suo conto non ho mai sentitto (da radio carcere, come si suol dire) una parola o un pettegolezzo di cattivo gusto o denigrante, da tanti colleghi provenienti da quel di S. Vittore: questo qual cosa vorrà pur dire. penso anche che se ce ne fosse bisogno l'immagine della Polizia Penitenziraia debba essere curata, da donne e uomini in divisa. ma come dico sempre, i fatti parlano per le persone, anche quelle in Uniforme.

Di  isp. rico massimo  (inviato il 30/08/2012 @ 08:49:47)


n. 12


Questa discussione assume toni davvero surreali. Ci lamentiamo quando ci chiamano secondini o guardie carcerarie o quando dipingono il carcere come luogo sistematico di torture e violenze e poi se si chiede a chi per mandato istituzionale dovrebbe tutelare l'immagine del corpo cosa fa per impedire questo squallido metodo di (dis)informazione taluni si affrettano a difendere l'uomo Pagano CHE NESSUNO METTE IN DISCUSSIONE. Perché Pagano non difende il Corpo così come è stato solerte a rassicurare l'associazione dei detenuti Antigone sul trasferimento di un detenuto qualche settimana fa da Pisa a Milano? Ma ve la sentite dentro, questa divisa, o per voi è solo un lavoro come un altro???

Di  Non ho la memoria corta,mio  (inviato il 29/08/2012 @ 19:35:32)


n. 11


Da un Comandante di Reparto sarebbe bello leggere anche parole in difesa della Polizia Penitenziaria...

Di  Assistente Capo di lungo corso  (inviato il 29/08/2012 @ 18:29:57)


n. 10


Sono rammaricata per le parole e i toni forti utilizzati nell'articolo da chi certamente non conosce il valore dell'uomo, le sue competenze e l'attenzione che questi ha dimostrato negli anni nei confronti del personale di polizia penitenziaria.
Credo inoltre che il Dap non possa censurare nè tanto meno impedire la realizzazione di un prodotto cinematografico, comunque espressione della libertà di manifestazione del pensiero.
In qualità di responsabile della comunicazione del Dap sono certa che, se gli sarà dato modo e tempo, saprà dare risposte concrete, come ha sempre fatto, valorizzando la nostra immagine.





Di  Comandante di Reparto C.C. San Vittore  (inviato il 29/08/2012 @ 18:12:33)


n. 9


Gentili Signori , credo che dare un giudizio cosi' affrettato a un Uomo, che ha speso una vita per questa amministrazione sia davvero riduttivo , prima di dare certe valutazioni circa il Dott. Pagano , lo si dovrebbe conoscere a fondo , conoscendone e riconoscendone la professionalita' l'intelligenza Superiore , e l'umanita' che ha portato nelle carceri che ha diretto.
Sono stato al fianco del Dott. Pagano per molti anni , posso dirvi che ha sempre avuto rispetto per la Polizia Penitenziaria , cosciente del duro lavoro che riesce ad assolvere.
Gli ultimi mesi della sua attivita al D.A.P. in tutta sincerita' mi sfuggono , ma credo che una intera carriera di un brillante dirigente non possa essere offuscata da un segretario che del sindacato ne ha fatto da sempre un suo patrimonio ,,,, di "affari"" senza conoscere alcunche' delle reali condizioni dei nostri penitenziari . C. R. MILANO

Di  roky  (inviato il 28/08/2012 @ 16:45:53)


n. 8


conosco il dott. pagano luigi dal lontano 78 a pianosa , a quell'epoca si era tutti uniti , ricordo alcuni episodi di convivenza sociale dell'isola ( come i tornei di calcio che si organizzavano ) ed era molto disponibile con il personale di p.p., dopo qualche anno lo incontrato a milano e mi è sembrato lo stesso , si vede che tiene le mani legate dalla politica , di non far nulla e lasciare tutto cosi' .

Di  drago  (inviato il 26/08/2012 @ 22:40:19)


n. 7


---- al di là se fosse il dottor pagano o i suoi precedessori , nessuno ha fatto mai niente , tanto meno faranno......anzi ribadisco ch emolti direttori son diventati dirigenti generali grazie alla polizia penitenziaria .
Sono convinto perchè non c'è alta spiegazione, altrimenti le carceri chi li reggono?? i faccendieri affaccendati?, i ragionieri, gli uscieri e portaborse ? gli educatori???? ma doves tanno?? io non li vedo........................
Il cambiamento deve e dovrà essere fatto , anche perchè molti figli di dirigenti dell'amministrazioni già sono comandanti altri diventeranno..................quindi in matematica 1+1 FA DUE::::::::::::::::::::::::::
WWW IL SAPPE SEMPRE DOVUNQUE E COMUNQUE PRESENTE................

Di  IL CINICO  (inviato il 26/08/2012 @ 19:31:37)


n. 6


hai perfettamente ragione antonella anche io la penso come te :)

Di  Lucia  (inviato il 25/08/2012 @ 19:59:25)


n. 5


Se c'e' da prendere posizioni ed iniziative varie per quanto riguarda i detenuti avoglia che si interessano e si fanno persino intervistare dalle tante tv e giornalisti; per quanto riguarda la tutela a favore dei poliziotti che quotidianamente rischiano la propria vita nei penitenziari e fuori a pochi interessa !! A questo punto servono persone in divisa Noi questi pseudo-capi della polizia penitenziaria diciamo NO, non li vogliamo !!

Di  Antonella G.  (inviato il 25/08/2012 @ 13:09:26)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.205.173.230


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

6 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

7 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

8 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

9 Ente di Assistenza: a chi serve?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera





Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

6 Poliziotto assolto da accusa di violenza sessuale: nei guai invece finisce il medico per evasione della detenuta

7 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

8 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

9 Carcere di Rossano a rischio sicurezza: 36 Agenti penitenziari servono solo per controllare il muro di cinta

10 Detenuti decapitati e lanciati fuori dalle finestre: è di 60 morti il bilancio della rivolta nel carcere brasiliano


  Cerca per Regione