Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Vita da Poliziotto Penitenziario


Polizia Penitenziaria - Vita da Poliziotto Penitenziario

Notizia del 11/03/2015

in Accadde al penitenziario

(Letto 7456 volte)

Scritto da: Interventi ricevuti

 Stampa questo articolo     Leggi i Commenti Commenti dei lettori


Uno dei giorni più belli è forse quello in cui da giovanissimo agente ti consegnano tesserino, placca e pistola: è il suggello di un percorso formativo, forse di più, per alcuni il sogno di una vita.

Inebriato da quel piccolo potere di sentirti qualcuno non sempre capisci subito cosa effettivamente sei, cosa fai, cosa puoi o non puoi fare.

C’è chi si muove con più spavalderia, altri timidamente, altri ancora sperano in una comoda poltrona con un computer e qualche  scartoffia da far girare.

Quando arrivi a destinazione nell'Istituto Penitenziario dove si andranno a svolgere le proprie mansioni ti scontri però con la quotidiniatà di questo lavoro.

→ Turni a volte massacranti e stressanti, senza dimenticare che si ha a che fare con la vita delle persone (e non è poco) e a volte si arriva a fare anche da psicologo;

→ Sovrafollamento delle carceri

→ Mancanza di personale... per esigenze di servizio ti vengono tolte le ferie (anche lo stesso giorno che parti per le  ferie ti arriva la chiamata sul cellulare che non devi partite perchè il congedo ti è stato revocato), così aumentano gli straordinari e con essi anche lo stress e la frustrazione: l'emergenza riguarda anche noi agenti di Polizia Penitenziaria.

→ Mezzi che non sono proprio all'altezza dell'operatività (a volte, per l'indisponibilità di quelli dell'amministrazione, in manutenzione, si usano mezzi propri per espletare il servizio richiesto).

I primi giorni in carcere sono traumatici, in prigione c'è da vedere qualcosa che a molti non fa piacere.

Noi rappresentiamo la legge in carcere e anche chi da un'opportunità ai detenetuti, la mole di lavoro è tanta.

C'era chi diceva che i cattivi vanno in prigione, ma chi controlla i cattivi? E chi mettiamo? I più cattivi tra i buoni. A volte questo sentire la società lontana, che poi è quella che ci sta intorno, rende più difficile il nostro lavoro.

Il carcere è il luogo di disagio per eccellenza e anche gli operatori subiscono le conseguenze negative che questo comporta. C’è sempre il rischio che un operatore non abbastanza motivato o preparato si logori. Qui nessuno può permettersi di lavorare solamente per ricevere uno stipendio, altrimenti la vita diventa veramente orribile e si può incorrere in situazioni di forte stress e depressione, con il rischio di coinvolgere in questa spirale anche i familiari.

Il nostro lavoro è differente dal poliziotto che lavora all'esterno perchè richiede competenze specifiche: chi è abilitato a operare in carcere può svolgere benissimo il normale servizio d’ordine all’esterno della struttura, ma non vale il contrario.

In confronto al poliziotto di Stato o al Carabiniere, noi della Penitenziaria dobbiamo cercare spesso stimoli per andare avanti, poichè si fa sempre la stessa cosa al contrario degli operatori di strada che svolgono svariate mansioni, più dinamiche, tutti i giorni (indagini, ricezione denunce, servizi al cittadino, controllo dell'ordine e della sicurezza pubblica, ecc...).

Noi poliziotti penitenziari lavoriamo, come si dice, dietro le quinte, non siamo visibili alla società, ma svolgiamo un lavoro molto duro e importante per la rieducazione del detenuto.

MA NON SIAMO AGENTI DI SERIE B .... VIVA LA PENITENZIARIA!

 

Diego Bottin

Dipendente del Ministero della Giustizia

Agente di Polizia Penitenziaria

 

 

 


Scritto da: Interventi ricevuti
(Leggi tutti gli articoli di Interventi ricevuti)






 

Ultime Notizie Le ultime foto pubblicate
Mafiosi convertiti all''islam durante la permanenza in carcere: il caso del boss che vuole convertire anche il figlio
Carcere di Orvieto di nuovo casa di reclusione? La protesta dei Poliziotti: a rischio la chiusura del carcere
Il DAP affida in esclusiva all''Ucoii la scelta degli imam nelle carceri: pericolo di predominanza salafita
Motovedetta della Polizia Penitenziaria in soccorso di otto ricercatori bloccati sull''isola di Pianosa
Nuovo carcere di Brescia? Pronto non prima di sei o sette anni
Rapporto segreto del DAP: gli imam nelle carceri? Assasini, rapinatori, stupratori
Due minorenni tentano l''evasione da Nisida approfittando della lezione di teatro
Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 Foto della Polizia Penitenziaria Inviaci le tue!

Più di 1.300 ricevute in un anno!

 


Commenti Commenti dei lettori

n. 7


grazie baschino azzurro hihihi ^_^ ah proposito a casa ne ho tre di cappellini mi sono stai regalati e li tengo come ricordo. Un abbraccio a voi e ai vostir colleghi del tribunale di milano. Lavoro di fronte

Di  titty  (inviato il 10/04/2015 @ 09:51:25)


n. 6


titty per il tuo pensiero su di noi , ti ringrazio a nome di tutti i colleghi
baschino azzurrino

Di  Anonimo  (inviato il 09/04/2015 @ 20:27:27)


n. 5


Pieno rispetto per il vostro lavoro duro e difficile vi mando un abbraccio

Di  titty  (inviato il 07/04/2015 @ 10:37:19)


n. 4


ho 54 anni 33 di servizio sono pieno di acciacchi e vedo che aumenta il periodo con l'aumento della aspettativa della vita per andare in pensione , ma dico io ma sono sicuri che la mia aspettativa di vita aumenterà ? se dovrò svolgere uguale turni e servizi di un giovane appena assunto. spero che nel nuovo accordo quadro siano inserite delle tutele per il personale anziano .

Di  Anonimo  (inviato il 06/04/2015 @ 15:14:09)


n. 3


cmq vada sarà un successo, infatti tra tricche e ballacche dal 2016 tra aumento dell'aspettativa della vita e finestra mobile siamo a 42 anni complessivi , intanto 54 anni che tutele abbiamo per salvaguardare la nostra aspettativa de vita e/o salute ? la nostra vita è stata sempre fatta con tanti sacrifici e rinunce, non confrontamoce con gli altri ,ognuno ha sua specifica che non è raffrontabile . questa è la mia vita.
un abbraccio sempre a tutti.

Di  Anonimo  (inviato il 12/03/2015 @ 17:00:16)


n. 2


Sembra che il fatto di stare davanti a un computer o girare qualche scartoffia come dice l'articolo sia una offesa al corpo della Polizia Penitenziaria.

Di  Anonimo  (inviato il 12/03/2015 @ 08:31:44)


n. 1


Condivido pienamente dal collega Bottin.Ho vissuto di prima persona tale
esperienza dopo circa 33 anni e mezzo di onorato servizio.Allo stato attuale
sono in pensione.Viva la Polizia Penitenziaria!!!!!

Di  Domenico  (inviato il 11/03/2015 @ 17:45:03)




Scrivi un commento Scrivi un commento

Testo (max 1000 caratteri)

Nome

Link (Visibile a tutti)


Email (Visibile solo dall'amministratore)


Salva i miei dati per futuri commenti

Ricevi in email la notifica di nuovi commenti

I commenti sono moderati. Il tuo commento sarà visibile solo quando approvato.
Il seguente campo NON deve essere compilato.



Disclaimer
L'indirizzo IP del mittente viene registrato, in ogni caso si raccomanda la buona educazione.

54.158.166.0


Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

5 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

6 La sentenza Torreggiani (o meglio la sua sciagurata applicazione) ha distrutto le carceri italiane

7 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

8 Operazione Onda Blu: NIC Polizia Penitenziaria arresta a Crotone due evasi da Voghera

9 Ente di Assistenza: a chi serve?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera





Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Polizia Penitenziaria di Palermo consegna doni e giocattoli per i bambini con malattie metaboliche e rare

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

6 Poliziotto assolto da accusa di violenza sessuale: nei guai invece finisce il medico per evasione della detenuta

7 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

8 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma

9 Carcere di Rossano a rischio sicurezza: 36 Agenti penitenziari servono solo per controllare il muro di cinta

10 Detenuti decapitati e lanciati fuori dalle finestre: è di 60 morti il bilancio della rivolta nel carcere brasiliano


  Cerca per Regione