Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Braccialetti elettronici: in uso solo 55 su 2000 pagati

Polizia Penitenziaria - Braccialetti elettronici: in uso solo 55 su 2000 pagati


Notizia del 15/01/2014 - ROMA
Letto (976 volte)
 Stampa questo articolo


L'educatore parrocchiale accusato a Milano di pedofilia sarà uno dei pochi detenuti agli arresti domiciliari a cui viene applicato il braccialetto elettronico (il più illustre è stato l'ex direttore dell'Avanti Valter Lavitola prima di finire nuovamente in carcere, proprio per essere uscito dalla sua abitazione).

Nonostante questo strumento sia operativo da quasi 10 anni, con costi già sostenuti dallo Stato, se n'è fatto sinora un uso limitatissimo: i braccialetti a disposizione dell'autorità giudiziaria sono duemila, ma quelli attualmente utilizzati sono poco più del 2%: appena 55.
Un problema, quello della scarsa diffusione, che nascerebbe dalla poca conoscenza di questa possibilità da parte dei magistrati e soprattutto della relativa procedura di attivazione. Tant'è che attualmente sono meno di una decina gli uffici giudiziari che utilizzano i braccialetti, in gran parte rappresentati dalle grandi città (Milano, Torino, Napoli, Palermo in testa), tra cui la diffusione è avvenuta con una sorta di passaparola.

È il contratto stipulato dal ministero dell'Interno con Telecom, che scade il 31 dicembre del 2018, a prevedere la disponibilità a favore dell'Autorità Giudiziaria, di 2000 braccialetti elettronici e di terminali che si trovano da anni nelle centrali operative di polizia, carabinieri, guardia di finanza della maggiore parte delle città italiane. Sinora il sistema ha dimostrato di funzionare, tant'è che c'è stata una sola evasione.

A dispetto del nome, si tratta di una cavigliera che deve essere indossata dal detenuto ai domiciliari, e che è in grado di sopportare fino a 70 gradi di temperatura e 40 chilogrammi di trazione prima di rompersi. Nell'abitazione viene anche installata un'apparecchiatura, simile a una radiosveglia, che riceve i segnali del braccialetto all'interno di un perimetro ben definito: se il detenuto esce dal suo appartamento, o danneggia il braccialetto o la centralina, scatta subito l'allarme alla Centrale operativa delle forze dell'ordine. Il sistema non è incompatibile con il rilascio di permessi di uscita dall'abitazione da parte del giudice: in quei casi l'orario di permesso viene inserito nel terminale dalla centrale operativa, in modo che per quelle ore il braccialetto non lanci l'allarme.

Corriere della Sera

 

Braccialetto elettronico: Striscia la Notizia, il sindacato di Polizia Penitenziaria e lo spreco dei braccialetti

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

2 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 SI al riordino delle carriere! Ecco il quadro completo dei benefici

6 Colpo mortale alla sicurezza delle carceri: Il DAP chiude le Centrali Operative Regionali

7 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

8 Riordino: chi non vuole i vice questori della Polizia Penitenziaria?

9 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria

10 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza