Aprile 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2018  
  Archivio riviste    
Brasile, rivolta in carcere: morte e terrore

Polizia Penitenziaria - Brasile, rivolta in carcere: morte e terrore


Notizia del 27/08/2014 - ESTERO
Letto (2112 volte)
 Stampa questo articolo


Fortunatamente, in Italia non funziona come in Brasile (i tempo delle rivolte guidate da Vallanzasca sono finiti), altrimenti sarebbero dolori. Anche se le condizioni fatiscenti delle carceri dei due Paesi sono molto simili tra loro. Per il sovraffollamento in primis. I detenuti in Sudamerica, però, sono molto più pericolosi e ieri hanno deciso di farsi giustizia da soli, seminando morte e terrore nella prigione di Cascavel, città dello stato meridionale di Paranà. Una rivolta, l’ennesima, per protestare contro lo scarso sistema medico-sanitario, il sovraffollamento cronico e per il cibo di pessima qualità. Quattro “galeotti” sono stati uccisi (due dei quali decapitati) e tre secondini presi in ostaggio. A comandare la sommossa il sanguinoso gruppo criminale di narcotrafficanti Pcc (Primeiro comando da capital), che si sono scagliati contro bande rivali e agenti della Polizia Penitenziaria. Bruciando anche materassi ed issando sul tetto una bandiera della loro fazione. Ventiquattro ore dopo la ribellione, la situazione è tragica e non ancora risolta. Gli ostaggi non sarebbero stati liberati.
Nel frattempo, la violenza dal carcere si è trasferita anche lungo le strade della città, dove macchine e autobus del trasporto pubblico durante la notte sono stati incendiati. Una tipica azione di protesta dei narcos, sostengono gli esperti.
I mediatori devono cercare di placare la furia dei reclusi, ma, secondo la polizia locale, sarà un compito difficile. La situazione delle carceri nel Sudamerica è esplosiva. Il sovraffollamento ha raggiunto livelli enormi. A fronte di 548 mila detenuti, il Paese avrebbe bisogno di altri 207 mila posti e soltanto nello Stato del Paranà si sono già verificate almeno 18 rivolte in un anno.
Non è migliore la situazione in Italia, dove le nostre strutture sono le peggiori dopo la Serbia. Pochi i passi in avanti fatti dal Governo per risolvere il problema, nonostante le ripetute condanne da parte della Cedu (Corte europea per i diritti dell’uomo). E tra un anno dovrà dimostrare alla Corte di Strasburgo di aver compiuto passi avanti e di aver risolto (o comunque migliorato) la questione del sovraffollamento. Altrimenti le multe saranno salatissime.
lultimaribattuta
 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Nuovi sconti per gli appartenenti alle Forze Armate e agli operatori della Giustizia L''iniziativa rivolta a 500 mila persone consente di risparmiare fino a tremila euro l''anno

2 Sospeso lo stipendio a Sissy Trovato. La rabbia del padre: Le istituzioni l’hanno lasciata sola

3 Stipendi comparto Difesa e Forze dell''Ordine, arretrati a maggio, ecco le cifre

4 Riforma Carceri: Orlando getta la spugna

5 Detenuto scatenato a Santa Bona: feriti cinque agenti di Polizia Penitenziaria

6 I Carabinieri Nas alla Dozza. Mensa della penitenziaria nel mirino

7 Forze Armate e di Polizia: ecco cosa prevede il contratto di Governo Lega-M5S

8 I giudici litigano tra loro, 28 boss e affiliati escono dal carcere

9 Alfonso Sabella: Ho pensato al suicidio. Condannato a morte dallo Stato

10 Caso Cucchi, carabiniere accusa colleghi: "Dopo botte scaricarono su penitenziaria"


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Fermate il mal di vivere dei poliziotti penitenziari!

3 Dopo aver depotenziato il regime detentivo, ora si vogliono metter fuori altri detenuti

4 La festa per ricordare che cos’era la Festa del Corpo. Santa Rita della Rosa nel Pugno al posto di San Basilide?

5 Ma la mobilità dei direttori quando la fanno?

6 Poliziotto penitenziario condannato a tre anni di reclusione per stalking: minacciava un collega, la moglie e i figli

7 La perquisizione straordinaria

8 Il Ministro Orlando dice che la situazione delle carceri è sotto controllo. Non ha dati aggiornati o non vuole spaventare gli italiani?

9 Sorveglianza dinamica …. quando al Dap si rifanno il maquillage senza trucco e parrucco

10 Sindacalismo e Agenti di Custodia. Un’occasione per conoscere la nostra storia (*)