Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Camere Penali: le videoconferenze in carcere? Ledono il diritto alla difesa

Polizia Penitenziaria - Camere Penali: le videoconferenze in carcere? Ledono il diritto alla difesa


Notizia del 06/02/2014 - ROMA
Letto (1377 volte)
 Stampa questo articolo


"Andiamoci piano. Siamo di fronte a un fatto che possiamo definire eccezionale e non a un fenomeno che ha una forte incidenza statistica: attenzione a fare le leggi sulla base di episodi di questo tipo, le leggi non si fanno così".

Lo afferma il presidente dell'Unione penalisti italiani, Valerio Spigarelli, sottolineando la assoluta contrarietà della categoria a un'estensione delle udienze in videoconferenza, perché "il diritto di difesa ne risulterebbe fatalmente amputato". Il tema è tornato d'attualità dopo la vicenda dell'evasione di Domenico Cutrì, detenuto che avrebbe dovuto prendere parte a un'udienza. "Se il caso del detenuto evaso a Genova dal permesso premio aveva un'incidenza dell'1%, quest'ultima vicenda si inserisce in una casistica ancora più contenuta.

Quanti attacchi a furgoni della Polizia Penitenziaria impegnati in un servizio di traduzione detenuti si ricordano? Non si può partire da qui per predisporre una regola generale. È invece si sta ipotizzando come regola generale il processo penale telematico", afferma Spigarelli, rispondendo a quanti, compreso Matteo Renzi, hanno rilanciato quest'idea.

"Il processo penale non è il processo civile - rimarca Spigarelli - I processi a distanza, in cui non si vede la faccia del testimone, devono rimanere delle eccezioni. Se diventassero la regola, il diritto di difesa non sarebbe più garantito appieno. Essere sul posto con il proprio avvocato e poter interloquire con lui è cosa completamente diversa che parlare attraverso la linea telefonica. Esiste un diritto a starci, nel processo, che non può essere compresso".

ANSA

Videoconferenze per i detenuti pericolosi: pronto il Decreto del Governo

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Carceri: procuratore aggiunto Potenza Basentini verso guida Dap

5 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

6 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

7 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

8 In sezione comme a la guerre

9 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook