Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Cappellano di San Vittore ammette i primi abusi sessuali sui detenuti

Polizia Penitenziaria - Cappellano di San Vittore ammette i primi abusi sessuali sui detenuti


Notizia del 02/12/2012 - MILANO
Letto (3334 volte)
 Stampa questo articolo


Si fa sempre più difficile la posizione di Don Alberto Barin, il cappellano del carcere di San Vittore rinchiuso a Bollate già da qualche giorno, che ha confessato gli abusi commessi nei confronti di alcuni detenuti, ma nel frattempo sono aumentate anche le denunce nei suoi confronti.

Cresce sempre di più lo sconcerto nei confronti di Don Alberto Barin, il sacerdote che per diversi anni è stato il cappellano nel carcere di San Vittore dove però non svolgeva solo il compito di confidente e di persona in grado di aiutare i detenuti nel loro percorso di recupero psicologico, ma ormai sempre più spesso negli ultimi anni arrivava a commettere abusi nei confronti di alcuni di loro.

La posizione del sacerdote era comunque già di per sé difficile visto che dopo i primi allarmi lanciati da alcuni detenuti le forze dell’ordine avevano deciso di posizionare all’interno del suo ufficio alcune telecamere e questo è bastato a confermare una situazione davvero sconcertante che andava avanti ormai da quattro anni in cui il prete cercava di approfittare della sua posizione per mettere in atto le molestie promettendo in cambio beni materiali come dentifrici e sigarette o addirittura sostenendo che avrebbe messo una buona parola per rendere meno pesante la detenzione.

Per la prima volta, però, nel corso dell’interrogatorio è arrivata anche l’ammissione del religioso, anche se ora da verificare saranno anche altre denunce che nel frattempo sono arrivate, tutte da parte di ragazzi giovanissimi che sembra abbiano trovato il coraggio di manifestare apertamente quanto stavano subendo dopo che lo scandalo è venuto alla luce.

Secondo quanto emerso sembra che anche nel periodo successivo alla detenzione Don Barin avesse invitato alcuni dei ragazzi ad andare in montagna con lui o a raggiungerlo a casa sua e gli avrebbe poi spedito alcune cartoline da Lourdes in segno di ringraziamento.

Sembra però a questo punto davvero difficile per Don Alberto, ora che è arrivata anche la confessione, riuscire a sfuggire da una condanna grave, proprio perché il quadro delineato dal gip dopo l’interrogatorio sembra essere ancora più drastico: “L’indagato, nell’arco dei pochi mesi in cui è stato sottoposto ad indagine, ha collezionato una serie impressionante di approcci a sfondo sessuale ed è apparso, francamente, in preda ad un totale sbandamento morale e umano, incapace di reagire ai suoi istinti, dimentico dei doveri della sua vocazione e letteralmente in preda ad una totale incapacità di contenersi ben sapendo, oltretutto, che sarebbe incappato prima o poi in una denuncia, visto che le persone con cui entrava in contatto erano sostanzialmente degli estranei, conosciuti da pochissimo tempo”.

Il Giorno

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Dimezzata la Banda musicale della Polizia Penitenziaria: lo prevederebbe decreto collegato alla manovra finanziaria

2 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

3 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

4 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

5 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

6 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

7 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

8 Detenuto tunisino accusa dieci Agenti penitenziari di lesioni a San Vittore. E'' in carcere per tentato omicidio e accusò altri Agenti di Velletri

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Salvatore Riina in coma da giorni: è in fin di vita, ricoverato in ospedale a Parma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Esuberi personale di Polizia Penitenziaria, dubbi sulla gestione del DAP. Interrogazione parlamentare di Maurizio Gasparri

2 Carceri, mille leggi per un solo risultato: torna il sovraffollamento

3 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

4 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

5 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

6 E'' meglio scegliere a chi dare la colpa che cercare le cause del disastro penitenziario

7 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

8 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

9 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

10 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?