Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Carabiniere accoltellato in servizio chiede i danni allo Stato. «Inadeguato l'equipaggiamento»

Polizia Penitenziaria - Carabiniere accoltellato in servizio chiede i danni allo Stato. «Inadeguato l'equipaggiamento»


Notizia del 16/06/2015 - PADOVA
Letto (1658 volte)
 Stampa questo articolo


Padova, 15 giu - I fatti risalgono alla notte tra giovedì e venerdì del 5 febbraio scorso, quando l'Appuntato scelto Alessandro Casu, l'Appuntato Davide Caporale e l'Appuntato Domenico Sallustio, perlustrando in borghese le strade intorno alla Stanga - una piazza di Padova adibita allo spaccio di sostante stupefacenti -, giunti in via Tonzig, vennero avvicinati da uno spacciatore di nazionalità libica, che si offrì di vendere loro dello stupefacente.

Non appena i tre militari si qualificarono e cercarono di arrestarlo, nacque una colluttazione nel corso della quale il libico, armato di coltello, ferì al polso e alla schiena l’Appuntato Casu ed alla coscia destra l'Appuntato Caporale. La colluttazione durò pochi minuti, durante i quali lo spacciatore colpì ripetutamente i carabinieri, anche con calci e pugni.

Lo spacciatore alla fine venne arrestato con le accuse di spaccio di stupefacenti, resistenza a pubblico ufficiale e lesioni personali aggravate. Fece poi clamore la notizia che il giudice, non ravvisando il tentato omicidio, il giorno dopo, lo rilasciasse infliggendogli la misura del divieto di dimora, subito ignorata dal libico che, già il giorno seguente, fu trovato nei pressi di un casolare abbandonato di Padova.

Mercoledì prossimo, il 17 giugno, si terrà l'udienza preliminare davanti al GIP di Padova, nel corso della quale, tra l'altro, gli Appuntati Alessandro Casu e Davide Caporale,rappresentati e difesi dall'avvocato Giorgio Carta – legale di numerosi appartenenti alle Forze dell’ordine - si costituiranno parti civili. Entrambi i militari chiederanno il risarcimento dei danni (patrimoniali, non patrimoniali e morali) all’imputato. Nella stessa sede, l'Appuntato Scelto Alessandro Casu chiederà la citazione in giudizio anche del Ministero della Difesa "per effetto della mancata dotazione … degli adeguati strumenti e dispositivi di sicurezza".

Il legale del militare, in particolare, rileverà che gli operatori di polizia italiani non vengono dotati delle c.d. armi "non letali", quali spray urticanti o teaser (immobilizzatori), già da tempo in uso da parte dei Corpi di Polizia di numerosi Paesi stranieri.

Tali dispositivi, secondo il legale, impedendo un contatto diretto tra operatori di polizia e terzi, sarebbero idonei a limitare i pericoli per l’incolumità sia degli operanti che dei fermati, rendendo più agevoli e meno rischiose le operazioni di arresto. Le forze di polizia italiane, invece, in particolar modo i reparti operanti "in borghese", sono per lo più dotati della sola pistola di ordinanza che, attesa la sua letalità, può essere utilizzata solo in casi eccezionali.

fonte: grnet.it

 

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

3 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

4 La foto del Detenuto Evaso dall''Ospedale di Sanremo. Intanto il Sappe chiede le dimissioni del direttore

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

8 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

9 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Quanto il temporeggiatore arretra ...

3 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

4 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

5 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

6 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

9 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”

10 Esecuzione penale:come comportarsi quando si opera nei confronti di un minore