Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Carcere di Camerino: chiuso per il terremoto, potrebbe riaprire come istituto di custodia attenuata

Polizia Penitenziaria - Carcere di Camerino: chiuso per il terremoto, potrebbe riaprire come istituto di custodia attenuata


Notizia del 14/04/2017 - MACERATA
Letto (1194 volte)
 Stampa questo articolo


Da carcere a Icat, Istituto a custodia attenuata. Potrebbe essere questo il futuro dell''ex carcere di Camerino, chiuso per inagibilità a causa del terremoto. La struttura che si trovava all'interno del complesso conventuale di San Francesco, potrebbe cedere il passo al nuovo istituto, meno duro rispetto al carcere, ma che necessita di uno spazio ben più ampio per consentire ai detenuti di poter lavorare.

Lo scorso febbraio il procuratore capo Giovanni Giorgio aveva scritto al Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria per chiedere lumi sulla ricostruzione di una nuova struttura detentiva a Camerino. Di recente il capo del dipartimento ha risposto manifestando la possibilità di costruire un nuovo istituto a custodia attenuata con circa cento posti detentivi secondo il modello delle colonie agricole. Per questo motivo ha chiesto al sindaco di Camerino, Gianluca Pasqui, di individuare una zona nel territorio comunale di ampiezza fino a 50 ettari, necessari ad ospitare una simile struttura.

Secondo il Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria, in alternativa la città ducale potrebbe ospitare anche un istituto per detenuti in regime di 41 bis, il cosiddetto carcere duro, o una struttura per detenuti appartenenti al circuito di alta sicurezza (di quest'ultimo regime fanno parte i detenuti appartenenti alla criminalità organizzata di tipo mafioso, nei cui confronti sia venuto meno il decreto di applicazione del regime di 41bis, detenuti per delitti commessi con finalità di terrorismo o di eversione dell'ordine democratico mediante il compimento di atti di violenza e detenuti che hanno rivestito posti di vertice nelle organizzazioni dedite al traffico di stupefacenti). In entrambi i casi i carcerati verrebbero da fuori regione. Ad oggi, dunque, coloro che vengono arrestati, sono condotti al carcere di Montacuto nell'Anconetano oppure a quello di Marino del Tronto nell'Ascolano. Tutti i detenuti che si trovavano nel carcere di Camerino al momento del terremoto, erano invece stati trasferiti a Rebibbia.

Corriere Adriatico

STATISTICHE CARCERI REGIONE MARCHE
Statistiche carceri Regione Marche







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

5 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

6 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

9 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

10 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

4 Ma chi siamo?

5 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

6 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia