Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Carcere di Marassi, il Ministro Cancellieri lo vuole spostare, Sappe: parliamone

Polizia Penitenziaria - Carcere di Marassi, il Ministro Cancellieri lo vuole spostare, Sappe: parliamone


Notizia del 06/07/2013 - GENOVA
Letto (1760 volte)
 Stampa questo articolo


Il Ministro della Giustizia Cancellieri propone l'individuazione di una struttura diversa dal carcere di Marassi per ospitare i detenuti a Genova.

Sulle indiscrezioni riguardo lo spostamento del carcere di Marassi e i colloqui intercorsi tra il Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri ed il Presidente della Regione Liguria Claudio Burlando interviene il SAPPE, Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria.

«Le parole della Ministro della Giustizia ci sorprendono perché, nonostante i nostri auspici, il Piano Carceri approvato il 24 giugno 2010 dal Governo non ha tenuto in alcun conto le criticità penitenziarie della Liguria, regione in cui abbiamo circa 1.900 detenuti presenti in carceri costruite per ospitarne poco più di mille. Quel Piano non ha tenuto conto, ad esempio, dell’indecenza del carcere S. Agostino di Savona e del fatto che in oltre 20 anni non si è riusciti a trovare un sito dove costruire quello nuovo, nonostante la nostra proposta di realizzarlo nella Valbormida. E come si può costruire a Genova un nuovo carcere se non si prevede dove farlo, come farlo, con quali soldi, con quale personale di Polizia ed amministrativo, con quali strade e con quali servizi? Per ora quel che non manca sull’ipotetico nuovo carcere, visto il sistematico sovraffollamento, sono i detenuti».

Sono le parole di Roberto Martinelli, segretario generale aggiunto del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, la prima e più rappresentativa Organizzazione dei Baschi Azzurri.

«Ciclicamente si parla di spostare il carcere di Marassi e di costruirne uno nuovo: ma ci si limita sempre e solo alle parole. Si parla della sua posizione logistica disagiata, ma Marassi si trova in una posizione analoga a quella delle carceri di grandi città costruite anch’esse tra la fine dell’Ottocento ed i primi del Novecento: si pensi a S. Vittore a Milano, Regina Coeli a Roma, Poggioreale a Napoli. Ed è stato interessato a corposi interventi di ristrutturazione nel corso degli anni che sono costati ai cittadini molti soldi pubblici. Ora cosa facciamo? Buttiamo giù tutto.

Detto questo il SAPPE non è pregiudizialmente contrario a tutto. Si faccia un tavolo di confronto sul tema e daremo certamente il nostro contributo. A Genova, ad esempio, si potrebbe pensare di realizzare un nuovo carcere a Forte dei Ratti o Pianderlino o meglio ancora una vera e propria cittadella penitenziaria, in cui prevedere un carcere minorile che oggi a Genova non c’è. Ma un intervento fondamentale deve riguardare anche la realizzazione del nuovo carcere di Savona, del quale si parla da più di vent’anni senza però nessun risultato concreto».

«Disporre di strutture più adeguate - conclude Martinelli - per ospitare i detenuti in condizioni igienico-sanitarie più umane consentirebbe di far lavorare gli operatori penitenziari in condizioni più degne di un Paese civile. Ma realizzare nuove carceri vuol dire avere un posto dove farlo, disporre dei servizi connessi, avere soprattutto gli agenti di Polizia Penitenziaria e tutto quel Personale che serve per farle funzionare. Altrimenti sono solamente parole».

grnet.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LIGURIA
Statistiche carceri Regione Liguria







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Una procura massonica guidata all''epoca da Giovanni Tinebra: lo sfogo di Fiammetta Borsellino

2 Ecco come Carabinieri e Polizia Penitenziaria hanno riacciuffato i tre evasi dal carcere di Barcellona PG

3 Detenuti protestano in nome di Allah: frattura al braccio per un Agente e altri Poliziotti penitenziari feriti nel carcere di Verona

4 Tragedia sfiorata: Poliziotto penitenziario trasferito in ospedale in codice rosso. Ferito in una rissa tra detenuti nel carcere di Porto Azzurro

5 Santi Consolo totalmente inadeguato al suo ruolo e carceri fuori controllo: conferenza stampa al Senato

6 Uccise anche il Generale Dalla Chiesa: ora Antonino Madonia vuole lo sconto di pena per trattamento inumano in carcere e la Cassazione la ritiene una legittima richiesta

7 Nostro fratello Mormile ucciso dall''accordo tra DAP e servizi segreti: testimone di colloqui tra Stato e boss mafiosi nel carcere di Parma

8 Detenuto Rachid Assarag a processo per violenza e oltraggio all''Ispettore di Polizia Penitenziaria di sorveglianza nel carcere di Imperia

9 Cassazione conferma condanna ad ex Agente penitenziario: ricevette 500 euro in cambio di un telefonino ad un detenuto

10 Riforma dell''ordinamento penitenziario, ecco i nomi delle commissioni: Andrea Orlando nomina i componenti per preparare le bozze dei decreti legislativi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Adesso che è legge il reato di "tortura" sicuramente abbiamo risolto il problema ... quindi se facciamo una legge contro l''imbecillità la debelliamo dal Paese?

2 Riordino delle carriere: le tabelle e tutto quello che c’è da sapere

3 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta uno degli evasi di Barcellona P.G.

4 Altro successo del NIC: presi tutti gli evasi di Barcellona PG

5 Il malessere del Corpo in una lettera a un quotidiano di Alessandria

6 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta i favoreggiatori dell''evasione di Rebibbia

7 Le discutibili relazioni tra Dap, Radicali e Associazioni di Volontariato denuciate dal Senatore Di Maggio

8 Lettera aperta di Capece a Rita Bernardini

9 Fiamme Azzurre, nuova stagione olimpica e nuova location per la preparazione di Anna Cappellini e Luca Lanotte

10 Salvatore Riina riamarrà in carcere al 41-bis: lo ha deciso il Tribunale di Sorveglianza che ha rigettato le richieste dei suoi avvocati