Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Carcere di Modena, topi morti negli alloggi della Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria - Carcere di Modena, topi morti negli alloggi della Polizia Penitenziaria


Notizia del 21/10/2014 - MODENA
Letto (1672 volte)
 Stampa questo articolo


 fenomeno preoccupante è stato riscontrato nel carcere di Sant'Anna, in particolare nei locali della caserma destinati al personale della Polizia Penitenziaria. Nelle stanze sono infatti stati individuati diversi topi, intenti a girovagare per la struttura. Un'infestazione di cui non si conoscono ancora le esatte dimensioni, che viene denunciata da Giovanni Battista Durante, segretario generale aggiunto del SAPPE e Francesco Campobasso, segretario regionale dello stesso sindacato della penitenziaria.

“Si tratta evidentemente di un episodio molto grave che denota incuria da parte di chi dovrebbe garantire igiene e salubrità, non solo nei luoghi di lavoro, ma anche dove vive il personale – affermano i sindacalisti - Il fatto è ancora più grave se si considera che si tratta di animali portatori dipatologie infettive”. Uno degli animali è infatti stato trovato morto, per cause sconosciute, a testimonianza di una situazione che genera un condivisibile allarme tra il personale che vive e lavora in quegli spazi.

Annuncio promozionale

 Ricevi le notizie di questa zona nella tua mail. Iscriviti gratis a ModenaToday !

Un allarme amplificato anche dai casi di positività al batterio responsabile della tubercolosi su alcuni degli agenti, risultati appunto positivi al test di Mantoux effettuato come screening. “Il problema delle malattie infettive in carcere è sempre più grave aggiungono dal SAPPE - a causa di patologie che si ritenevano superate, ma che da alcuni anni sono tornate sempre più evidenti. Gli istituti dell’Emilia Romagna sono in costante monitoraggio anche per il problema dell’ebola”.

 

modenatoday

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

6 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

7 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

8 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

9 Palermo, i familiari di Francesca Morvillo lasciano la fondazione Giovanni Falcone

10 Lanciano, poliziotti penitenziari costretti a saltare i pasti


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?