Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Carcere di Sughere: agenti penitenziari senza riscaldamento e 4 detenuti a cella

Notizia del 07/05/2012 - LIVORNO

Carcere di Sughere: agenti penitenziari senza riscaldamento e 4 detenuti a cella

letto 2732 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

A maggio dovrebbe riaprire un'ala del carcere di Sughere, dopo anni di rimandi e rimbalzi; riapre, si, ma non come avrebbe dovuto. Il carcere doveva essere ristrutturato perchè ritenuto una struttura detentiva fatiscente. Nonostante la riduzione del numero di detenuti, questo carcere risulta essere ancora affollato, visto che i detenuti rimasti sono stipati in due sole ali. Non se la passano bene neanche gli agenti penitenziari che sono costretti a lavarsi, spesso, con acqua fredda anche in pieno inverno. I 7 direttori del carcere che si sono passati la palla non hanno risolto praticamente nulla. (ndr)

Doveva essere tutto pronto già dallo scorso gennaio. Poi la data prevista è slittata a primavera, aprile forse maggio. Ma i lavori di ristrutturazione delle Sughere sono ancora in alto mare. Se tutto va ben i cantieri saranno chiusi a settembre. Intanto il carcere, nonostante la popolazione dei detenuti sia stata ridotta di due terzi, paradossalmente continua a scoppiare.

Sono 130 le persone all’interno, ma sono ammassate tutte in due sezioni, l’ex femminile e un altro padiglione vicino al campo sportivo. Quest’ultimo è il più affollato e ospita circa 85 detenuti. Sovraffollamento. Come testimoniato dal senatore Marco Filippi, che nei giorni scorsi si è recato in visita alle Sughere insieme alla collega Silvia della Monica, ci sono celle che ospitano tre e persino quattro detenuti. Un problema quello del sovraffollamento, che ha sempre afflitto le Sughere: prima dello svuotamento, cominciato all’inizio dello scorso dicembre, c’erano 450 detenuti su una capienza di 270. Risulta paradossale in ogni caso che ora che le persone sono diminuite di oltre due terzi, il problema continui a sussistere.

Oltre tutto l’esodo dei detenuti delle Sughere e il fatto che il carcere sia fermo sta intasando non poco Sollicciano e Porto Azzurro, dove la situazione è critica. Lavori lenti e incompleti. Lo scopo dei lavori tuttora in corso è quello di ristrutturare alcuni padiglioni che sono risultati fatiscenti, come hanno dimostrato le ispezioni ministeriali svolte a fine dello scorso anno. Al termine della ristrutturazione, il carcere ospiterà altri cento detenuti, che in tutto dovrebbero diventare circa 230 (con le donne escluse). Ma c’è il rischio che i due padiglioni oggi ancora occupati non vengano ristrutturati e restino quindi fatiscenti. Lo sottolinea il segretario provinciale della Uil penitenziari, Mauro Barile: «Le strutture che ora ospitano i 130 detenuti sono vecchie e piene di problemi.

E per ora lì non sono previsti i lavori». Caserma agenti fatiscente. Ma cade a pezzi anche la caserma degli agenti: «Un anno fa delle aree furono transennate dai vigili del fuoco - dice Barile - senza contare che sono anni che la nostra zona ha problemi, primi fra tutti la vetustà degli impianti idraulici e fognari. Spesso i colleghi sono costretti a fare la doccia con acqua fredda senza contare che capita anche che l’acqua non scenda per niente. Funziona male anche l’impianto di riscaldamento: spesso d’inverno si gela. Così non si può continuare a lavorare.

Finalmente, pochi giorni fa, c’è stata un’ispezione di tecnici venuti da Roma che hanno verificato tutte le criticità. Auspichiamo una rapida soluzione». Il balletto dei direttori. I numerosi problemi delle Sughere negli ultimi 2-3 anni sono stati aggravati anche dalla direzione a dir poco traballante. Dalla fine dal 2009 ad oggi, dopo l’uscita di Anna Carnimeo, si sono succeduti direttori pro tempore e non quali Paolo Basco, Maria Grazia Giampiccolo (che è a Volterra e Gorgona), Santina Savoca (che è in pole position per il prossimo incarico livornese)Ottavio Casarano, che è andato via una quindicina di giorni fa, e l’attuale Paolo Sanna che è pro tempore (Porto Azzurro).

Iltirreno.gelocal.it 

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Si costituisce nel carcere di Bollate, Giuseppe Morabito: era ricercato per traffico internazionale di droga

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 E'' deceduto il detenuto ferito con cinque colpi di pistola all''uscita del carcere di Secondigliano

6 Ministro Orlando: non c''è nessun indebolimento del 41-bis. Allarme lanciato solo da un sindacato di Polizia Penitenziaria

7 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

8 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

9 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

10 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 Gianfranco De Gesu e Anna Internicola, marito e moglie ai vertici del Provveditorato Sicilia: interrogazione parlamentare Onorevole Polverini

5 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

6 Lavorare insieme per il cambiamento: la collaborazione tra Polizia Penitenziaria e Area educativa

7 Ho visto cose che voi umani …

8 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro

9 Deputato PD Roberto Rampi, interrogazione parlamentare a favore delle visite in carcere dell''ex terrorista Sergio Segio e contro le dichiarazioni dei Sindacati di Polizia Penitenziaria

10 Chi non riesce a contraddire il ragionamento, aggredisce il ragionatore