Michele Aiello, un mafioso e prestanome di Provenzano, che era rinchiuso nel carcere di Sulmona, qualche mese fa fu messo ai domiciliari perchè affetto da favismo, grave patologia che colpisce chi è allergi" />

  Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Carcere di Sulmona: direttore trasferito per colpa del favismo

Polizia Penitenziaria - Carcere di Sulmona: direttore trasferito per colpa del favismo


Notizia del 25/05/2012 - L'AQUILA
Letto (3194 volte)
 Stampa questo articolo


 Michele Aiello, un mafioso e prestanome di Provenzano, che era rinchiuso nel carcere di Sulmona, qualche mese fa fu messo ai domiciliari perchè affetto da favismo, grave patologia che colpisce chi è allergico alle fave.

Come conseguenza di questo episodio, in questi giorni il direttore del carcere di Sulmona è stato urgentemente trasferito in appoggio alla sede del Provveditorato di Pescara. La decisione del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, diretto da Tamburino, sembrerebbe appunto legata all'episodio di Michele Aiello.

Aiello, allergico alle fave e a parte dei legumi, spendeva più di 100 euro a settimana per farsi arrivare del cibo da fuori perchè non era in grado di mangiare i pasti forniti dal carcere. Il menù di questo carcere è ricchissimo di ricette con questi alimenti. La situazione è emersa dopo un'ispezione ministeriale.

Il Ministro di Giustizia Severino, che ha partecipato ad alcune trasmissioni, ha dovuto rispondere di questo trattamento ai detenuti. La soluzione è stata appunto il trasferimento immediato del direttore.

Insomma, due fave e due piselli possono incriminare.

STATISTICHE CARCERI REGIONE ABRUZZO
Statistiche carceri Regione Abruzzo







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

6 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

3 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa