Michele Aiello, un mafioso e prestanome di Provenzano, che era rinchiuso nel carcere di Sulmona, qualche mese fa fu messo ai domiciliari perchè affetto da favismo, grave patologia che colpisce chi è allergi" />

  Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Carcere di Sulmona: direttore trasferito per colpa del favismo

Polizia Penitenziaria - Carcere di Sulmona: direttore trasferito per colpa del favismo


Notizia del 25/05/2012 - L'AQUILA
Letto (3412 volte)
 Stampa questo articolo


 Michele Aiello, un mafioso e prestanome di Provenzano, che era rinchiuso nel carcere di Sulmona, qualche mese fa fu messo ai domiciliari perchè affetto da favismo, grave patologia che colpisce chi è allergico alle fave.

Come conseguenza di questo episodio, in questi giorni il direttore del carcere di Sulmona è stato urgentemente trasferito in appoggio alla sede del Provveditorato di Pescara. La decisione del Dipartimento dell'Amministrazione Penitenziaria, diretto da Tamburino, sembrerebbe appunto legata all'episodio di Michele Aiello.

Aiello, allergico alle fave e a parte dei legumi, spendeva più di 100 euro a settimana per farsi arrivare del cibo da fuori perchè non era in grado di mangiare i pasti forniti dal carcere. Il menù di questo carcere è ricchissimo di ricette con questi alimenti. La situazione è emersa dopo un'ispezione ministeriale.

Il Ministro di Giustizia Severino, che ha partecipato ad alcune trasmissioni, ha dovuto rispondere di questo trattamento ai detenuti. La soluzione è stata appunto il trasferimento immediato del direttore.

Insomma, due fave e due piselli possono incriminare.

STATISTICHE CARCERI REGIONE ABRUZZO
Statistiche carceri Regione Abruzzo







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Il Consiglio di Stato boccia il riordino in due punti: sovrintendenti e Luogotenente senza criterio

4 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

5 Prato, agente di Polizia Penitenziaria insegue scippatore e lo fa arrestare

6 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

7 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

8 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

9 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

10 Grappa artigianale preparata dai detenuti nel carcere di Bologna


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Riordino delle carriere: arriva l’ok anche del Consiglio di Stato

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

8 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?