Febbraio 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Febbraio 2017  
  Archivio riviste    
Carcere di Uta, blitz del deputato Pili nel nuovo carcere: “Lavori a rilento”

Polizia Penitenziaria - Carcere di Uta, blitz del deputato Pili nel nuovo carcere: “Lavori a rilento”


Notizia del 27/08/2014 - CAGLIARI
Letto (2851 volte)
 Stampa questo articolo


I lavori procedono al rallentatore, da tre mesi gli operai non ricevono lo stipendio e potrebbero nuovamente scendere in piazza per protesta, mentre la struttura carceraria, che sarebbe dovuta essere terminata nel giugno 2013, è ancora un cantiere nella disponibilità del Ministero delle infrastrutture. E' questa la situazione che si è trovato davanti il deputato di Unidos, Mauro Pili, che stamani ha effettuato un sopralluogo nel nuovo carcere di Uta, dove gli unici detenuti presenti sono quelli che hanno ottenuto il permesso di lavorare nel cantiere.
"E qui si vorrebbero portare presto i detenuti in regime di 41 bis? - si domanda Pili - in questo carcere non terminato, dove manca un centro clinico esclusivo per i circa 100 capimafia che si vorrebbero far arrivare in un'ala, quella del 41 bis appunto, che a tutt'oggi è un cantiere fermo?".
Il blitz di Pili ha anche quasi causato un incidente diplomatico che ha visto schierati in forze i carabinieri chiamati dallo stesso deputato a cui all'inizio è stato impedito l'accesso al carcere. "E' già capitato a Sassari e anche stavolta è stato necessario l'intervento del ministro per permettere ad un parlamentare di verificare le condizioni dei detenuti che operano nella struttura".
Pili ha anche nuovamente tuonato contro le "possibili infiltrazioni mafiose nella società sarda, nel caso in cui vengano portati in Sardegna il 50% dei ristretti in regime di 41 bis, cioè circa 300 su 650 complessivi. A Nuchis e Massama vi sono già esempi di persone che vivono in regime attenuato dopo aver scontato la pena con il 41 bis e che sono stati raggiunti dalle famiglie. Tutto questo - ha concluso il parlamentare sardo deve essere impedito". 

Le celle dei 41 bis sono senza muri e senza porte. Non esiste centro clinico autonomo come previsto dalle disposizioni e soprattutto la struttura per i capimafia è direttamente e funzionalmente connessa all'intera struttura penitenziaria, contravvenendo a tutte le leggi in materia che vietano qualsiasi ipotesi di contatto". Così il deputato di Unidos, Mauro Pili, al termine della sua visita ispettiva nel nuovo carcere di Uta, vicino Cagliari, che, una volta ultimato, dovrà ospitare i detenuti presenti oggi nella vecchia struttura cittadina di Buoncammino più un centinaio di persone ristrette in regime di 41 bis provenienti da altre realtà.
"Tutto questo rende illegale il trasferimento di qualsiasi detenuto nel regime di massima sicurezza nel carcere di Uta - spiega Pili - Le bugie raccontate sinora sulle condizioni del carcere di Uta vengono allo scoperto e dimostrano che si stava tentando di mettere in piedi un castello di informazioni che facessero apparire quella struttura idonea ad ospitare i più pericolosi criminali delle cosche mafiose e camorriste italiane.
Cosi non è".

 

cagliaripad

STATISTICHE CARCERI REGIONE SARDEGNA
Statistiche carceri Regione Sardegna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Licenziata Agente di Polizia Penitenziaria: scarso rendimento

2 Qui comandiamo noi: detenuti aggrediscono con bastoni i Poliziotti penitenziari del carcere modello di Bollate

3 Arrestato Alessandro Menditti, evaso dal carcere di Frosinone da una settimana

4 Sconvolgente! Per tre notti degli sconosciuti sono entrati e usciti dal carcere di Frosinone per preparare l''evasione

5 Polizia Penitenziaria blocca evaso da permesso premio dopo inseguimento e pistole fuori dalle fondine

6 Arrestato Agente penitenziario: fornì telefono a un detenuto che gestiva la prostituzione della sorella e della compagna dal carcere di Frosinone

7 Agente penitenziario di Frosinone agli arresti domiciliari per corruzione: operazione ancora in corso, ci sarebbero altri Poliziotti coinvolti

8 Evadono in due dal carcere di Frosinone: il macellaio del clan Belforte fugge, l''altro è rimasto ferito

9 Collaboratori di giustizia e testimoni di giustizia: i numeri del Servizio centrale di protezione

10 La rete era tagliata da giorni, hanno smontato il televisore della cella, soffitto e poi lenzuola: ecco come sono evasi i due da Frosinone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Girolamo Minervini, ucciso dalle B.R. a Roma, appena nominato Direttore Generale degli Istituti di Prevenzione e Pena

2 Nella conferenza del Bicentenario nessun riferimento agli Agenti di Custodia

3 Cosa accadrebbe se non passasse il riordino delle carriere?

4 Luigi Bodenza, Assistente Capo di Polizia Penitenziaria: ucciso in un agguato mafioso il 25 marzo 1994

5 Santi Consolo confermato Capo DAP: il Consiglio dei Ministri di questa mattina lo rinomina in extremis

6 Ancora una evasione, da Frosinone. Sappe: Qualcuno sta tentando di smantellare la sicurezza nelle carceri: non si sventano evasioni senza sentinelle e senza sorveglianza nelle sezioni!

7 Nel nostro lavoro, alla fine, o impari o devi imparare per forza

8 Pensione buonuscita ai dirigenti penitenziari: l''INPS nega i sei scatti, spettano solo alla Polizia Penitenziaria

9 Progetto del nuovo carcere di Nola: a cosa sono serviti allora gli stati generali dell''esecuzione penale?

10 Nella conferenza del Bicentenario censurata la lettera di auguri del Garante alla Polizia Penitenziaria