Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Carcere San Giorgio di Lucca: situazione al limite, il sopralluogo del SAPPE

Polizia Penitenziaria - Carcere San Giorgio di Lucca: situazione al limite, il sopralluogo del SAPPE


Notizia del 16/10/2013 - LUCCA
Letto (1194 volte)
 Stampa questo articolo


Carcere di Lucca: le prime dichiarazioni del SAPPE dopo il recente sopralluogo.

Locali angusti non a norma in permanente emergenza, intonaco che si stacca dalle pareti, profonde crepe sui muri, pioggia dai soffitti, bagni non funzionanti, materiale delle pulizie delle sezioni lasciato nei bagni del personale, cancelli non automatici con apertura esterna, postazioni di lavoro inesistenti o rimediati di fortuna con un banchetto e una sedia, in più casi posti nei corridoi dell'edificio, dove il personale di polizia si trova a lavorare in mezzo ai detenuti, o all'esterno esposti alle intemperie e al freddo. All'interno del chiostro, nel giardino a cielo aperto, si trovano due tombini da cui fuoriesce di tutto, compresi i residui dei bagni del carcere, e altri sei di cemento non messi in sicurezza, uno dei quali è stato utilizzato lo scorso 28 settembre per aggredire un agente.

LEGGI LA RELAZIONE COMPLETA AL MINISTRO

Da questo sopralluogo emerge chiaramente un quadro disarmante sulle condizioni igienico sanitarie decisamente indecorose sia per i detenuti che per il personale. Una vecchia sezione chiusa dall'ASL, è stata riaperta da pochi mesi senza che sia stata fatta alcuna opera di rifacimento e attualmente ospita detenuti semiliberi dove i controlli sono saltuari, anche di notte, per insufficienza di personale. Le sale colloqui con i familiari e gli avvocati vertono in uno stato d'abbandono e presentano preoccupanti segnali di pericolo di crollo. Il muro di cinta risulta fatiscente, senza garitte adeguate per ospitare l'agente riparandolo dalle intemperie e senza la protezione di vetri antiproiettile.

Diversi agenti nel tempo hanno riportato traumi anche seri per incidenti avvenuti nel camminamento che di notte è privo di illuminazione e dal quale è pericoloso sporgersi perché in molti punti il parapetto è basso e la pavimentazione disconnessa con la presenza di cavi elettrici. Anche i mezzi che il personale ha a disposizione per gli spostamenti sono carenti con grossi rischi per la sicurezza e disagi per i trasporti. Dato il quadro allarmante, il SAPP chiede urgenti interventi in primo luogo sul piano edilizio e di integrazione del personale almeno per migliorarne le attuali critiche condizioni di lavoro.

dilucca.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

3 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

4 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

5 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

9 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

10 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

5 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

6 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

7 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario