Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Carcere San Giorgio di Lucca: situazione al limite, il sopralluogo del SAPPE

Polizia Penitenziaria - Carcere San Giorgio di Lucca: situazione al limite, il sopralluogo del SAPPE


Notizia del 16/10/2013 - LUCCA
Letto (1425 volte)
 Stampa questo articolo


Carcere di Lucca: le prime dichiarazioni del SAPPE dopo il recente sopralluogo.

Locali angusti non a norma in permanente emergenza, intonaco che si stacca dalle pareti, profonde crepe sui muri, pioggia dai soffitti, bagni non funzionanti, materiale delle pulizie delle sezioni lasciato nei bagni del personale, cancelli non automatici con apertura esterna, postazioni di lavoro inesistenti o rimediati di fortuna con un banchetto e una sedia, in più casi posti nei corridoi dell'edificio, dove il personale di polizia si trova a lavorare in mezzo ai detenuti, o all'esterno esposti alle intemperie e al freddo. All'interno del chiostro, nel giardino a cielo aperto, si trovano due tombini da cui fuoriesce di tutto, compresi i residui dei bagni del carcere, e altri sei di cemento non messi in sicurezza, uno dei quali è stato utilizzato lo scorso 28 settembre per aggredire un agente.

LEGGI LA RELAZIONE COMPLETA AL MINISTRO

Da questo sopralluogo emerge chiaramente un quadro disarmante sulle condizioni igienico sanitarie decisamente indecorose sia per i detenuti che per il personale. Una vecchia sezione chiusa dall'ASL, è stata riaperta da pochi mesi senza che sia stata fatta alcuna opera di rifacimento e attualmente ospita detenuti semiliberi dove i controlli sono saltuari, anche di notte, per insufficienza di personale. Le sale colloqui con i familiari e gli avvocati vertono in uno stato d'abbandono e presentano preoccupanti segnali di pericolo di crollo. Il muro di cinta risulta fatiscente, senza garitte adeguate per ospitare l'agente riparandolo dalle intemperie e senza la protezione di vetri antiproiettile.

Diversi agenti nel tempo hanno riportato traumi anche seri per incidenti avvenuti nel camminamento che di notte è privo di illuminazione e dal quale è pericoloso sporgersi perché in molti punti il parapetto è basso e la pavimentazione disconnessa con la presenza di cavi elettrici. Anche i mezzi che il personale ha a disposizione per gli spostamenti sono carenti con grossi rischi per la sicurezza e disagi per i trasporti. Dato il quadro allarmante, il SAPP chiede urgenti interventi in primo luogo sul piano edilizio e di integrazione del personale almeno per migliorarne le attuali critiche condizioni di lavoro.

dilucca.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE TOSCANA
Statistiche carceri Regione Toscana







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Michele Gaglione: Agente di Polizia Penitenziaria, ucciso dalla camorra il 7 agosto 1992

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Come ci è stato scippato l’Ente Orfani trasformato in Ente di Assistenza di tutti, gestito da pochi

10 L’estate del detenuto