Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Carcere Teramo, sorvegliato a vista l’uomo che sfigurò con l’acido Lucia Annibali

Polizia Penitenziaria - Carcere Teramo, sorvegliato a vista l’uomo che sfigurò con l’acido Lucia Annibali


Notizia del 25/05/2014 - TERAMO
Letto (1362 volte)
 Stampa questo articolo


TERAMO. Sorvegliato a vista dopo il tentato suicidio: Luca Varani, l’avvocato condannato in primo grado a 20 anni con l’accusa di essere il mandante dell’aggressione alla sua ex Lucia Annibali sfigurata con l’acido, è controllato 24 ore su 24 nel reparto osservazione del carcere di Castrogno.
E’ qui che mercoledì sera ha tentato di uccidersi impiccandosi con le lenzuola legate alle inferriate della sua cella. E’ stato salvato dall’intervento immediato degli agenti di polizia che, nel corso di un controllo, hanno subito capito quello che stava succedendo. Varani è stato immediatamente soccorso e trasportato nell’infermeria del carcere. Oggi, così come era stato programmato prima del tentativo di suicidio, Varani incontrerà uno psichiatra nell’ambito di una consulenza di parte chiesta dal suo difensore.
L’avvocato 37enne marchigiano è detenuto nel carcere teramano da subito dopo l’arresto come mandante dell’aggressione alla sua ex e in questi mesi il suo nome è tornato nuovamente sulle pagine di cronaca perchè destinatario di numerose lettere di ammiratrici recapitate proprio nel penitenziario teramano.
Intanto l’ennesimo tentato suicidio fa riesplodere la polemica sul sovraffollamento del carcere e sulla carenza di personale. «Si continua a voler ignorare a distanza dello stato di emergenza per la questione penitenziaria», ha scritto in una nota scrive in una nota il segretario provinciale del Sappe Giuseppe Pallini, «che il carcere di Castrogno ospita 370 detenuti su 270 di capienza tollerabile, così come a nulla sono valsi gli appelli, all'amministrazione penitenziaria regionale e nazionale di non inviare ulteriori detenuti in questo grave momento di sovraffollamento dell'istituto e trasferire quelli con gravi patologie psichiatriche e sanitarie. Le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria, ogni giorno - nonostante la carenza d'organico di 60 unità, sopraffazione del riposo settimanale e delle ferie, che ad oggi risultano ancora da fruire 16.000 giornate, del mancato pagamento del lavoro straordinario - con grande sacrificio e alto senso di responsabilità cercano di salvaguardare l'incolumità dei ristretti assicurando nel contempo l'ordine e la sicurezza interna ed esterna del carcere e tutti i compiti istituzionali affidati come il servizio delle traduzioni che quotidianamente assorbe mediamente 30 unità». Il carcere teramano è ritenuto il più sovraffollato della regione e uno dei più pieni di tutta Italia, trai primi per il numero di suicidi e tentati suicidi tra i detenuti.(d.p.)

ilcentro 

STATISTICHE CARCERI REGIONE ABRUZZO
Statistiche carceri Regione Abruzzo







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

6 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

7 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

8 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

9 Palermo, i familiari di Francesca Morvillo lasciano la fondazione Giovanni Falcone

10 Lanciano, poliziotti penitenziari costretti a saltare i pasti


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?