Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Carceri, DAP: fondi insufficienti per il lavoro dei detenuti, lavora un detenuto su cinque

Notizia del 24/01/2012 - ROMA

Carceri, DAP: fondi insufficienti per il lavoro dei detenuti, lavora un detenuto su cinque

letto 1315 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

I fondi non bastano. E a fronte di un progressivo aumento del numero dei detenuti, cala quello dei "lavoranti": uno su cinque. A lanciare l'allarme e' la Relazione dei deputati sullo "svolgimento da parte dei detenuti di attivita' lavorative" presentata dal ministro della Giustizia Paola Severino e basata sull'ultimo report del Dap. I "lavoranti", che a giugno del 2010 erano 14.116, pari al 20,68% dei presenti, esattamente un anno dopo sono 13.765 (il 20,42%).

"A fronte di un consistente aumento della popolazione detenuta - scrive il capo del Dap Franco Ionta - non e' stato possibile rispondere con un uguale aumento in termini percentuali del numero dei detenuti lavoranti". E "il budget largamente insufficiente assegnato per la loro remunerazione ha condizionato in modo particolare le attivita' lavorative necessarie per la gestione quotidiana dell'istituto penitenziario (servizi di pulizia, cucina, manutenzione ordinaria del fabbricato, etc) incidendo negativamente sulla qualita' della vita all'interno dei penitenziari".

I fondi ad hoc sono scesi dai 71,4 milioni del 2006, quando nelle carceri erano in poco piu' di 59mila, ai 49,5 milioni del 2011, quando i detenuti, al 31 dicembre, hanno toccato quota 67.961. Risultato: "il numero dei detenuti lavoranti impegnati nella gestione quotidiana dell'istituto e' inevitabilmente diminuito anche se le direzioni degli istituti, per mantenere un sufficiente livello occupazionale tra la popolazione detenuta, hanno ridotto l'orario di lavoro pro capite ed effettuano la turnazione sulle posizioni lavorative".

"I servizi di istituto - ricorda il dap - assicurano il mantenimento di condizioni di igiene e di pulizia all'interno delle zone detentive comprese le aree destinate alle attivita' in comune. Nel settore, pertanto, un decremento nel numero dei detenuti lavoranti (e delle ore lavorate) alle dipendenze dell'amministrazione ha comportato una forte riduzione dei livelli dei servizi in aspetti essenziali della stessa vivibilita' quotidiana delle strutture penitenziarie, con inevitabili ricadute anche e soprattutto in materia di igiene e sicurezza".

"Nell'attuale situazione di grave sovraffollamento e di carenza di risorse umane e finanziarie - continua la Relazione - garantire opportunita' lavorative ai detenuti e' strategicamente fondamentale anche per contenere e gestire i disagi, le tensioni e le proteste conseguenti alle criticita' esistenti", anche perche' "queste attivita', pur non garantendo l'acquisizione di specifiche professionalita' spendibili sul mercato del lavoro, rappresentano una fonte di sostentamento per la maggior parte della popolazione detenuta".

L'entrata in vigore - undici anni fa - della legge Smuraglia, che riconosce benefici fiscali e contributivi a coop sociali e imprese, ha fatto lievitare il numero degli assunti da soggetti esterni all'amministrazione ma il limite di spesa previsto per l'applicazione (4,6 milioni annui) ha fatto si' che gia' da quest'anno non sia stato possibile prevedere facilitazioni ai datori di lavoro intenzionati ad assumere nuovi detenuti, "determinando in alcune situazioni l'interruzione di rapporti di lavoro in essere".

AGI

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Agente Penitenziario si spara in bocca con pistola d''ordinanza mentre era in sala di attesa dell''ospedale. E'' in coma

2 Attentato in Vaticano sventato dalla Polizia Penitenziaria: detenuto marocchino voleva fare una strage

3 Rivolta nel carcere di Velletri: Polizia Penitenziaria sul limite di usare la forza

4 Detenuto si libera dal controllo della Polizia Penitenziaria e muore gettandosi dal quinto piano durante un sopralluogo fuori dal carcere

5 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

8 Quattro detenuti evadono dal carcere minorile di Monteroni di Lecce: allarme dato in mattinata

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Santi Consolo: senza la Magistratura di Sorveglianza potremmo spostare tutte le madri detenute in pochi giorni


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 La vecchia Zimarra di Regina Coeli a cena intorno al proprio Comandante Francesco Ventura

2 Commozione per la morte di due detenuti, ma la stampa omette di dire che uno aveva stuprato una bambina disabile e l''altro ucciso i genitori adottivi

3 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

4 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

5 Bologna: poliziotto penitenziario di 44 anni lotta tra la vita e la morte dopo essersi sparato un colpo di pistola alla testa

6 Rosario Di Bella, Sovrintendente Capo della Polizia Penitenziaria è deceduto. Lavorava nel carcere di Imperia

7 Focus su: batteri, virus e malattie infettive nella carceri. Poliziotti e detenuti a rischio contagio

8 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario

9 Statistiche delle carceri in Italia: i polli di Trilussa e i polli del DAP

10 Qualcuno ci aiuti a fermare la strage!