Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Carceri in Italia: cambiano i nomi, rimangono i problemi

Polizia Penitenziaria - Carceri in Italia: cambiano i nomi, rimangono i problemi


Notizia del 01/07/2013 - ROMA
Letto (1874 volte)
 Stampa questo articolo


Il Decreto ministeriale cambia la destinazione d'uso di molte carceri in Italia: i dubbi del Sappe.

"Con il decreto del Ministro della Giustizia del 27 maggio scorso, diversi Istituti penitenziari sono stati riconvertiti a nuovi usi", dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, la prima e piu' rappresentativa organizzazione di Categoria.
Capece informa che "in Abruzzo l' intero istituto penitenziario di Sulmona assume la configurazione giuridica di Casa di Reclusione mentre a Vasto la Casa circondariale diventera' una Casa di lavoro con annessa Sezione Circondariale.

Altamura, in Puglia, diventa sezione di Casa di Reclusione a custodia attenuata mentre le Case circondariali di Carinola (in Campania) e Chiavari (in Liguria) diventano Case di Reclusione, cioe' istituti per l'espiazione della pena dei condannati".

Il SAPPE torna ad evidenziare come "il personale di Polizia Penitenziaria (sotto organico di 7mila Agenti) e' spesso lasciato da solo a gestire all'interno delle nostre carceri moltissime situazioni di disagio sociale e di tensioni, 24 ore su 24, 365 giorni all'anno.

Per contrastare l' emergenza carceri - osserva il sindacato - ci vogliono riforme strutturali, che depenalizzino i reati minori e potenzino maggiormente il ricorso all'area penale esterna, limitando la restrizione in carcere solo nei casi indispensabili e necessari.

Il progetto dei circuiti penitenziari dell' Amministrazione penitenziaria non e' la soluzione idonea perche' al superamento del concetto dello spazio di perimetrazione della cella e ad una maggiore apertura per i detenuti deve associarsi la necessita' che questi svolgano attivita' lavorativa e che il Personale di Polizia Penitenziaria sia esentato da responsabilita' derivanti da un servizio svolto in modo dinamico.

Oggi tutto questo non c'e' ed il rischio - afferma il Sappe - e' che un solo poliziotto fara' domani cio' che oggi lo fanno quattro o piu' Agenti, a tutto discapito della sicurezza.

Il progetto elaborato dal Capo DAP Tamburino e dal Vice Capo Pagano in realta' e' quindi basato su basi di partenza sbagliate e non e' certo abdicando al ruolo proprio di sicurezza dello Stato che si rendono le carceri piu' vivibili".

Adnkronos

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Aumenti contrattuali e arretrati: per il Sappe sono inaccettabili i ritardi. Se non saranno in busta paga aprile mobilitazione del personale

2 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

3 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

4 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

5 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Per il Garante dei Detenuti se non condividi la riforma, o non l’hai letta o non l’hai capita

8 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

9 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

10 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico