Dicembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Dicembre 2016  
  Archivio riviste    
Carceri private USA: un giro d''affari da 5 miliardi di dollari l''anno

Polizia Penitenziaria - Carceri private USA: un giro d''affari da 5 miliardi di dollari l''anno


Notizia del 30/05/2016 - ESTERO
Letto (1575 volte)
 Stampa questo articolo


In America 2,2 milioni di detenuti, in proporzione il numero più alto al mondo. Negli Stati Uniti l'8,7 per cento dei detenuti è recluso in carceri gestite da aziende private. Dal 1990 al 2010 questi detenuti sono aumentati del 1600 per 100. Tra il 2000 e il 2010 il numero di queste prigioni è raddoppiato. Le chiamano "for-profit prison" e già questo dice molto.

Il business delle prigioni private negli Usa sta vivendo da anni un vero e proprio boom, in controtendenza rispetto agli sforzi federali che da un qualche tempo tentano (con pene alternative) di ridurre il mostruoso numero di carcerati (circa 2,2 milioni, in percentuale sulla popolazione il più alto numero al mondo) che affollano le prigioni Usa.

Sono già 138, con 133mila detenuti, diffuse in tutti gli States, altre ne stanno costruendo. Poco conosciute (salvo quando scoppiano incidenti come quelli di "Ritmo", la Guantanamo di Raymondville in Texas), poco controllate, teatri di abusi peggiori di quanto già avviene negli "inferni" federali e statali, sono gestite in modo da prolungare con tutti i mezzi (anche illeciti) la detenzione dei prigionieri.

Nel decennio 2000-2010 i privati hanno individuato un terreno di caccia privilegiato, quello degli immigrati clandestini che tentano di evitare arresti e deportazioni (oggi gli "stranieri" detenuti sono circa 400mila e un quarto sono nelle mani dei privati). E si sono facilmente arricchiti.

Le due più grandi società di "for-profit prison" (il Geo Group e Corrections Corporations of America) insieme hanno incassato nel 2015 la bellezza di 3,3 miliardi di dollari. Se consideriamo tutto il giro d'affari (comprese le piccole prigioni a condizione familiare molto diffuse) arriviamo attorno ai 5 miliardi di dollari. Nel budget federale le spese per il cosiddetto criminal justice system sono ormai seconde solo a quelle per la sanità.

In dieci anni Geo e Cca hanno più che raddoppiato il numero di detenuti che hanno "in carico" e a Wall Street le loro azioni non risentono di crisi. Nel 2015 solo per lobbying al Congresso hanno speso 32 milioni di dollari (in proporzione un incremento annuale più alto di quello di Big Oil, Big Pharma e della lobby per le armi), nel 2016 hanno finanziato diversi candidati repubblicani alla Casa Bianca.

Un business che nei prossimi anni potrebbe moltiplicarsi ulteriormente. Dipenderà tutto da chi vincerà a novembre, visto che Hillary Clinton e Donald Trump (con rispettivi partiti) hanno visioni diametralmente opposte. La prima decisa a invertire la rotta delle incarcerazioni di massa riformando il sistema delle prigioni, il secondo che vuole la deportazione di tutti i clandestini ed è pronto a finanziare (anche con soldi federali) i privati.

In prima fila contro Geo, Cca e gli Stati (soprattutto del sud) che usano il pugno di ferro e finanziano (abbondantemente) i privati, combatte l'American Civil Liberties Union (Aclu), la più importante organizzazione non-governativa per la difesa dei diritti umani con il suo "National Prison Project". Carl Takei, legale dell'Aclu si affida a una vittoria di Hillary: "Il destino dell'industria delle prigioni private e quello delle incarcerazioni di massa sono inevitabilmente legati tra loro. Se queste ultime cesseranno verrà meno la ragione stessa per cui esistono le for-profit prison".

La Repubblica

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Chiusa la sala internet del carcere di Bolzano: detenuti cercavano contatti con l''isis

2 Caso Cucchi: Carabinieri accusati di omicidio preterintenzionale e di aver accusato la Polizia Penitenziaria

3 Fabio Perrone aggredisce due Poliziotti penitenziari. Un anno fa venne arrestato per l''evasione con sparatoria dall''ospedale

4 Ruba auto a Poliziotto penitenziario ma rimane bloccato dal passaggio a livello e viene arrestato

5 Carcere di Teramo senza riscaldamento e in mezzo al terremoto: domani lo sfollamento

6 Rientro dei distaccati dal carcere di Alessandria San Michele: prevista anche sorveglianza dinamica e automazione cancelli

7 Terrorismo: i Poliziotti Penitenziari in ascolto e i terroristi islamici cambiano strategia

8 Maltempo in Sardegna: 20 Poliziotti Penitenziari e 150 detenuti bloccati nella colonia agricola di Mamone

9 Chi è Hmidi Saber l''estremista islamico arrestato oggi e tutte le sue vicende nelle carceri italiane

10 Poliziotto penitenziario colpito al volto con pugni da detenuto 18enne al carcere minorile di Roma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria arresta estremista islamico. Prima operazione antiterrorismo dentro un penitenziario eseguita dal Nucleo Investigativo Centrale in collaborazione con la Digos

2 I suicidi nella Polizia Penitenziaria sono il doppio rispetto alle altre forze dell’Ordine e il triplo rispetto alla società civile

3 Como: poliziotto penitenziario muore stroncato da infarto in servizio

4 In memoria del collega Pietro Sanclemente, Assistente Capo del carcere di Trapani

5 Con il Decreto Milleproroghe arrivano le assunzioni nella Polizia Penitenziaria

6 Polizia Penitenziaria: serve un’efficace comunicazione per non alimentare una costante disinformazione

7 Replica a Il Fatto Quotidiano: i veri motivi per cui il Sappe ha querelato Ilaria Cucchi

8 Parte male il docente di islamismo per la Polizia Penitenziaria: "insegnerò ai secondini..."

9 Carceri e web sono la prima linea nella lotta al terrorismo islamico: noi della Polizia Penitenziaria siamo pronti?

10 La Stampa: la radicalizzazione nelle carceri italiane passa attraverso telefonini, sopravvitto e preghiera