Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: il Sappe protesta per le prossime fiction della RAI per le presunte violenze in carcere

Polizia Penitenziaria - Caso Cucchi: il Sappe protesta per le prossime fiction della RAI per le presunte violenze in carcere


Notizia del 10/08/2012 - ROMA
Letto (2150 volte)
 Stampa questo articolo


Una lettera di protesta alla presidente della Rai Anna Maria Tarantola in seguito alle indiscrezioni di stampa che annunciano nelle prossime fiction di Rai1 anche una puntata sul tema delle Violenze in carcere, riferendosi al caso Cucchi. 
 
E' quanto preannunciato dal SAPPE Sindacato autonomo di Polizia Penitenziaria. "Dalle indiscrezioni lette sui quotidiani si punta a fare sensazionalismo e demagogia su un tema tanto delicato quanto importante come la vita in carcere, forzando volutamente la realta''' denuncia in una nota Donato Capece, segretario generale del SAPPE.
 
Sul caso Cucchi, aggiunge, ''torno a ribadire che attendiamo con serenita' gli accertamenti della magistratura. Ricordo a me stesso che la rigorosa inchiesta amministrativa disposta dall'allora Capo del Dipartimento dell'Amministrazione penitenziaria Franco Ionta sul decesso di Stefano Cucchi ha escluso responsabilita' da parte del Personale di Polizia Penitenziaria, in particolare di quello che opera nelle celle detentive del Palazzo di Giustizia a Roma. La nostra convinzione resta che a Piazzale Clodio la Polizia Penitenziaria ha lavorato come sempre nel pieno rispetto delle leggi, con professionalita' e senso del dovere''. ''Ci auguriamo che anche gli approfondimenti giudiziari confermino questa nostra convinzione.
 
Di sicuro - aggiunge capece - rigettiamo ogni tesi manichea, come quella che scelleratamente alcuni autori Rai vorrebbero imporre, che ha associato e associa piu' o meno velatamente al nostro lavoro di poliziotti penitenziari i sinonimi inaccettabili di violenza, indifferenza e cinismo'' (''Noi confidiamo che la Magistratura accerti, come sempre con serenita', equilibrio e pieno rispetto dei valori costituzionali, gli elementi di cui e' in possesso - dice ancora il segretario del SAPPE - Ripeto ancora una volta che noi tutti abbiamo il massimo rispetto umano e cristiano per il dolore dei familiari del detenuto Stefano Cucchi, morto nel reparto detentivo dell'Ospedale Pertini di Roma, come lo abbiamo per tutti coloro che hanno perso un proprio caro detenuto''. Ma, denuncia Capece, '' non possiamo accettare una certa (tendenziosa e falsa) rappresentazione del carcere come luogo in cui quotidianamente e sistematicamente avvengono violenze in danno dei detenuti che traspare da alcune, non tutte, per fortuna, cronache giornalistiche apparse in questi giornali''.
 
''Non accettiamo - ribadisce - che le donne e gli uomini della Polizia Penitenziaria che lavorano, ogni giorno, nelle strutture detentive del Paese con professionalita', zelo e abnegazione vengano rappresentate da certe corrispondenze di stampa che, piu' o meno velatamente, associano al nostro lavoro i sinonimi inaccettabili di violenza, indifferenza e cinismo''. Piuttosto, conclude Capece, ''e' importante per il Paese conoscere il lavoro svolto dai poliziotti penitenziari, e' importante che la Societa' riconosca e sostenga l'attivita' risocializzante della Polizia Penitenziaria e ne comprenda i sacrifici sostenuti per svolgere tale attivita', garantendo al contempo la sicurezza all'interno e all'esterno degli Istituti''.
 
Adnkronos
STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

7 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

8 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

9 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

10 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Le proteste pretestuose

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!