Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: medico imputato, a me disse "non mi frega se muoio"

Notizia del 28/02/2012 - ROMA

Caso Cucchi: medico imputato, a me disse "non mi frega se muoio"

letto 1962 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Il rammarico perche' ''e' stato costruito questo muro di odio nei nostri confronti che e' fuorviante. Io, in coscienza, spero che un giorno capirete che l'odio che avete nei nostri confronti non e' giusto. Ho condiviso anch'io la vostra battaglia; anch'io vorrei sapere cos'e' successo. Abbiamo fatto tutto quello che potevano''.

Queste parole la dottoressa Flaminia Bruno l'ha rivolte ai familiari di Stefano Cucchi nel corso dell'udienza del processo che per la morte del giovane (fermato il 15 ottobre 2009 per droga e trovato senza vita una settimana dopo in ospedale) vede sotto processo sei medici - tra i quali la stessa Bruno - tre infermieri e tre agenti penitenziari. Il medico vide Stefano tre volte.

''La mattina del 19 ottobre mi disse che stava bene, gli chiesi di raccontarmi cosa era successo ma rifiuto'. Non partecipava granche' all'anamnesi; rispondeva solo 'si' o 'no'. Mi confermo' che la frattura che aveva era stata causata da una caduta. Aveva gli occhi gonfi ma quando mi avvicinai per vederlo meglio, si copri' il capo dicendo che non voleva essere visitato''. Il giorno dopo, le condizioni di Cucchi erano stabili. ''Emergeva pero' un quadro di disidratazione; occorreva una flebo, ma lui non voleva. Tentai di spiegargliene la necessita', ma rispose 'a me non me ne frega un cazzo se muoio''.

Poi, la notte nella quale Cucchi mori'. ''Seppi che aveva rifiutato un'ecografia addominale e le flebo. Aveva detto che non si faceva fare nulla se non lo facevano parlare con l'avvocato. Verso le 6 di mattina, un infermiere trovo' Cucchi privo di vita. Sono corsa subito; tentammo di rianimarlo, ma non mi resto' altro che constatare il decesso''.

L'accusa contesta alla Bruno di avere falsamente attestato la morte di Cucchi come 'morte naturale'. La risposta: ''Sul certificato Istat sono previste le indicazioni 'morte naturale' o 'morte violenta'. Per me quella non fu una morte violenta; indicai come diagnosi clinica presunta una sospetta embolia polmonare in paziente affetto da frattura con grave dimagrimento e iperazotemia. Non avevo idea del perche' fosse morto, tant'e' che avevo richiesto l'autopsia''.

ANSA

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

5 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

6 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

7 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

8 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

9 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi

10 Sicurezza: Salvini, chiesto a Tria fondi assunzioni. Troppo alta età media agendina,serve piano reclutamenti


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 L’elogio funebre di Nicolò Amato a Giuseppe Falcone

8 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

9 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook