Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Caso Cucchi: medico imputato, a me disse "non mi frega se muoio"

Notizia del 28/02/2012 - ROMA

Caso Cucchi: medico imputato, a me disse "non mi frega se muoio"

letto 1919 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

Il rammarico perche' ''e' stato costruito questo muro di odio nei nostri confronti che e' fuorviante. Io, in coscienza, spero che un giorno capirete che l'odio che avete nei nostri confronti non e' giusto. Ho condiviso anch'io la vostra battaglia; anch'io vorrei sapere cos'e' successo. Abbiamo fatto tutto quello che potevano''.

Queste parole la dottoressa Flaminia Bruno l'ha rivolte ai familiari di Stefano Cucchi nel corso dell'udienza del processo che per la morte del giovane (fermato il 15 ottobre 2009 per droga e trovato senza vita una settimana dopo in ospedale) vede sotto processo sei medici - tra i quali la stessa Bruno - tre infermieri e tre agenti penitenziari. Il medico vide Stefano tre volte.

''La mattina del 19 ottobre mi disse che stava bene, gli chiesi di raccontarmi cosa era successo ma rifiuto'. Non partecipava granche' all'anamnesi; rispondeva solo 'si' o 'no'. Mi confermo' che la frattura che aveva era stata causata da una caduta. Aveva gli occhi gonfi ma quando mi avvicinai per vederlo meglio, si copri' il capo dicendo che non voleva essere visitato''. Il giorno dopo, le condizioni di Cucchi erano stabili. ''Emergeva pero' un quadro di disidratazione; occorreva una flebo, ma lui non voleva. Tentai di spiegargliene la necessita', ma rispose 'a me non me ne frega un cazzo se muoio''.

Poi, la notte nella quale Cucchi mori'. ''Seppi che aveva rifiutato un'ecografia addominale e le flebo. Aveva detto che non si faceva fare nulla se non lo facevano parlare con l'avvocato. Verso le 6 di mattina, un infermiere trovo' Cucchi privo di vita. Sono corsa subito; tentammo di rianimarlo, ma non mi resto' altro che constatare il decesso''.

L'accusa contesta alla Bruno di avere falsamente attestato la morte di Cucchi come 'morte naturale'. La risposta: ''Sul certificato Istat sono previste le indicazioni 'morte naturale' o 'morte violenta'. Per me quella non fu una morte violenta; indicai come diagnosi clinica presunta una sospetta embolia polmonare in paziente affetto da frattura con grave dimagrimento e iperazotemia. Non avevo idea del perche' fosse morto, tant'e' che avevo richiesto l'autopsia''.

ANSA

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Riordino dei ruoli della Polizia Penitenziaria e dirigenza dei Funzionari del Corpo. Capitolo 2

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

5 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

6 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

7 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia