Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
CasoTarantini,"Anche l’umanità della polizia penitenziaria mi ha molto colpito e li ringrazio per questo".

Notizia del 18/09/2011 - NAPOLI

CasoTarantini,"Anche l’umanità della polizia penitenziaria mi ha molto colpito e li ringrazio per questo".

letto 2250 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

«Io dico la verità ma evidentemente non mi credono e mi lasciano qua. Mi scusi per lo sfogo. L’unica cosa che posso offrirle è un bicchier d’acqua. È un po’ calda, ma con queste temperature è sempre meglio di niente». La cella al terzo piano del padiglione Firenze (un girone che ospita 350 anime alla prima esperienza di soggiorno al Grand Hotel Poggioreale) è un forno a microonde. Gianpaolo Tarantini è in piedi, al centro della stanza, mentre parla con il suo compagno di detenzione, un libraio. Ai due lati ci sono i letti a castello su cui dormono i sei «ospiti» della camerata e, sistemati sui tavolini, buste di pasta, pacchi di frutta e scorte di minerale. Amedeo Laboccetta, parlamentare del Pdl, è davanti a lui per una breve sosta dopo un lungo tour per controllare le condizione di detenuti e agenti penitenziari. «Ho notato un forte senso di solidarietà umana all’interno di Poggioreale. Ieri sera (sabato, ndr) è accaduta una cosa cui non mi sarei mai aspettato di assistere in una situazione del genere. Quasi tutti i detenuti stavano guardando in tv una fiction e, in una certa scena, un bambino reagiva alle prepotenze di un uomo adulto, il classico malvagio dei film, e lo colpiva con un bastone. E sa che cos’è successo? Tutto il padiglione è esploso in un’ovazione come se si trattasse di uno stadio. Ecco, ieri sono rimasto molto impressionato dal fatto che i detenuti di un penitenziario abbiano applaudito i buoni e non i cattivi».

Ironia della sorte, nella fiction (Sangue caldo, in onda su Canale5) recita anche Manuela Arcuri, l’attrice che compare nelle carte giudiziarie di Bari. «Anche l’umanità della polizia penitenziaria mi ha molto colpito e li ringrazio per questo. Quello del carcere è un mondo che mi ha sorpreso, che mi ha stupito. Ora, però, spero solo di ritornare presto a casa».

La chiacchierata tra Tarantini e Laboccetta finisce qui e così la raccoglie Il Giornale all’uscita del parlamentare Pdl dalla casa circondariale napoletana. «Mi è sembrato tutt’altro che depresso, anzi motivato, molto convinto delle sue ragioni», ha detto Laboccetta. «Ovviamente, il suo più grande desiderio ora è riabbracciare la famiglia. Me lo ha ripetuto tante volte: io qui dentro non ci dovrei stare».

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

9 La frutta non ci piace». Scattano violenza e intimidazioni da parte dei detenuti al 41 bis

10 Gratteri: “Campi di lavoro per i mafiosi se vogliono mangiare”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Raffaele Cinotti: in memoria del Vice Brigadiere degli Agenti di Custodia, ucciso a Roma il 7 aprile del 1981

5 Le caserme (quasi) gratis della Polizia Penitenziaria

6 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

10 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico