Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Cassazione smentisce Magistrato di Sorveglianza: per i detenuti niente abiti o oggetti di lusso

Polizia Penitenziaria - Cassazione smentisce Magistrato di Sorveglianza: per i detenuti niente abiti o oggetti di lusso


Notizia del 17/10/2013 - ROMA
Letto (2184 volte)
 Stampa questo articolo


No categorico ad abiti e oggetti di lusso per i detenuti sottoposti al regime di carcere duro. La prima sezione penale della Cassazione ha annullato senza rinvio un’ordinanza del magistrato di sorveglianza di Reggio Emilia, il quale aveva accolto il reclamo di un detenuto inerente al divieto di “ricevere e detenere capi di abbigliamento ed accessori particolarmente costosi e di tipo lussuoso”.

Per la Suprema Corte, “non puo’ non riconoscersi che il vestiario che solo un boss puo’ permettersi, che lo ha contraddistinto in liberta’ e che un mero affiliato non si sarebbe ardito mai di indossare (per rispettare le ineludibili gerarchie interne) costituirebbe motivo di distinzioni, vassallaggi, ossequi o invidie e simili gravi turbative, ben pericolose per l’ordine e la sicurezza, quanto meno interne”.

La Cassazione, che ha cosi’ accolto il ricorso presentato dalla procura reggiana contro la decisione del magistrato di sorveglianza, rileva che “l’adozione di vestiario lussuoso, che sarebbe possibile solo da parte dei detenuti particolarmente facoltosi, non solo altererebbe la tendenziale par condicio che deve presiedere alla condizione carceraria - si legge in una sentenza depositata oggi - che non puo’ sopportare ingiustificate distinzioni nell’esecuzione della pena, ma finirebbe anche per riproporre ed esaltare in ambito carcerario posizioni di predominio, anche in un ben differenziato aspetto esteriore, ricalcato proprio dalle organizzazioni malavitose di provenienza, il che e’ davvero inammissibile”.

ilrestodelcarlino.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

7 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Ma chi siamo?

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia