Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Celle dipinte di rosa per calmare i detenuti: non funziona la sperimentazione svizzera

Polizia Penitenziaria - Celle dipinte di rosa per calmare i detenuti: non funziona la sperimentazione svizzera


Notizia del 16/12/2013 - ESTERO
Letto (1889 volte)
 Stampa questo articolo


Nessun effetto positivo dopo l'esperimento nel carcere zurighese di Pöschwies. L'idea di pitturare le celle penitenziarie di rosa, con l'obiettivo di rendere più tranquilli i detenuti, non funziona: è quanto emerso da uno studio empirico condotto nel carcere zurighese di Pöschwies, il più grande della Svizzera. "Finora non abbiamo praticamente notato alcun effetto", ha affermato Thomas Noll, fino all'anno scorso capo-esecuzione delle pene a Pöschwies e attualmente direttore del centro svizzero di formazione del personale penitenziario, in un servizio radiofonico diffuso oggi dalla SRF..

Per 18 mesi nella struttura di Regensdorf (ZH) sono stati osservati complessivamente 60 detenuti: il personale ha tenuto d'occhio 30 persone ospitate in celle rosa e altrettante in stanze normali. Il grado di aggressività è stato protocollato al primo e al terzo giorno di soggiorno in cella: non sono al riguardo emerse differenze significative. Pöschwies non è l'unica prigione che ha tentato la strada del colore rosa: nella Svizzera tedesca esistono attualmente una ventina di celle di questo tipo. C'è chi però nel frattempo ha già fatto marcia indietro: è il caso del penitenziario grigionese di Realta, dove dopo due anni di esperimento rosa una cella è tornata nel 2012 nuovamente bianco-grigia.

tio.ch

Carceri dipinte di rosa per attenuare l'aggressività dei detenuti: succede in Svizzera

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

7 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

8 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

9 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

10 M5S chiede intervento Ministro Giustizia: Parlamentari raccolgono allarme agenti Polizia Penitenziaria


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

6 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

7 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”