Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Chiesto il rinvio a giudizio per Agente di Polizia Penitenziaria di Piacenza per presunta complicità in pestaggio di un detenuto

Polizia Penitenziaria - Chiesto il rinvio a giudizio per Agente di Polizia Penitenziaria di Piacenza per presunta complicità in pestaggio di un detenuto


Notizia del 04/02/2013 - PIACENZA
Letto (2356 volte)
 Stampa questo articolo


Chiesto il rinvio a giudizio. Un genovese picchiato brutalmente perché denunciò favoritismi. Nei guai anche un agente della Polizia Penitenziaria.

La procura di Piacenza ha chiesto il rinvio a giudizio di due detenuti e un agente della Polizia Penitenziaria accusandoli di tentato omicidio in concorso. L’udienza è stata fissata dal giudice per le indagini preliminari Gianandrea Bussi. La vicenda risale al luglio del 2011 quando un detenuto genovese di 45 anni venne brutalmente picchiato da due immigrati, un sudamericano di 23 anni e un marocchino di 36 anni. Secondo gli inquirenti, a quel pestaggio avrebbe partecipato anche l’agente. Futili - anche se ritenuti importanti all’interno del carcere - i motivi che avrebbero portato alla spedizione punitiva: piccoli favori all’interno delle celle, garantiti dal poliziotto della penitenziaria, e il fatto che il genovese sembra avesse “la lingua lunga” perché aveva denunciato i favoritismi. All’agente, il sostituto procuratore Ornella Chicca, titolare dell’indagine, ha contestato anche alcuni episodi di falso.

Il detenuto pestato era stato ridotto in gravi condizioni e venne ricoverato in ospedale per un mese e poi trasferito in un’altra struttura, per evitare ritorsioni. Il 45enne si trovava in un corridoio con un altro detenuto. Quest’ultimo aveva ricevuto una gomitata ed era scappato. Il 45enne era così stato aggredito, buttato a terra e colpito da calci e pugni in tutto il corpo, specialmente in viso. L’agente, secondo le indagini, sarebbe accorso, ma “sarebbe rimasto a guardare”.

Nel dicembre del 2011 l’inchiesta ebbe una svolta, perché la procura chiese lirresto dei due detenuti e dell’agente. Questo grazie agli interrogatori e alle immagini riprese dalle telecamere interne al carcere che avevano permesso di ricostruire la dinamica del fatto. L’agente è assistito dagli avvocati Benedetto Ricciardi e Luigi Alibrandi, mentre gli immigrati sono difesi da Piero Spalla e Wally Salvagnini. Il detenuto pestato, infine, si costituirà parte civile con l’avvocato Paolo Cattadori.

www.ilpiacenza.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE EMILIA-ROMAGNA
Statistiche carceri Regione Emilia-Romagna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

6 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”