Novembre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2017  
  Archivio riviste    
Cinofili della Polizia Penitenziaria scoprono arsenale da guerra in casa di un insegnante del carcere: cercavano droga

Polizia Penitenziaria - Cinofili della Polizia Penitenziaria scoprono arsenale da guerra in casa di un insegnante del carcere: cercavano droga


Notizia del 14/05/2015 - VARESE
Letto (15980 volte)
 Stampa questo articolo


​L’indagine lampo è partita quasi per caso lo scorso 7 maggio e i colpi di scena, in questa vicenda, si sono accavallati uno con l’altro lasciando a bocca aperta anche gli agenti della Polizia Penitenziaria. Tutto è nato dal fiuto di Ben, il cane antidroga del nucleo cinofilo che ha annusato la presenza di sostanza stupefacente addosso ad un professore di educazione fisica che lavora da qualche anno all’interno del carcere di Busto Arsizio.

GUARDA IL VIDEO

Cinofili Polizia Penitenziaria scoprono arsenale da guerra

Il fiuto di Ben è infallibile  e il suo conduttore, l’agente Salvatore Minardi, lo sa bene. Scatta la perquisizione personale che, però, non da esito ma l’ispettore Luca Montagna che dirige l’unità centrale della casa circondariale vuole vederci chiaro perchè non sarebbe la prima volta che qualcuno cerca di introdurre stupefacenti all’interno della struttura: «Qui un’altissima percentuale di detenuti ne fa uso e le segnalazioni sono molte – racconta – per questo abbiamo deciso di estendere la perquisizione anche all’auto del professore».

Il comandante della Polizia Penitenziaria, il vice-commissario Antonino Rizzo, dà l’ok. Nonostante il fiuto di Ben rilevasse la presenza di stupefacenti anche in auto, gli agenti non hanno trovato nulla. Entra in gioco la Procura di Busto Arsizio e il sostituto procuratore di turno Nadia Calcaterra autorizza la perquisizione domiciliare. A casa del professore vengono trovati alcuni strumenti per il consumo della droga ma della sostanza neanche l’ombra.

Proprio in quel momento arriva un altro colpo di scena, nella mansarda dell’abitazione gli agenti trovano quello che non ti aspetti: una vera e propria Santa Barbara di munizioni, 5 bombe a mano delle quali tre in buono stato e funzionanti, proiettili anticarro, una mina antiuomo, 5 granate. In tutto 65 reperti (proiettili a parte) dei quali alcuni ancora in grado di esplodere e che sono stati fatti brillare dagli artificieri della Polizia di Stato.

Il professore 53enne, che insegna in una scuola di Busto Arsizio, ha giustificato l’arsenale con la sua passione per i reperti di guerra e ha raccontato di averli collezionati negli ultimi 20 anni frequentando una zona montana della Val d’Aosta ricca di armamenti risalenti alla Prima Guerra Mondiale.

L’uomo è stato denunciato a piede libero ma l’indagine non finisce qui e se ne sta occupando il sostituto procuratore Francesca Parola. Il professore insospettabile dovrà comunque fornire spiegazioni sia sull’eventualità che abbia introdotto sostanze stupefacenti in carcere ma soprattutto sull’arsenale presente in casa. Un’abitazione, ed è questo l’ultimo colpo di scena della vicenda, sotto la quale è presente un asilo nido.

varesenews.it

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Incidente stradale a Sassari, muore Agente di Polizia Penitenziaria in servizio nel carcere di Bancali

2 Detenuto infilza due Poliziotti penitenziari con un tubo divelto dal bagno: colpiti alla schiena e al braccio

3 Si costituisce nel carcere di Bollate, Giuseppe Morabito: era ricercato per traffico internazionale di droga

4 Collaboratore di giustizia rivela: in carcere ho scalato la gerarchia della ''ndrangheta e sono diventato padrino

5 E'' deceduto il detenuto ferito con cinque colpi di pistola all''uscita del carcere di Secondigliano

6 Il video di Michele Zagaria in carcere al 41-bis registrato durante il colloquio con le donne arrestate oggi

7 Riforma Madia, drastico taglio del personale di Polizia Penitenziaria in Lombardia

8 Trovati due telefoni cellulari nel carcere di Milano Bollate

9 Detenuti o in misura alternativa al lavoro nei Tribunali. Sappe: non sarebbe meglio impiegarli in altri lavori?

10 Arrestata la moglie di Salvino Madonia: teneva i contatti con i 41-bis per riorganizzare cosa nostra


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Assistente Capo della Polizia Penitenziaria si è suicidato con la pistola d''ordinanza nel carcere di Tolmezzo

2 L''unica speranza del Corpo: l''unificazione con la Polizia di Stato

3 Finalmente il DAP ammette la propria inettitudine. " ... siamo sterili, fini a noi stessi e senza obiettivi.”

4 Istituire un Dipartimento Esecuzione Penale e, se serve, diventare Polizia di Stato

5 In corso operazione del NIC della Polizia Penitenziaria: arrestate le mogli dei fratelli del capoclan dei Casalesi Michele Zagaria

6 DIA e NIC della Polizia Penitenziaria smantellano struttura del casalesi utilizzata per recapitare lo stipendio ai detenuti

7 Gianfranco De Gesu e Anna Internicola, marito e moglie ai vertici del Provveditorato Sicilia: interrogazione parlamentare Onorevole Polverini

8 Polizia Penitenziaria arresta islamico in carcere il giorno della sua scarcerazione: algerino istigava altri detenuti al jihad nel penitenziario di Nuoro

9 Ho visto cose che voi umani …

10 Decreto Legislativo n.81/2008: Priorità all''ordine e alla disciplina ma senza tralasciare la sicurezza del posto di lavoro