Ottobre 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Ottobre 2017  
  Archivio riviste    
Collaboratore di giustizia "incastra" Agente penitenziario: avrebbe consegnato lettere al boss in carcere

Polizia Penitenziaria - Collaboratore di giustizia


Notizia del 16/10/2015 - LECCE
Letto (3133 volte)
 Stampa questo articolo


Un agente della Polizia Penitenziaria al soldo del clan Nisi. L’ennesimo retroscena viene svelato ancora una volta dal collaboratore di giustizia Gioele Greco nel memoriale depositato giorni fa nel processo di primo grado ribattezzato “Network”.

La presunta divisa sporca avrebbe dovuto recapitare una lettera scritta dal 28enne leccese e indirizzata al boss Roberto Nisi detenuto a Borgo “San Nicola” poi sequestrata il 19 marzo di due anni fa. Scrive nel suo memoriale di 19 pagine Greco: “la lettera non avrebbe dovuto superare i controlli dell’istituto penitenziario in quanto non la dovevo spedire con la posta ma recapitargliela tramite un appuntato della Polizia Penitenziaria del quale si serviva spesso per lo stesso motivo”.

Greco riporta i contatti avuti anche con un gruppo attivo su Melendugno (personaggi già coinvolti in altre inchieste) per lo smercio di ingenti quantitativi di sostanza stupefacente: “Successivamente lo … mi portò a Melenndugno e mi presentò … nella sua azienda dove cominciai a rifornire il … di un chilo alla volta di cocaina; lui mi pagava in contanti con tutte banconote da 500 euro”.

E poi Greco ricostruisce i legami con l’organizzazione, i rapporti con gli altri sodali, i viaggi a Milano per approvvigionarsi di droga. Le trasferte nella capitale meneghina dove il clan faceva la bella vita. Il collaboratore, infatti, svela: “Portavamo in giro … a volte solo a volte con sua moglie e noi con le nostre fidanzate in giro per Milano a mangiare ai ristoranti e fare shopping nei negozi del centro”. Il processo “Network” è ormai giunto alle battute finali.

La sentenza a carico di 45 imputati era prevista ieri ma la camera di consiglio è stata rinviata per un impedimento del giudice Annalisa De Benedictis. Nell’udienza del 19 marzo scorso il sostituto procuratore Guglielmo Cataldi aveva invocato oltre quattro secoli di carcere. Ora agli atti processuali è stato allegato anche un memoriale bis di Greco (dopo quello depositato nel processo d’Appello dell’operazione “Speed Drug”) in cui il collaboratore svela i contatti del clan con una divisa “sporca”.

corrieresalentino.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Il boss Michele Zagaria simula suicidio durante videoconferenza: ecco il filmato del TG2

2 Arrestati due Poliziotti penitenziari alla Dozza e altri due indagati: detenuti del carcere di Bologna controllati dalla ''ndrangheta e dai casalesi

3 Roberto Spada trasferito nel carcere di Tolmezzo in alta sicurezza: per il DAP è un detenuto ad elevata pericolosità

4 La fidanzata: porti la divisa in modo indegno. Poliziotto penitenziario consegnava telefoni e droga in carcere a Bologna

5 Agente penitenziario arrestato per intralcio alla giustizia e falso nel carcere di Milano San Vittore Francesco Di Cataldo

6 Gravissime affermazioni di Consolo sulla lotta alla mafia: Movimento 5 Stelle contro lo smantellamento di fatto del GOM e del 41-bis

7 E'' morto il mafioso Salvatore Riina

8 Detenuti navigavano su internet con la connessione del Comune: sessanta Agenti di Polizia Penitenziaria hanno setacciato l''istituto di Airola

9 Arrestato Poliziotto penitenziario del carcere minorile del Beccaria: spacciava droga e affittava cellulari ai detenuti

10 Bambino neonato utilizzato durante i colloqui in carcere per consegnare droga e telefonino al padre detenuto


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il fallimento dell''amministrazione penitenziaria che si vuol far pagare alla Polizia Penitenziaria

2 Le grandi manovre per depotenziare la Polizia Penitenziaria: un gioco a somma zero che porterà alla sconfitta di tutti

3 Congedo programmato e malattia

4 Il Messaggero: stanziati fondi per rinnovo contratto polizia, dovrebbero essere circa 100 euro a regime

5 Impedire l’accesso e l’utilizzo dei telefonini in carcere è possibile. Perché il DAP non agisce?

6 Cacciati dalla sede centrale torneranno a lavorare in periferia, ma nel frattempo ...

7 Cari provveditori: la matematica non è un opinione

8 Concorso vice ispettori di Polizia Penitenziaria. Interrogazione parlamentare sui ritardi del DAP

9 La legge è uguale per tutti ma per qualcuno è un po’ più uguale

10 Interpellanza parlamentare M5S: chi sta smantellando il 41-bis e perché?