Marzo 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2017  
  Archivio riviste    
Colleghi riammessi in servizio dopo dichiarazioni su Facebook: la posizione del SAPPE

Polizia Penitenziaria - Colleghi riammessi in servizio dopo dichiarazioni su Facebook: la posizione del SAPPE


Notizia del 16/03/2015 - ROMA
Letto (1619 volte)
 Stampa questo articolo


“Apprezzo che l’Amministrazione Penitenziaria ha raccolto anche le nostre sollecitazioni e ha quindi finalmente revocato la sospensione dal servizio per i 16 appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria che, su facebook, scrissero giudizi e commenti inqualificabili per la morte suicida di un detenuto di Milano Opera.

Il provvedimento di sospensione dal servizio, disposto dal DAP su sollecitazione del Ministro della Giustizia Andrea Orlando, era infatti abnorme e sbagliato ancorchè formalmente irregolare. Quelle frasi erano e sono da censurare “senza se e senza ma”, ma un percorso disciplinare ha regole e procedure da rispettare che, nel caso specifico, non sono state affatto osservate. Bene, dunque, la riammissione in servizio dei poliziotti. Ora si avvii una inchiesta disciplinare serena e senza pregiudizi che garantisca il diritto alla difesa”.

Lo dichiara Donato Capece, segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE, commentando la revoca dei provvedimenti di sospensione dal servizio nei confronti di alcuni appartenenti al Corpo di Polizia Penitenziaria, autori, su sociale network, di messaggi  al suicidio di un detenuto a Milano Opera.

“Ripeto. Quelle sono state frasi stupide e commenti gravi. Ma sospendere dal servizio un poliziotto, senza un percorso disciplinare che preveda contestazione e difesa, è fuori dalle norme previste ed è un’anomalia senza alcuna legittimità che l’Amministrazione Penitenziaria non ha mai adottato”, prosegue il leader del SAPPE. Che non risparmia critiche al Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria: “Con quei provvedimenti, eccessivi, il DAP ha dimostrato ancora una volta di essere incapace di gestire situazioni critiche, tant'è che, invece di cercare di capire le cause di certi fenomeni (ancorchè gravi) ha pensato solo a reagire in maniera eclatante e sproporzionata, al solo scopo di evitare ogni assunzione di responsabilità”.

“Lo conferma il fatto che si sono affrettati a diramare in tutte le carceri ed in tutti i Comandi di Polizia una lettera circolare - quantomeno intempestiva - contenente alcune “precisazioni sull’uso dei social network da parte dei dipendenti – tutti! – dell’Amministrazione”. Disposizione emanata solo dopo che il clamore mediatico che hanno avuto quelle frasi e quei commenti! Lo ribadisco: il suicidio di un detenuto è sempre - oltre che una tragedia personale e familiare - una sconfitta per lo Stato. Ci vuole il massimo rispetto umano, cristiano, istituzionale. Ma l’inchiesta disciplinare che si dovrà ora avviare sia serena e senza pregiudizi”.

Sappe Informa

Riammessi tutti in servizio i colleghi della Polizia Penitenziaria sospesi per commenti Facebook

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Concorso per 540 allievi di Polizia Penitenziaria: domanda entro l’8 maggio

2 Gli Agenti penitenziari assolti dal caso Cucchi citano in giudizio tre Ministeri: Giustizia, Difesa e Interno

3 Fuorni. Bomba in carcere, si indaga. Oggi la protesta dei Poliziotti Penitenziari

4 Travolta e uccisa una ciclista: Poliziotto penitenziario indagato per omicidio stradale

5 Intimidazioni alla Polizia Penitenziaria: forate le ruote delle auto del Corpo a Cagliari

6 Torino, agente penitenziario si porta a casa il rame dei condizionatori

7 Igor il russo, l''ex compagno di cella: E'' diventato Ezechiele dopo la conversione

8 Arrestato di nuovo boss Concetto Bonaccorsi: era evaso da permesso premio dal carcere di Secondigliano

9 Palermo, i familiari di Francesca Morvillo lasciano la fondazione Giovanni Falcone

10 Lanciano, poliziotti penitenziari costretti a saltare i pasti


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Servizio di polizia stradale: la penitenziaria è la più temuta tra le forze dell''ordine!

2 Ecco le nuove insegne di qualifica dopo il riordino delle carriere

3 Un anno fa ci lasciava Nicola Caserta

4 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

5 Riordino delle carriere: buono l’esito delle consultazioni dei sindacati e dei Co.Ce.r. presso le commissioni parlamentari

6 Francesco Di Cataldo: in memoria del Maresciallo Maggiore degli Agenti di Custodia ucciso dalle BR a Milano il 20 aprile 1978

7 Riordino: una proposta per le nuove insegne di qualifica della Polizia Penitenziaria

8 Riordino delle carriere. Analisi della situazione dei Sovrintendenti

9 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

10 Riordino: perché negare l’evidenza dei benefici?