Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Come il Vento: il film su Armida Miserere proiettato al Festival di Roma

Polizia Penitenziaria - Come il Vento: il film su Armida Miserere proiettato al Festival di Roma


Notizia del 12/11/2013 - ROMA
Letto (3991 volte)
 Stampa questo articolo


uori Concorso il film di Marco Simon Puccioni, con Filippo Timi. Una donna complessa, contradditoria, ferrea ma distrutta dalla sofferenza. è cosi l'Armida Miserere portata sul grande schermo da Valeria Golino nel film "Come il vento" di Marco Simon Puccioni, presentato oggi Fuori Concorso al Festival Internazionale del Film di Roma e in uscita al cinema il 28 novembre. Un film liberamente ispirato a una delle prime donne a dirigere un carcere in Italia, che dagli anni '80 riuscì pian piano ad affermarsi in un ambiente così duro e maschilista, guadagnandosi il rispetto con i suoi atteggiamenti anche duri, senza lasciarsi sopraffare dalle intimidazioni.

"Io non conoscevo Armida prima che il regista me ne parlasse - ha raccontato Valeria Golino alla conferenza stampa nello spazio Bnl al Festival - ho conosciuto la sua Armida, mi sono affidata al suo punto di vista, è una donna così complessa e piena di zone d'ombra, misteriosa. All'inizio non volevo fare questo film perché avevo paura, oggi è così difficile fare un film in Italia che non sia di puro intrattenimento, temevo che non trovassimo una distribuzione, poi mi ha convinto la voglia di farlo di Puccioni". Il film, girato in cinque regioni d'Italia, racconta la sua storia nell'arco di 15 anni, dal carcere di Sulmona, a Pianosa, all'Ucciardone, il suo rapporto con i detenuti, la sua professionalità ma anche la sua sofferenza dopo l'uccisione del compagno (Filippo Timi). Un dolore incolmabile, una ferita che non è riuscita mai a rimarginare, anche perché quella stessa giustizia per cui lavorava, ha continuato a deluderla, così come l'umanità in generale, fino a portarla al gesto estremo di togliersi la vita.

Il regista ha raccontato le difficoltà nel fare il film: "Il Dap per fortuna ci ha dato un grande aiuto e ci ha fatto entrare nelle carceri, non è stato semplice girare. La cosa particolare è stata che abbiamo incontrato tante persone che erano amici e allievi di Armida, compresa la sua guardia del corpo che l'ha trovata morta, è rimasta sorpresa nel vedere Valeria recitare. Il film è la mia Armida, la mia versione, volevo soprattutto parlare del suo percorso umano". E la Golino ha svelato di averla conosciuta davvero una volta: "L'ho incontrata brevemente un anno prima che morisse, ero andata a Sulmona con Emanuele Crialese a un piccolo festival di cinema per i detenuti, andavamo a mostrargli il film 'Respirò ed è stata un'esperienza molto toccante. Lei mi ha accolta e accompagnata e ci siamo fatti delle foto insieme. Studiando il personaggio ho visto alcune foto di Armida e ho ritrovato la nostra, me la ero scordata: è curioso che, anche se ci eravamo conosciute da poco, nello scatto siamo abbracciate e lei mi guarda. Mi ha fatto molto effetto".

TM News

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Bambino di 5 anni muore in piscina: il papà è un Agente della Polizia Penitenziaria

2 Una procura massonica guidata all''epoca da Giovanni Tinebra: lo sfogo di Fiammetta Borsellino

3 Ecco come Carabinieri e Polizia Penitenziaria hanno riacciuffato i tre evasi dal carcere di Barcellona PG

4 Agente di Polizia Penitenziaria e arbitro per i detenuti AS: nuovo posto di servizio nel carcere di Terni

5 Detenuti protestano in nome di Allah: frattura al braccio per un Agente e altri Poliziotti penitenziari feriti nel carcere di Verona

6 Tragedia sfiorata: Poliziotto penitenziario trasferito in ospedale in codice rosso. Ferito in una rissa tra detenuti nel carcere di Porto Azzurro

7 Santi Consolo totalmente inadeguato al suo ruolo e carceri fuori controllo: conferenza stampa al Senato

8 Matrimonio tra Poliziotta penitenziaria e detenuto: lei lo aiutò ad evadere dal carcere svizzero

9 Uccise anche il Generale Dalla Chiesa: ora Antonino Madonia vuole lo sconto di pena per trattamento inumano in carcere e la Cassazione la ritiene una legittima richiesta

10 Nostro fratello Mormile ucciso dall''accordo tra DAP e servizi segreti: testimone di colloqui tra Stato e boss mafiosi nel carcere di Parma


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Perché tanta attenzione all’USPEV e nessuna considerazione per NIC e GOM?

2 Adesso che è legge il reato di "tortura" sicuramente abbiamo risolto il problema ... quindi se facciamo una legge contro l''imbecillità la debelliamo dal Paese?

3 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta uno degli evasi di Barcellona P.G.

4 Riordino delle carriere: le tabelle e tutto quello che c’è da sapere

5 Altro successo del NIC: presi tutti gli evasi di Barcellona PG

6 Il Nucleo Investigativo Centrale della Polizia Penitenziaria arresta i favoreggiatori dell''evasione di Rebibbia

7 Le discutibili relazioni tra Dap, Radicali e Associazioni di Volontariato denuciate dal Senatore Di Maggio

8 Lettera aperta di Capece a Rita Bernardini

9 Il malessere del Corpo in una lettera a un quotidiano di Alessandria

10 Salvatore Riina riamarrà in carcere al 41-bis: lo ha deciso il Tribunale di Sorveglianza che ha rigettato le richieste dei suoi avvocati