Giugno 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Giugno 2017  
  Archivio riviste    
Confermato ergastolo per Perrone: condannato al carcere a vita anche dai Giudici di secondo grado

Polizia Penitenziaria - Confermato ergastolo per Perrone: condannato al carcere a vita anche dai Giudici di secondo grado


Notizia del 01/02/2016 - LECCE
Letto (1573 volte)
 Stampa questo articolo


Carcere a vita. Anche i giudici di secondo grado hanno confermato l’ergastolo per Fabio Perrone, il 42enne di Trepuzzi che il 6 novembre evase dall’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce sparando colpi di pistola e ferendo gli agenti di scorta.

Fece poi perdere le proprie tracce a bordo di una Toyota Yaris, sottratta a una donna nel parcheggio antistante.

“Triglietta” (così viene soprannominato negli ambienti della criminalità salentina) fu  ammanettato il 9 gennaio in un’abitazione del suo paese. L’uomo, subito dopo l’arreso, è stato trasferito per ragioni di sicurezza nel carcere di Catanzaro e da lì è partito all’alba di oggi per raggiungere l’aula bunker di Lecce e partecipare al processo.

Nonostante la Polizia Penitenziaria avesse segnalato l’inopportunità di far fare un viaggio così lungo a un detenuto che poco tempo fa è riuscito ad organizzare e mettere in pratica un’evasione, i giudici hanno ritenuto che non vi fossero ragioni tecniche che consentissero di opporre un diniego alla sua richiesta di partecipare all’udienza.

Imponente il servizio di sicurezza messo in atto per il trasferimento e anche per la permanenza in aula. Bloccato anche l’accesso ai giornalisti, con la motivazione che il processo si sarebbe tenuto in Camera di Consiglio, essendo scaturito da un rito abbreviato in primo grado.

Perrone è stato nuovamente processato per l’omicidio del 45enne montenegrino Fatmir Makovic, avvenuto nel bar “Gold” di Trepuzzi nel marzo 2014 e per il tentato omicidio del figlio minore della vittima. Anche in quella circostanza, era fuggito ma era stato rintracciato dopo poche ore e arrestato. Durante la detenzione a “Borgo San Nicola” ha elaborato ilpiano di evasione messo in atto il 6 novembre e rispetto al quale sono ancora in corso le indagini per individuare eventuali fiancheggiatori.

La procura generale aveva chiesto la conferma della condanna all’ergastolo. Richiesta accolta dalla Corte presieduta dal giudice Vincenzo Scardia, che ha anche confermato le provvisionali disposte in primo grado per le sette parti civili costituite in giudizio, ovvero moglie, figli e fratelli di Makovic.

ilpaesenuovo.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Riparte il Concorso Allievi Agenti di Polizia Penitenziaria 100 donne e 300 uomini

2 Si incendia furgone della Polizia Penitenziaria: salvi ma intossicati gli Agenti e il detenuto

3 Serve sangue per la figlia di un collega: coinvolta in un incidente a Cosenza è in coma

4 Imboscata ad Agente penitenziario: c''è un problema in bagno e quando arriva i detenuti lo aggrediscono

5 DAP avvia procedimento disciplinare ai sindacalisti che contestarono il sistema premiale che ha permesso la liberazione anticipata dell''omicida Igor il russo

6 Ruba il borsello ad un poliziotto penitenziario in pizzeria, lo nasconde in auto e poi torna a mangiare. Scoperto e arrestato

7 Agente Polizia Penitenziaria uccide la moglie e si suicida: illesa la figlia diciottenne presente in casa, il padre le ha detto di allontanarsi

8 Detenuto cerca di accoltellare Poliziotto penitenziario nel carcere di Novara: Agente schiva il colpo ma rimane ferito al braccio

9 Detenuti magrebini in sorveglianza dinamica aggrediscono con lamette gli Agenti penitenziari nel carcere di Padova

10 Bombe molotov contro le auto della Polizia Penitenziaria: gravissimo atto intimidatorio nel carcere di Pisa


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 C’erano una volta due reparti speciali chiamati GOM e NIC …

2 Ci ha lasciati Veronica Bizzi, educatrice in servizio presso la Casa Circondariale di Trapani

3 Con la riforma della giustizia la Polizia Penitenziaria espleterà i controlli anche sul territorio per legge

4 Dipendenti statali: attenzione alle assenze per malattie, fissato il tetto massimo

5 Forze di Polizia e Forze Armate: uso consapevole dei social network. Guarda il Video con i consigli utili

6 Ormai è un Bollettino di Guerra … San Basilide salvaci tu

7 Commissione Antimafia: relazione del Presidente Rosy Bindi sullo stato di salute di Salvatore Riina

8 Lotta al terrorismo: maggior contributo della Polizia Penitenziaria e partecipazione ai Comitati provinciali ordine e sicurezza

9 Le nuove prospettive dell’Esecuzione Penale Esterna

10 La "famiglia di caserma" e l''attesa del trasferimento vicino casa