Novembre 2016
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Novembre 2016  
  Archivio riviste    
Confermato ergastolo per Perrone: condannato al carcere a vita anche dai Giudici di secondo grado

Polizia Penitenziaria - Confermato ergastolo per Perrone: condannato al carcere a vita anche dai Giudici di secondo grado


Notizia del 01/02/2016 - LECCE
Letto (1356 volte)
 Stampa questo articolo


Carcere a vita. Anche i giudici di secondo grado hanno confermato l’ergastolo per Fabio Perrone, il 42enne di Trepuzzi che il 6 novembre evase dall’ospedale “Vito Fazzi” di Lecce sparando colpi di pistola e ferendo gli agenti di scorta.

Fece poi perdere le proprie tracce a bordo di una Toyota Yaris, sottratta a una donna nel parcheggio antistante.

“Triglietta” (così viene soprannominato negli ambienti della criminalità salentina) fu  ammanettato il 9 gennaio in un’abitazione del suo paese. L’uomo, subito dopo l’arreso, è stato trasferito per ragioni di sicurezza nel carcere di Catanzaro e da lì è partito all’alba di oggi per raggiungere l’aula bunker di Lecce e partecipare al processo.

Nonostante la Polizia Penitenziaria avesse segnalato l’inopportunità di far fare un viaggio così lungo a un detenuto che poco tempo fa è riuscito ad organizzare e mettere in pratica un’evasione, i giudici hanno ritenuto che non vi fossero ragioni tecniche che consentissero di opporre un diniego alla sua richiesta di partecipare all’udienza.

Imponente il servizio di sicurezza messo in atto per il trasferimento e anche per la permanenza in aula. Bloccato anche l’accesso ai giornalisti, con la motivazione che il processo si sarebbe tenuto in Camera di Consiglio, essendo scaturito da un rito abbreviato in primo grado.

Perrone è stato nuovamente processato per l’omicidio del 45enne montenegrino Fatmir Makovic, avvenuto nel bar “Gold” di Trepuzzi nel marzo 2014 e per il tentato omicidio del figlio minore della vittima. Anche in quella circostanza, era fuggito ma era stato rintracciato dopo poche ore e arrestato. Durante la detenzione a “Borgo San Nicola” ha elaborato ilpiano di evasione messo in atto il 6 novembre e rispetto al quale sono ancora in corso le indagini per individuare eventuali fiancheggiatori.

La procura generale aveva chiesto la conferma della condanna all’ergastolo. Richiesta accolta dalla Corte presieduta dal giudice Vincenzo Scardia, che ha anche confermato le provvisionali disposte in primo grado per le sette parti civili costituite in giudizio, ovvero moglie, figli e fratelli di Makovic.

ilpaesenuovo.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE PUGLIA
Statistiche carceri Regione Puglia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Assunzioni in Polizia Penitenziaria e scorrimento graduatorie: Governo rifiuta gli emendamenti Ferraresi (M5S)

2 Quindici colpi di pistola contro il Poliziotto penitenziario: le prime indagini dei Carabinieri

3 Informativa DAP: ai mujaheddin kosovari è arrivato ordine di attaccare l''Italia

4 Polizia Penitenziaria e Carabinieri arrestano due persone pronti a sparare e con targhe contraffatte

5 Morì sotto il furgone della Polizia Penitenziaria: per la Procura responsabili autista e gli operai del cantiere

6 La nuova Legge che obbliga i Poliziotti a riferire ai propri superiori le indagini giudiziarie

7 Detenuto in permesso premio sequestra, rapina e violenta una ragazza in un ufficio pubblico

8 Sparatoria tra Poliziotto penitenziario e macedone: lite scoppiata per motivi sentimentali

9 Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

10 Cinque posti da procuratore DNA a Roma: concorrono anche Alfonso Sabella, Francesco Cascini e Calogero Piscitello


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Le tristi notti del poliziotto penitenziario cinquantenne

2 In ricordo di Roberto Pelati, ex atleta del Gruppo Sportivo Fiamme Azzurre colpito da una grave malattia e scomparso prematuramente

3 Un lutto improvviso: ci lascia Andrea Accettone, collega, segretario, come un fratello

4 I veri nemici della Polizia Penitenziaria

5 Poliziotti penitenziari che lavorano negli uffici: pochi, troppi o adeguati?

6 Tre buoni motivi per cui la Polizia Penitenziaria non può essere sciolta come la Forestale

7 Come mi mancano gli Agenti di Custodia … allora non c’erano suicidi tra di noi … perché?

8 La protesta dei poliziotti di Rebibbia e gli starnuti del RE

9 Razionalizzazione del personale: pure quello informatico però

10 La sanzione disciplinare nei confronti del poliziotto penitenziario