Aprile 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Aprile 2017  
  Archivio riviste    
Conti correnti detenuti: mancano alcune migliaia di euro, indaga la Polizia Penitenziaria

Polizia Penitenziaria - Conti correnti detenuti: mancano alcune migliaia di euro, indaga la Polizia Penitenziaria


Notizia del 06/05/2013 - PAVIA
Letto (2233 volte)
 Stampa questo articolo


Conti correnti dei detenuti: scoperto "buco" di alune migliaia di euro tra i soldi dei detenuti del carcere di Pavia.

A dicembre, al momento di chiudere il bilancio mensile, l’impiegato dell’ufficio Conti Correnti della casa circondariale di Torre del Gallo si è accorto che i numeri non quadravano. Calcola e ricalcola, le verifiche successive hanno permesso di appurare che all’appello, tra entrate e uscite, mancavano in effetti alcune migliaia di euro.

Parte tra due e tremila. Ma in quell’ufficio, negli ultimi tempi, si erano avvicendati diversi impiegati, sia amministrativi sia appartenenti al corpo di Polizia Penitenziaria. Un turn over legato alla carenza cronica di personale e alla necessità di coprire turni e servizi con il personale a disposizione. Ricostruire la trama dei versamenti e dei prelievi non è stato facile. La verifica è tuttora in corso. Ma del presunto ammanco la direzione ha subito informato la Procura della Repubblica di Pavia che ha delegato al nucleo investigativo dell’amministrazione penitenziaria il compito di chiarire al più presto la vicenda. Un’indagine spinosa e delicata tanto che il direttore della casa circondariale, Iolanda Vitale, interpellata telefonicamente, preferisce non fare dichiarazioni. Una prudenza legata al fatto che l’inchiesta è ancora in corso.

Si tratterebbe al momento di un’indagine di tipo amministrativo. Ma qualora dovessero essere individuate responsabilità personali nel “buco” di alcune migliaia di euro, potrebbe imboccare anche un profilo diverso, anche di tipo penale. Al momento non ci sarebbero indagati. Ma alcuni operatori sarebbero stati rimossi dal loro incarico e destinati ad altri servizi.  Proprio sul movimento delle somme presenti sui libretti dei conti correnti dei detenuti si concentra l’attenzione degli inquirenti.

È capitato che una borsa lavoro venisse accreditata due volte, per errore. E che il detenuto, nel frattempo trasferito in un altro carcere non restituisse la cifra non dovuta. In questo caso le verifiche contabili si incrociano anche a quelle relative al carico e scarico delle merci in vendita allo spaccio interno. Al registro delle consegne. Resta aperta l’ipotesi del si tratti di un errore contabile e amministrativo, senza dolo. Un pasticcio legato ai troppi avvicendamenti all’interno dell’ufficio.

 

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE LOMBARDIA
Statistiche carceri Regione Lombardia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Arresti centro migranti di Capo Rizzuto: Poliziotto penitenziario consegnava pizzini agli ''ndranghetisti del carcere di Siano

2 Antonio Fullone nominato ufficialmente Direttore Generale: lascia la direzione del carcere di Poggioreale

3 Indagato l''ex direttore del carcere di Padova: sotto indagine il declassamento dall''alta sicurezza di 12 detenuti

4 Poliziotti penitenziari coinvolti nel caso Cucchi citano i Ministeri della Giustizia, Difesa e Interni: il GUP accoglie la richiesta

5 Poggioreale, hashish nascosto nelle suole delle scarpe. Polizia Penitenziaria denuncia cinque persone

6 Catturato detenuto tunisino e islamico radicalizzato: era evaso da permesso premio, Poliziotto penitenziario lo riconosce in stazione

7 Ristrutturazioni in corso nel carcere di Cuneo per ospitare di nuovo detenuti al 41-bis

8 Lucera, in fiamme auto di un poliziotto penitenziario

9 Vacilla il Carcere modello di Bollate, detenuto con chiavi usb e coltelli. Il Direttore minimizza

10 Carceri 41-bis: visita della Commissione Antimafia nelle carceri della Sardegna per verificare Cagliari Uta e Sassari


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Rocco D''Amato, ucciso nella Casa Circondariale di Bologna da un detenuto il 13 maggio 1983

2 Quanto fa guadagnare il servizio di polizia stradale della Polizia Penitenziaria al Ministero della Giustizia?

3 Il Consiglio dei Ministri approva definitivamente il Riordino delle Carriere

4 Vigilanza dinamica e affettività in carcere diventano legge

5 Riordino carriere: le commissioni parlamentari auspicano che il ruolo funzionari sia pienamente corrispondente alla Polizia di Stato

6 Skype per i mafiosi al 41-bis: arrivano puntuali le smentite, ma per i mafiosi in alta sicurezza come la mettiamo?

7 Rems, se qualcuno avesse raccolto i nostri allarmi ...

8 Il Re è nudo! Ma forse anche cieco e sordo ...

9 Carceri e sanità, intesa del Sappe con i medici aderenti allo SMI

10 Qualcuno crede che Facebook sia come lo Speaker’s Corner di Hyde Park