Una donna italiana, S.R., è stata arrestata questa mattina dal personale del Reparto di Polizia Penitenziaria della Casa di Reclusione di Roma - Rebibbia, mentre tentava di introdurre in carcere, celate nelle parti intime, 24 pasticche di subutex, allo scopo di c" />

  Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Controlli antidroga a Rebibbia: Polizia Penitenziaria sequestra 24 pasticche ai colloqui

Polizia Penitenziaria - Controlli antidroga a Rebibbia: Polizia Penitenziaria sequestra 24 pasticche ai colloqui


Notizia del 19/11/2015 - ROMA
Letto (1543 volte)
 Stampa questo articolo


Una donna italiana, S.R., è stata arrestata questa mattina dal personale del Reparto di Polizia Penitenziaria della Casa di Reclusione di Roma - Rebibbia, mentre tentava di introdurre in carcere, celate nelle parti intime, 24 pasticche di subutex, allo scopo di cederle al figlio detenuto. L’arresto è avvenuto durante i normali controlli eseguiti dai poliziotti penitenziari del Reparto, finalizzati a scongiurare i tentativi di introduzione di sostanze stupefacenti. Gli Agenti, insospettiti dall’atteggiamento tenuto dalla donna, hanno proceduto alla perquisizione ai sensi del T.U. 309/90 (legge sugli stupefacenti). A seguito del rinvenimento sono state estese le perquisizioni agli altri familiari presenti e all’autoveicolo degli stessi, con esito negativo.

La sostanza veniva sottoposta a sequestro e la donna arrestata in flagranza del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente, con l’aggravante prevista in caso di commissione del fatto all’interno di un istituto penitenziario. S. R. è stata quindi tradotta presso la Casa Circondariale Femminile di Roma Rebibbia, in attesa della convalida dell’arresto e il conseguente giudizio per direttissima fissati in data di domani.

polizia-penitenziaria.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Tentativo di rivolta dei detenuti magrebini nel carcere di Prato: bloccato accesso alla terza sezione con brande

5 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

6 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

7 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

8 Poliziotto penitenziario aggredito con bastoni da detenuto nel carcere di Napoli Secondigliano

9 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

10 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 Le proteste pretestuose

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!