Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Convegno a Napoli per discutere nuovo modello architettonico delle carceri

Polizia Penitenziaria - Convegno a Napoli per discutere nuovo modello architettonico delle carceri


Notizia del 16/05/2012 - NAPOLI
Letto (2408 volte)
 Stampa questo articolo


Domani giovedi' 17 maggio dalle 9.30 all'Universita' di Napoli Federico II, Facolta' di Architettura, Aula "Mario Goffredo" (Palazzo Gravina, Via Monteoliveto 3), avra' luogo il Convegno "Carcere leggero, Struttura pesante: quale modello architettonico per la funzione costituzionale della pena".

Il Convegno voluto fortemente ed organizzato dalla Garante dei diritti dei detenuti Regione Campania, Adriana Tocco si aprira' con il saluto del preside della Facolta' di Architettura dell'Universita' Federico II, Claudio Claudi De Saint Mihiel, a cui seguiranno le ragioni del convegno illustrate dalla Garante delle persone sottoposte a misure restrittive della liberta' personale e i saluti istituzionali del sindaco di Napoli Luigi de Magistris, del presidente Regione Campania Stefano Caldoro e del Provveditore regionale amministrazione penitenziaria Tommaso Contestabile.

Dalle ore 11 ci sara' l'intervento introduttivo del presidente sezione laziale Istituto nazionale architettura (Inarch) Luca Zevi e poi proseguira' con i seguenti interventi: Giovanni Tamburino, Capo Dipartimento amministrazione penitenziaria, Alfonso Sabella, direttore generale delle Risorse, beni e servizi del Dap, Angelo Sinesio, Commissario delegato Piano Carceri, Corrado Marcetti, direttore Fondazione "Giovanni Michelucci", Mauro Palma, Consiglio Europeo per la Cooperazione nell'Esecuzione Penale, Paolo Giardiello, presidente Consulta cultura della Facolta' Architettura Universita' Federico II. Le conclusioni saranno affidate al presidente Coordinamento nazionale dei Garanti, Franco Corleone.

www.ilvelino.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE CAMPANIA
Statistiche carceri Regione Campania







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

5 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

6 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

9 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

10 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

4 Ma chi siamo?

5 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

6 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

7 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

8 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

9 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia