Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Corte Costituzionale: ammissibile ricorso per far vedere ai detenuti 41-bis la TV in carcere

Notizia del 07/03/2012 - ROMA

Corte Costituzionale: ammissibile ricorso per far vedere ai detenuti 41-bis la TV in carcere

letto 2095 volte)

 Stampa questo articolo         Condividi

La Corte costituzionale (presidente Alfonso Quaranta, giudice redattore Gaetano Silvestri) ha dichiarato ammissibile, con l'ordinanza numero 46, il conflitto di attribuzione tra poteri dello Stato proposto dal magistrato di sorveglianza di Roma Enrico della Ratta Rinaldi nei confronti del ministro della Giustizia per la mancata esecuzione di un'ordinanza.

Il magistrato aveva accolto il ricorso di un detenuto ristretto in regime di 41bis a Rebibbia contro il divieto di visione di alcuni canali, ma aveva visto inapplicata la sua decisione. L'oscuramento parziale della tv ai detenuti in regime di detenzione speciale era stato disposto, il 29 ottobre 2010, da una circolare del Dipartimento dell'amministrazione penitenziaria (Dap) dopo che un'inchiesta aveva rivelato come la malavita organizzata comunicasse con i propri affiliati in carcere attraverso sms pubblicati in diverse trasmissioni tv.

Per il Dap la misura era necessaria per garantire l'elevata sicurezza interna ed esterna, "...con riguardo principalmente alla necessità di prevenire contatti del detenuto con l'organizzazione criminale di appartenenza a di attuale riferimento...". Divieto immotivato, aveva stabilito il magistrato, per quanto riguardava i canali Rai Sport e Rai Storia.

Ma il Dap, pur non opponendosi al provvedimento, non aveva obbedito alle decisioni del giudice. L'ammissione del conflitto è solo la prima parte del giudizio: spetterà sempre ai giudici della Consulta esprimersi nel merito della vicenda.

TMNews

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Forze Armate: NoiPA è diventato un problema?

5 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

6 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

7 NoiPa: Forze Armate in rivolta. E spunta una petizione on line

8 La foto del Detenuto Evaso dall''Ospedale di Sanremo. Intanto il Sappe chiede le dimissioni del direttore

9 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

10 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Quanto il temporeggiatore arretra ...

3 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

4 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

5 La lingua segreta dei tatuaggi sulla persona detenuta

6 L’indennità per la “presenza esterna”: a chi si e a chi no

7 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

8 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

9 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”

10 Esecuzione penale:come comportarsi quando si opera nei confronti di un minore