Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Crollo nel carcere di Cagliari: si stacca parte del granito dove poco prima lavorava Polizia

Polizia Penitenziaria - Crollo nel carcere di Cagliari: si stacca parte del granito dove poco prima lavorava Polizia


Notizia del 17/05/2013 - CAGLIARI
Letto (1789 volte)
 Stampa questo articolo


Crollo nel carcere di Cagliari: una parte del granito crolla dal soffito, Tragedia sfiorata, poco prima stavano lavorando agenti di Polizia Penitenziaria. 

“Quel che è accaduto nel carcere di Cagliari, il crollo di un grosso pezzo di granito all’interno del penitenziario che solo per cause fortuite non ha avuto gravi conseguenze , è un drammatico evento che evidenzia la precarietà dei luoghi in cui lavorano i poliziotti e sono detenute tante persone. Mi auguro che il Ministro della Giustizia Annamaria Cancellieri disponga all’Amministrazione Penitenziaria una urgente ricognizione nazionale per accertare la salubrità di tutte le carceri italiane”.

E’ il commento di Donato Capece, Segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria (SAPPE), a quanto avvenuto nel carcere di Cagliari.

“Il grave episodio del Buoncammino deve servire da spunto per una immediata verifica della salubrità dei luoghi di lavoro nei quali sono impiegati gli appartenenti alla Polizia Penitenziaria. Esistono ad esempio nuclei centrali e territoriali di vigilanza, VISAG, che non vigilano. La sicurezza e salubrità dei luoghi di lavoro nelle carceri è un optional: esistono (ma non dappertutto!) le figure professionali previste dalla specifica normativa ma poi non le si mettono in condizione di operare perché mancano la formazione e l’aggiornamento professionale.

In più occasioni abbiamo chiesto all’Amministrazione Penitenziaria di disporre un monitoraggio a livello nazionale finalizzato ad accertare se i rappresentanti della sicurezza presenti negli istituti penitenziari fossero effettivamente in possesso dei requisiti per l’esercizio del mandato perché è obbligo del datore di lavoro la formazione dei lavoratori, dei loro rappresentanti e dei responsabili ed addetti al servizio di prevenzione e protezione nonché degli incaricati delle attività di prevenzione ed incendi. La risposta è stata una annunciata sensibilizzazione dei provveditori regionali, che a loro volta forse hanno sensibilizzato i direttori delle carceri, ma corsi di formazione non se ne sono visti!

La realtà è che l’Amministrazione Penitenziaria continua a vivere in una dimensione virtuale rispetto alle reali criticità delle carceri e invece di promuoverne la salubrità pensa a introdurre la vigilanza dinamica dei poliziotti (ossia un agente in più posti di servizio) e patti di responsabilità con i detenuti, a tutto discapito della sicurezza dei nostri penitenziari, di chi ci lavora e di chi ci vive. Ma questo episodio deve fare riflettere, e molto.”

Sappeinforma

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE SARDEGNA
Statistiche carceri Regione Sardegna







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Polizia Penitenziaria: accorpamento nella Polizia di Stato o nei Carabinieri?

2 Polizia Penitenziaria: accorpamento non si farà, ecco perchè

3 Il boss e il pentito si incrociano in aereo: la Polizia Penitenziaria evita alo scontro fisico tra i due

4 Corte Cassazione: Sciopero della fame detenuti è un''azione dimostrativa di scontro e di ostilità verso le istituzioni

5 Rapporto Ragioneria Generale dello Stato: dipendenti statali meno 7,2 per cento. Polizia Penitenziaria meno trentacinque per cento!

6 Ancora due Agenti penitenziari aggrediti da detenuto nel carcere di Rebibbia

7 Comunicato DAP: la solidarietà a Luca Traini in carcere è una notizia priva di fondamento

8 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

9 Il carcere è troppo duro per Michele Zagaria: il suo avvocato dice che il 41-bis lo deprime

10 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il nuovo ruolo degli Ispettori con carriera a sviluppo direttivo

2 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

3 La riforma dell’ordinamento penitenziario: osservazioni e considerazioni

4 Nuova circolare Dap per uso dei social: regole deontologiche, immagine e decoro. (o nascondere degrado, incuria e abbandono?)

5 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

6 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

7 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Ma chi siamo?

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia