Marzo 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Marzo 2018  
  Archivio riviste    
Dal carcere dava ordini ai clan e si occupava delle esigenze economiche degli altri detenuti

Polizia Penitenziaria - Dal carcere dava ordini ai clan e si occupava delle esigenze economiche degli altri detenuti


Notizia del 17/05/2016 - MESSINA
Letto (4299 volte)
 Stampa questo articolo


«È un’indagine pura, fatta di intercettazioni telefoniche e ambientali e di appostamenti. Questo ci ha permesso di decapitare tre organizzazioni mafiose che si erano organizzate in base ad uno schema quasi federativo. Ciascun clan dirigeva in modo autonomo i propri affari. Ma c’era poi un intermediario scelto dai boss in carcere, che doveva comporre le questioni, nel caso sorgano problemi. Si tratta di Carmelo Ventura, che non era il capo dei clan, ma colui che doveva mantenere l'equilibrio». 

È questa una delle novità emerse dall’operazione Matassa condotta dalla squadra mobile e coordinata dalla Dda, come spiegato dal procuratore capoGuido Lo Forte. Mesi e mesi di indagini hanno permesso di svelare i nuovi assetti mafiosi operanti a Messina. E hanno anche consentito di capire come a garanzia di tutto era stato messo Ventura, garante della pax mafiosa. «Appena scarcerato - sottolinea la gip - dispone di somme che non hanno alcuna corrispondenza nei redditi dichiarati né da lui né da alcuno dei familiari, costituisce uno straordinario riscontro la circostanza che anche durante i periodi di detenzione abbia continuato a gestire gli affari illeciti del clan e a percepire una quota dei proventi illeciti ricavati anche dall'attività degli altri gruppi».

Sono pure i collaboratori di giustizia a spiegare nel dettaglio il ruolo di Ventura. «Benché detenuto fino al 17 novembre 2011 - si legge nell'ordinanza - è riuscito non sono a mantenere, ma ad accrescere il proprio carisma criminale continuando a gestire gli affari illeciti anche durante la sottoposizione a regime carcerario. Ventura controlla e organizza le attività illecite anche degli altri clan occupandosi tra l'altro dei bisogni economici degli affiliati detenuti». Il suo ruolo di intermediatore gli avrebbe permesso anche di continuare amantenere i contatti con politici locali. Nonostante la sua carcerazione, Ventura avrebbe ottenuto l’aiuto di Giuseppe Capurro, arrestato anche lui nell’operazione Matassa. Secondo gli investigatori, sulla base delle intercettazioni, l'ex consigliere comunale avrebbe dato la sua disponibilità a Ventura per aiutarlo ad aprire un esercizio commerciale.

meridionews.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE SICILIA
Statistiche carceri Regione Sicilia







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Suicida in casa agente di Polizia Penitenziaria. Era in servizio nel carcere di Aosta L''Agente era alle dipendenze del Gruppo Operativo Mobile

2 Pericoloso detenuto accusa malore sull’A2: agenti di Messina sventano la fuga

3 Blitz in carcere: perquisite celle e detenuti per cercare droga e telefonini sospetti

4 Droga in carcere: poliziotto incastrato da una microspia nei gradi

5 Eurodeputata di Forza Italia in visita al Carcere di Busto: i detenuti stranieri scontino la pena nel loro Paese d’origine”

6 Domani i funerali di Davide Agente penitenziario suicida

7 Arrestati due agenti del carcere di Matera agevolazioni a detenuti in cambio di denaro

8 Vallanzasca, carcere Bollate: dategli la libertà condizionale

9 Perseguitava ex capo scorta di Alfano. Poliziotto penitenziario condannato a 3 anni di reclusione

10 Carceri: “E’ sempre più emergenza aggressioni”


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Due anni fa ci lasciava Nicola Caserta, Presidente del Sappe, amico e collega di tutti noi

2 Lorenzo Cutugno: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso dalle BR l''11 aprile 1978

3 Quanto il temporeggiatore arretra ...

4 Salvatore Rap: in memoria dell''Agente di Custodia ucciso durante la rivolta nel carcere di San Vittore del 21 aprile 1946

5 Sempre un passo indietro... perchè la Polizia Penitenziaria non sta al livello degli altri

6 Non fatevi raccontare quello che succede in “miniera” da chi lavora dietro una scrivania. Il GOM visto da dentro

7 Le garanzie costituzionali per le perquisizioni personali

8 Il rapporto tra immigrazione, carcere ed elezioni politiche

9 Sicurezza sul lavoro: il rischio elettrico

10 Convegno Salerno tenuto il 10 aprile dal Sappe su “Radicalizzazione nelle carceri”