Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini

Polizia Penitenziaria - Dal carcere di Padova detenuto gestiva traffico di droga in Sicilia con computer e pizzini


Notizia del 01/12/2016 - PADOVA
Letto (3561 volte)
 Stampa questo articolo


Dalla sua cella della casa di reclusione di strada Due Palazzi gestiva tranquillamente un sodalizio criminale dedito allo spaccio di sostanze stupefacenti a mille chilometri di distanza. Computer e pizzini. Erano questi i mezzi di comunicazione di Mario Pace, 57enne presunto esponente del clan Pillera-Cappello che sta scontando una condanna all'ergastolo per omicidio e associazione mafiosa.

Pace è uno dei sedici destinatari delle ordinanze di custodia cautelare eseguite nella giornata di ieri dai carabinieri del comando provinciale di Catania, con l'accusa di associazione a delinquere finalizzata al traffico internazionale di cocaina e marijuana. L'operazione è stata denominata Baly, dal nome di un chiosco che fungeva da snodo per le consegne dello stupefacente.

Tra Gravina e Mascalucia, località della provincia catanese, la banda gestiva un redditizio spaccio di droga, in grado di produrre tra il 2011 e il 2013 proventi per circa 30mila euro alla settimana. Riusciva infatti ad acquistare la cocaina di provenienza olandese a prezzi più competitivi rispetto a quelli del cartello di rifornimento controllato dalla criminalità organizzata. Lo smercio della droga avveniva non in una piazza di spaccio ben definita ma con un'attività molto dinamica, facilitata anche da una rete di clienti accreditati. 

Le direttive al gruppo criminale arrivavano dal carcere di Padova, dove è detenuto Mario Pace, che aveva a disposizione un personal computer, sequestrato dalla Polizia Penitenziaria nel corso delle indagini. Era comunque la sorella Rosa, sottoposta all'obbligo di firma, e legata a Roberto Vitale, uno dei vertici del sodalizio criminale, a fungere da messaggera dei pizzini che sarebbero stati consegnati durante i colloqui in carcere.

ilgazzettino.it

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Non gradisce la sistemazione in cella, detenuto aggredisce agente della Penitenziaria

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

5 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

6 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

7 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

10 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Carceri: procuratore aggiunto Potenza Basentini verso guida Dap

3 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

4 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

5 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

6 Tempo di bilanci per il Ministero della Giustizia

7 In sezione comme a la guerre

8 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

9 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook