Maggio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Maggio 2018  
  Archivio riviste    
Detenuti a processo per la rivolta del 2010 nel vecchio carcere di Trento

Polizia Penitenziaria - Detenuti a processo per la rivolta  del 2010 nel vecchio carcere di Trento


Notizia del 31/05/2012 - TRENTO
Letto (2198 volte)
 Stampa questo articolo


Accusati di aver distolto gli agenti di Polizia Penitenziaria dai loro compiti, per questo 21 detenuti sono a processo per la rivolta scoppiata nel carcere di Trento nel 2010.
 
Avevano dato fuoco alle coperte, rotto piatti e bicchieri, urlato e protestato. Per questo il pubblico ministero Antonella Nazzaro ha citato a giudizio 21 ex detenuti del vecchio carcere di via Pilati. L’accusa mossa nei loro confronti è non solo di danneggiamento aggravato di cose esposte alla pubblica fede e di danneggiamento seguito da incendio, ma anche di interruzione di pubblico servizio. Questo perché, l’accusa contesta ai detenuti di aver distolto gli agenti di Polizia Penitenziaria dai loro compiti. Il processo si aprirà l’1 giugno prossimo. I ventuno imputati sono difesi, tra gli altri, dagli avvocati Stefano Daldoss, Filippo Fedrizzi e Giuliano Valer.
 
I fatti risalgono al 2010. Il carcere di via Pilati era ormai vecchio e malandato, in vista del trasloco a Spini di Gardolo. I detenuti, ma anche gli stessi agenti di Polizia Penitenziaria lamentavano condizioni invivibili della vecchia struttura. Sostenevano che la popolazione dei detenuti superava di molto la capienza del carcere. Non solo, dicevano che ormai la struttura non veniva sottoposta ai lavori di manutenzione, anche quelli meno importanti. Per questo, ormai, la situazione era diventata difficile.
 
Al culmine di questo stato cose, appunto il 28 maggio del 2010 è scoppiata una sorta di rivolta. I detenuti hanno inscenato una manifestazione di protesta. Hanno iniziato a battere sulle porte e sulle inferriate. Qualcuno ha anche appiccato il fuoco agli oggetti contenuti nelle celle e alle lenzuola che venivano imbevute d’olio per far durare di più le fiamme. I poliziotti penitenziari sono accorsi e hanno subito domato l’incendio che stava divampando. Ci sono voluti ari giorni perché la situazione tornasse alla calma. A due anni di distanza la Procura adesso presenta il conto.
 
Di solito, in questi casi, si agisce in via disciplinare e non si arriva al processo penale. Però questa volta è arrivata la contestazione giudiziaria. Non solo. Tra le imputazioni c’è anche quella di interruzione di pubblico servizio, anche se i difensori contestano radicalmente questa ipotesi.
STATISTICHE CARCERI REGIONE TRENTINO-ALTO ADIGE
Statistiche carceri Regione Trentino-Alto Adige







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Supermercato in caserma, i Carabinieri ne Aprono uno per tutti i Militari di Firenze

2 Carceri:Ariano Irpino,sequestrato agente

3 Noipa: nel cedolino di giugno al via gli incrementi stipendiali. Tutte le date degli accrediti

4 Carceri, SAPPE a Bonafede: “Ecco la situazione degli agenti penitenziari

5 Disordini Ariano Irpino: Bonafede, a chi lavora in carcere il sostegno concreto dello Stato

6 Accoltellamento a Trezzano, un poliziotto penitenziario salva la vita all’anziana aggredita

7 Rivolta in carcere ad Ariano Irpino, feriti due agenti della penitenziaria

8 Grand Hotel Poggioreale, cellulari e 100mila euro: la “stanza” d’oro di Genny ‘a carogna

9 Ariano Irpino:Si sono offerti in ostaggio per salvare i loro colleghi

10 Sicurezza: Salvini, chiesto a Tria fondi assunzioni. Troppo alta età media agendina,serve piano reclutamenti


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Salvate il Gruppo Operativo Mobile (e gli altri servizi della Polizia Penitenziaria)

2 Col Ministro Bonafede avrà finalmente fine il paradosso dei direttori che esercitano funzioni di polizia, tolte alla Polizia Penitenziaria?

3 Ma col Ministro Orlando c’era un progetto, a tavolino, per depotenziare la Polizia Penitenziaria?

4 Alcune considerazioni sull’esonero, per motivi sanitari, da alcuni posti di servizio

5 Il Dap si riorganizza ... ma si dimentica sempre dell''Appuntato Caputo

6 Firenze Sollicciano: bubbole, fandonie e fanfaluche

7 L’elogio funebre di Nicolò Amato a Giuseppe Falcone

8 Il pericolo radicalizzazione nelle carceri italiane

9 Aumenta la casistica dei reati perseguibili a querela

10 La favoletta dell’autoconsegna di Siracusa e le fake news di certe paginette facebook