Lug/Ago 2017
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Lug/Ago 2017  
  Archivio riviste    
Detenuti con più di 5 anni di condanna non possono votare: Europa da ragione all'Italia

Polizia Penitenziaria - Detenuti con più di 5 anni di condanna non possono votare: Europa da ragione all'Italia


Notizia del 23/05/2012 - ESTERO
Letto (17246 volte)
 Stampa questo articolo


Diritto di voto in carcere: con condanna a più di cinque anni di prigione, si perde temporaneamente il diritto di voto alle elezioni.

La Corte europea dei diritti umani, con una sentenza definitiva, ha stabilito oggi che la legge italiana che nega il diritto di voto a chi è stato condannato a una pena di oltre cinque anni non viola la convenzione europea dei diritti dell'uomo.

La sentenza, emessa dalla Grande Camera della Corte di Strasburgo, va in senso contrario a quella con cui il 18 gennaio del 2011 una delle Camere aveva condannato l'Italia per la violazione della liberta' di voto dei detenuti. Secondo i giudici della Grande Camera, che hanno accolto le tesi presentate dal governo italiano nel ricorso contro la prima sentenza, la legge italiana non impone - come era stato stabilito nella prima sentenza - una restrizione generalizzata, automatica e indiscriminata del diritto di voto dei detenuti.

''La legge italiana, nel definire le circostanze in cui un individuo puo' essere privato del diritto di voto, mostra che l'applicazione di questa misura e' legata alle circostanze particolari di ogni caso e che vengono presi in considerazione fattori come la gravita' del reato commesso e la condotta del detenuto'', viene sottolineato nella sentenza. Ma soprattutto i giudici europei hanno tenuto conto, nell'assolvere l'Italia, che una volta scontata la pena, l'ex detenuto, attraverso la norma che regola la riabilitazione, puo' riottenere il diritto di voto.

ANSA

STATISTICHE CARCERI REGIONE LAZIO
Statistiche carceri Regione Lazio







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Caso Cucchi: assolto anche il Funzionario del provveditorato regionale dell''amministrazione penitenziaria

2 I detenuti protestano, Provveditore Sbriglia: confida nell''intervento dei Radicali e sollecita il Ministro per affettività e Skype

3 Nigeriano aggredisce Agente di Polizia Penitenziaria che gli aveva negato l''elemosina, fuori dal servizo

4 Ergastolano della Uno Bianca in albergo a 4 stelle per esercizi spirituali invitato da Comunione e Liberazione e cooperativa Giotto

5 Truffa alla pay tv, 150 persone indagate in Sicilia: indagine iniziata in carcere

6 Andrea Orlando: tutti gli evasi vengono catturati. In Italia il minor tasso di evasioni d''Europa

7 Skype per i detenuti ed estremismo islamico: il Sappe lancia l''allarme per i possibili utilizzi

8 Tenta di evadere dall''ospedale: detenuto ricoverato strattona gli Agenti e si da alla fuga

9 Boss mafiosi in carcere, Cassazione: va motivata meglio la negazione al differimento di pena per motivi di salute

10 Como, il restyling del carcere austriaco abbandonato dopo il trasloco al Bassone


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 In memoria di Antonio Muredda, Agente di Custodia ucciso il 22 agosto 1983

2 AGENTE ALLA BOLDRINI: VENGA SENZA PREAVVISO QUI C E UN SOLO AGENTE PER TRE PIANI

3 Promozioni al grado superiore: perché si valutano le sanzioni disciplinari e non le ricompense?

4 Posti fissi in istituto penitenziario: rotazione o non rotazione del personale del Corpo?

5 La vigilanza dinamica è un fallimento! Parola di Santi Consolo, che dà ragione al Sappe, ma vorrebbe il ritorno delle veline

6 Uno sguardo alle prime procedure applicative del riordino della Polizia di Stato

7 Noi, vittime della Torreggiani

8 Sicilia: c''era una volta la polizia stradale

9 L’estate del detenuto

10 Evasioni ... troppo facile scaricare sempre la colpa su di noi!