Gennaio 2018
  Scarica il file .pdf del numero della Rivista Gennaio 2018  
  Archivio riviste    
Detenuti ubriachi, Sappe: sorprendente tentativo di Sbriglia e Pirruccio di minimizzare

Polizia Penitenziaria - Detenuti ubriachi, Sappe: sorprendente tentativo di Sbriglia e Pirruccio di minimizzare


Notizia del 27/01/2015 - PADOVA
Letto (2172 volte)
 Stampa questo articolo


“E’ sorprendente constatare come le articolazioni periferiche dell’Amministrazione penitenziaria del Veneto e di Padova in particolare si siano affrettate a sminuire quel che è accaduto l’altro giorno nel carcere di Padova, con poliziotti aggrediti e feriti e momenti di altissima tensione. Lo fanno, evidentemente, per coprire le loro reponsabilità”.

A dichiararlo è il segretario generale del Sindacato Autonomo Polizia Penitenziaria SAPPE Donato Capece, che torna su quel che è accaduto nel tardo pomeriggio di giovedì alla struttura detentiva “Due Palazzi”.

“I detenuti erano ubriachi? A metà dicembre avevamo dato notizia del sequestro in alcune celle della Casa di reclusione patavina, da parte della Polizia Penitenziaria,  di alcuni litri di grappa artigianale prodotta da alcuni detenuti. Fatto, questo, che si volle far passare sotto un incomprensibile silenzio istituzionale… Ed invece, rispetto al questo, il Provveditore dell’Amministrazione Penitenziaria del Triveneto, Enrico Sbriglia, e il direttore del carcere, Salvatore Pirruccio, non hanno fatto assolutamente  nulla perché ciò non si verificasse di nuovo, emanando ad esempio precise e chiare disposizioni in materia di sicurezza interna nelle strutture detentive. Non è dunque un caso che a scaldare gli animi dei detenuti, giovedì pomeriggio, pare essere stata anche una abbondante assunzione di questi distillati alcoolici artigianali. O vogliamo parlare della vigilanza dinamica, cioè delle sezioni detentive autogestite dai detenuti, che permette loro di girare liberamente senza fare nulla, vigilanza che Sbriglia e Pirruccio hanno difeso fino ad oggi nonostante i tanti poliziotti aggrediti a Padova e i molti eventi critici accertati in carcere?”.

“Ora, con l’aria che è cambiata al Dipartimento dell’Amministrazione penitenziaria, con nuovi vertici più concreti e meno ideologici, probabilmente anche in Veneto ci sarà chi tornerà sui propri passi su questa assurda organizzazione intramurale delle carceri. Ma sminuire quel che è successo a Padova l’altro giorno non è la cosa giusta da fare, a nostro avviso. Lo dovrebbe sapere bene Sbriglia, che nell’ultradecennale carriera sindacale a capo di una associazione di direttori di carcere ha firmato più di una lettera chiedendo trasparenza al Dap e vicinanza alla periferia penitenziaria… Sbriglia e Pirruccio erano a casa, giovedì sera, quando al Due Palazzi di Padova si sono vissuti momenti di alta tensione e pericolo e in prima linea c’erano (come al solito) solamente poliziotti penitenziaria. Non c’è stata nessuna guerra di religione, certo. Ma alcuni detenuti Allah l’hanno invocato: per paura, probabilmente. Ma l’hanno fatto”.

Sappe Informa

Scontri nel carcere di Padova, la versione del DAP sminuisce i fatti: detenuti erano solo ubriachi

 

Vigilanza dinamica come un colabrodo: a Padova sequestrati telefoni, punteruolo e grappa artigianale

 

STATISTICHE CARCERI REGIONE VENETO
Statistiche carceri Regione Veneto







Le ultime foto pubblicate


La Polizia Penitenziaria in una foto", il primo album fotografico della Polizia Penitenziaria creato dagli appartenenti alla Polizia Penitenziaria stessa!

 


 

Pagina Facebook di Polizia Penitenziaria

Email Polizia Penitenziaria. Richiedila gratis o a pagamento




Tutti gli Articoli
1 Candidata con la Bonino, tenta di passare dei soldi ad un detenuto durante una visita in carcere

2 Governo Gentiloni sarà ricordato per lo svuota carceri mascherato? Sappe: così si rottama il 41bis

3 Riforma ordinamento penitenziaria: anche l''Associazione Nazionale Funzionari del Trattamento contro i progetti del Governo

4 Mauro Palma garante dei detenuti: approvate la riforma Orlando così com''è, senza accogliere le indicazioni della Direzione Antimafia

5 Detenuti evadono durante una gita al museo del MAXXI di Roma: ripresi poco dopo

6 Erika Stefani, Lega: basta svuota carceri, da Gentiloni ennesimo regalo ai criminali

7 Carcere di Parma: un’altra grave aggressione ad agente penitenziario

8 Droga nelle parti intime per il compagno detenuto: scoperta ed arrestata dalla polizia

9 Carceri, la riforma rischia di slittare a dopo il voto. Troppe pene alternative

10 Commissione Antimafia: 41bis è insostituibile e convenzione tra DAP e Servizi segreti va riscritta, troppe ombre


  Cerca per Regione






Tutti gli Articoli
1 Il piano del Governo per svuotare le carceri: benefici anche per reati gravi e senza il parere della Direzione Nazionale Antimafia

2 Transito a ruolo civile. Č legittimo cumulare pensione privilegiata e stipendio

3 Gruppo Operativo Mobile: Perché? Perché? Perché? Perché?

4 Le osservazioni del Cons. Ardita sulla riforma ordinamento penitenziario: il testo integrale audizione Commissione Giustizia del Senato

5 Ma chi siamo?

6 In memoria dell''Assistente Capo Paolo Gandolfo

7 Max Forgione, un grande uomo salito in cielo

8 Le osservazioni del Procuratore Aggiunto di Catania Sebastiano Ardita alla riforma dell''ordinamento penitenziario

9 Il Commissario Capo Giuseppe Romano insignito del prestigioso premio: Il discobolo d’oro

10 Il Castello è una macchina che funziona alla perfezione: se non fosse per quei granelli di sabbia